TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Uno studio ha scoperto che i bambini possono essere a rischio di sintomi prolungati di Covid | Corona virus

I bambini che sono ricoverati in ospedale con il Coronavirus possono essere a rischio di affaticamento persistente e altri sintomi del virus Covid di vecchia data, hanno detto i ricercatori che hanno esaminato la salute dei pazienti mesi dopo la dimissione dall’ospedale.

Gli scienziati hanno intervistato i genitori di oltre 500 bambini trasferiti in un ospedale di Mosca con Covid tra aprile e agosto dello scorso anno. Hanno scoperto che un quarto di loro aveva sintomi persistenti più di cinque mesi dopo il ritorno a casa e le malattie più comuni erano stanchezza, disturbi del sonno e problemi sensoriali.

Il Lavoro preliminare Da un team globale di scienziati, inclusi ricercatori britannici presso l’International Federation of Acute Respiratory and Emerging Inections (Isaric), non conclusivo, ma basato su I primi dati Dall’Office of National Statistics, che indica che alcuni bambini possono soffrire di sintomi persistenti dopo l’infezione con il virus Covid.

Dei 518 bambini inclusi nello studio, il 24% presentava sintomi persistenti quando seguiti da sette a nove mesi dopo aver lasciato l’ospedale con genitori che spesso riferivano stanchezza (10%), disturbi del sonno (7%) e problemi sensoriali (6% ). I bambini più grandi sembrano essere maggiormente a rischio rispetto ai bambini più piccoli e anche una storia di allergie può essere un fattore che contribuisce.

Il dottor Daniel Munblit, specialista in pediatria e allergie presso l’Università Sechinov di Mosca, ha affermato che mentre i risultati sono preliminari, i medici dovrebbero prendere molto sul serio la probabilità di sviluppare un virus Covid prolungato nei bambini.

Ha detto: “Questo indica che c’è un problema”. “La fatica è il problema più comune. Non stiamo parlando di fatica per un giorno o due, stiamo parlando di stanchezza costante e la causa di questa fatica deve essere determinata.”

READ  La variante indiana Covid è "preoccupante", secondo la Public Health England, il Coronavirus

Secondo lo studio, il 16% dei bambini si è esaurito poco dopo aver lasciato l’ospedale, un numero che è sceso al 12% in pochi mesi. Ma da allora è regredito molto più lentamente, con l’11% dei bambini che è rimasto esausto dopo sette mesi. Più dell’8% dei bambini ha perso l’olfatto dopo aver lasciato l’ospedale e, sebbene questo sia migliorato nel tempo, circa il 6% riferisce ancora problemi dopo sette mesi.