TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Venezia rinnova la repressione dei cattivi comportamenti quando tornano i turisti | Italia

A Venezia mancano i turisti, ma non le loro cattive abitudini. All’indomani dell’era pre-epidemia, i funzionari sono soggetti a comportamenti palesi quando i visitatori tornano nella città di Laguna. Un turista francese è stato multato di € 150 (£ 128) dopo aver spazzato il Canal Grande sul suo tabellone, e due donne tedesche sono state multate di $ 250 ciascuna per aver preso il sole in bikini dalla chiesa di San Stay.

La polizia locale di Venezia ha affermato che il ritorno dei turisti ha coinciso con “segni di degrado urbano”. Hanno anche rimproverato due turisti dalla Repubblica Ceca: uno per aver accelerato in bicicletta attraverso Campiello Selvadico e l’altro per aver provocato l’ultima guardia di Palazzo su uno scooter elettrico. Ciascuno è stato multato di 100 euro.

In un’altra occasione, tre bengalesi sono stati multati di 50 dollari ciascuno per aver spinto un carrello dei bagagli sul ponte della Costituzione. “Questi sono solo alcuni dei casi che sono stati ripetuti all’inizio dell’estate”, ha detto la polizia.

Le autorità stanno anche reprimendo il commercio illegale, specialmente in aree come la stazione ferroviaria, il Ponte di Rialto e Piazza San Marco. Nell’ultima settimana, hanno confiscato oggetti tra cui braccialetti, bastoncini per selfie, freccette luminose e rose.

I cosiddetti “angeli” di Venezia questo mese sono tornati a pattugliare le strade della città e le principali zone turistiche. Questi segretari sono stati introdotti nel 2017 come parte di un piano per “restituire la città” alla città, che all’epoca si rivolgeva a 28 milioni di persone all’anno.

Il gruppo è accusato di monitorare gli effetti dei turisti che marciano a piedi nudi o in costume da bagno, danno da mangiare ai piccioni, sporcano o fanno picnic sui gradini del portico intorno a Piazza San Marco.

READ  Il Belgio cerca una cascata e un lato positivo per l'Italia

È importante sottolineare che per l’economia di Venezia, il numero di turisti è nuovamente in aumento da quando l’Italia ha revocato le restrizioni ai viaggi per il virus corona a metà maggio.