TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Una vera svolta: le celebrità stanno rovinando il tuo podcast? | Podcast

eAll’inizio di quest’anno, due uomini hanno lanciato un podcast composto da conversazioni sciatte sulla loro amicizia e sullo stato del mondo. Non c’è niente di straordinario lì. Dei due milioni di podcast esistenti (sono 48 milioni di episodi e il numero è in aumento), una grande percentuale è composta da gruppi di uomini che parlano di se stessi e ridono delle loro battute. La differenza in questo caso era che i due amici erano Barack Obama e Bruce Springsteen. Quando si avvia un file Spotify Rebels SeriesHanno combinato due tendenze audio distinte: la serie Old Friends e l’onnipresente podcast popolare.

La Celebrity Series è stata un’area in crescita per un po ‘di tempo, ma gli ultimi 12 mesi hanno portato a un aumento dei progetti di celebrità che si trovano in difficoltà a causa della chiusura. Sebbene la pandemia abbia distrutto gran parte dell’industria dell’intrattenimento, i podcast hanno dimostrato di essere altamente resistenti ai virus, rendendolo una proposta interessante per coloro che potrebbero non aver dato una seconda occhiata un anno fa. Di conseguenza, il podcast delle celebrità è diventato un punto fermo dell’industria audio, aumentando i budget, minacciando di soffocare la concorrenza e, in alcuni casi, presagendo un frustrante calo della qualità.

In questo momento, è quasi più facile contare attori, comici, influencer, musicisti, star dei reality e politici in pensione che non hanno un podcast rispetto a quelli che ce l’hanno. Insieme a Barack e Bruce, include i recenti convertiti a Cause of Sound Louis TherouxE il Jeremy PaxmanE il Bill ClintonE il Catherine RyanE il Julie AndrewsE il Mini driverE il Gary KempE il Rob BreedonE il Sophie Ellis BixtorE il Joss StoneE il Paris HiltonE il Rob LoweE il Jason Bateman, E il Duca e duchessa di Sussex. Le loro nuovissime avventure nel suono si uniscono a progetti più a lungo termine come David TennantE il musica liricaE il Jesse WeirE il Chelsea BerettiE il Kate HudsonE il Snoop DoggE il Ghouinith baltrowE il Lena Dunham Anche di più.

La peggiore coppia ... Bruce Springsteen e Barack Obama.
La peggiore coppia … Bruce Springsteen e Barack Obama. Foto: Rob DeMartin / AP

Per le reti di podcast che cercano di realizzare un profitto, tutto ha perfettamente senso. I grandi nomi equivalgono a un grande pubblico e gli inserzionisti hanno maggiori probabilità di gettare denaro in un podcast con un’estensione A-lister, piuttosto che una serie di nicchia su capolavori di penne o proprietà camaleontiche (sì, esistono entrambi). Renai Richardson, fondatore Broccoli Productions, Una società di produzione di podcast con sede a Londra, ha notato “pigrizia” in termini di messa in servizio.

“Le aziende sono riluttanti a lavorare per trovare nuovo pubblico e coinvolgerlo nel podcast”, spiega. “È più facile fare affidamento su un pubblico consolidato che imparare cosa serve per creare un nuovo pubblico. Che sia grande o indipendente, nessuno dei due sa come commercializzare un nuovo podcast, quindi la risposta è:” Mettiamoci una celebrità e affidiamoci sui loro anni di esperienza nella costruzione del loro marchio. ‘.

Nel frattempo, il coraggioso nuovo mondo del suono si sta rivelando un’impresa redditizia per i detentori di prim’ordine che possono addebitare milioni per pod non scritti. Nell’episodio di apertura di Organizzato con tintori, Una serie di consigli dell’attore Danny Dyer e di sua figlia, la star dei reality Danny, Dyer Sr. non parla delle sue motivazioni: “Correggiamo, stiamo ottenendo delle faccette”, dice felice. Ma essere un attore di successo, un comico o anche un fuggitivo reale non rende automaticamente qualcuno un buon interlocutore – e le interviste sono la forma predominante nei mondi dei secoli stellati.

Tra i molti problemi nella serie di interviste alle celebrità c’era una riluttanza ad affrontare argomenti difficili, o la limitazione di chiacchiere tristi. Ascoltare il podcast di Kate Hudson Sibling Revelry, in cui parla ai suoi famosi fratelli insieme a suo fratello Oliver, significa ascoltare gli Hudson parlare da soli, chattare con i loro ospiti e generalmente trattare l’intero locale come un cocktail party privato. E il Rob Lowe letteralmente! , Chi promette di avere conversazioni “libere” con i suoi colleghi di Hollywood, è ugualmente oppresso da ricordi condivisi e chiacchiere inutili. Divertente per loro, sì, ma sbadiglia al resto di noi.

Andando con il professionista ... Luis Theroux.
Andando con il professionista … Luis Theroux. Foto: BBC

Allo stesso modo fastidioso è che gli stessi nomi compaiono sempre nelle serie ospitate dalle celebrità. I fan della comica Catherine Ryan saranno felicissimi dell’arrivo del suo podcast, Telling Everybody Everything, anche se il loro entusiasmo potrebbe diminuire una volta che lo sentiranno sul canale di Samira Ahmed. Come hai trovato la mia voceScropius Pep Taglio distrazioneE il Brandy Glanville non è filtratoE il Fuori dalla lista Con Ed Gamble, James Exeter e James O’Brien Divulgazione completa. In effetti, l’invito di un amico famoso al tuo podcast sembra venire con un’etichetta simile alle cene della classe media, dove gli ospiti devono chiedere ai loro ospiti di tornare. Le è piaciuta l’apparizione di Elizabeth Day in Fearne Cotton’s Posto felice? Puoi anche ascoltare un giorno di un’intervista con Cotton sulla sua serie speciale Come fallire. Davvero, il podcast si mangia da solo.

Questo non significa che tutti i podcast delle celebrità siano fantastici. Stabilire con Luis Theroux, che dispone di conversazioni con Michaela Cowell, John Ronson, et als, eccellente, in gran parte perché il suo ospite ha fatto carriera intervistando le persone e non esita a fare le domande difficili. Negli Stati Uniti, la voce laterale di Alec Baldwin Ecco la necessità Minacciando la brillantezza del suo lavoro quotidiano, poiché l’attore dimostra di essere un interlocutore perspicace che scava in profondità in modo rassicurante. Come con qualsiasi genere acquisito in modo massiccio, la qualità inevitabilmente differisce tra le serie. Il problema è l’enorme volume di podcast che si attengono tutti allo stesso formato e spesso hanno le stesse conversazioni.

Questa ossessione per le celebrità si insinua anche in altre aree vocali. Una caratteristica crescente dei podcast documentari è portare stelle per la narrazione piuttosto che utilizzare giornalisti che li hanno scritti e ricercati come presentatori. Esempi recenti includono Wondery’s Fiori Un podcast, in cui l’attrice e comica Whitney Cummings ci racconta l’ascesa al potere politico di Silvio Berlusconi in Italia; E il BBC Fight Century, A proposito del match tra Muhammad Ali e Joe Fraser al Madison Square Garden, presentato dal rapper Nas. Quest’ultimo è stato presumibilmente formulato per dare un po ‘di brillantezza alla serie, il che sembra una decisione strana visto che i suoi soggetti sono tra gli atleti più famosi del pianeta. Paracadutandosi in narratori famosi, gli editori incaricati mostrano poca fiducia negli ascoltatori che chiaramente si sentono incapaci di raccogliere alcun interesse senza attribuire un grande nome.

Dubbi ... Kate e Oliver Hudson.
Dubbi … Kate e Oliver Hudson. Foto: Spotify

Il podcast è sempre stato salutato come un broker unicamente democratico, il che significa che chiunque, famoso o meno, può provarlo. Ma guadagnare uno stipendio o costruire una comunità attorno ad esso è un’altra questione. Se la diffusione delle corna delle celebrità soffoca o meno la concorrenza dipende da chi chiedi. Parla con le reti principali e useranno sempre la metafora di “l’alta marea solleva tutte le barche”, e insistono sul fatto che tutto ciò che porta nuove orecchie ai podcast è una buona cosa.

Ma questo potrebbe non essere comodo per i creatori freelance che cercano di prendere piede in un settore affollato. Helen Zaltzman è una hostess Rispondimi a questo!Il podcast, che risponde alle domande degli ascoltatori lanciato 14 anni fa, afferma che iniziare ora, in un certo senso, sarà più difficile “perché ci sono milioni di podcast in competizione per il tempo delle orecchie delle persone. Ma per certi versi meno, perché è nel 2007. “” Dovevamo spiegare cosa fosse un podcast, come ottenerlo e perché gli sarebbe piaciuto. Trovarlo è sempre stato difficile, ed è un problema che non è ancora migliorato. “

Richardson sostiene che il problema non è la saturazione del mercato, come spesso si sostiene. “Le persone devono smetterla di dirlo, a meno che non credano davvero che ci siano troppi libri, film, programmi TV e registrazioni. Quando il pubblico dei podcast cresce al livello di altri media, la dipendenza dai contenuti delle celebrità principali diminuirà e la creatività crescerà.”

Nel frattempo, nessuno sta suggerendo a tutte le celebrità dei podcast di spegnere i microfoni, anche se, per tutti noi, dovrebbero probabilmente porsi alcune domande prima di intraprendere il loro nuovo brillante progetto collaterale. Questi potrebbero includere: Sono emittenti normali? Chi è in realtà la loro serie? E se volessero chattare con i colleghi, prenderebbero in considerazione la possibilità di sollevare il telefono?

Cinque podcast di celebrità che vale la pena ascoltare

Allaccia le cinture ... Adam Buxton e
Allaccia le cinture … Adam Buxton e “The Hairy Bullet”, la sua amica Rosie. Fotografia: Ben Peter Catchpole

Il podcast di Adam Buxton
Non è un caso che il comico Adam Buxton definisca le sue interviste “discorsi a catena”, con episodi della sua serie estremamente popolare che spesso superano i 90 minuti. Tuttavia, come il suo vecchio amico Louis Theroux, il suo successo come editore di podcast risiede nel suo stile di interviste sensibile e curioso e in una lista di invitati varia e interessante.

Gente di Ian Wright ogni giorno
È ospitato da celebrità, sì, ma le vere star qui sono persone normali con storie insolite da raccontare. Tra le persone intervistate da Wright c’era un soldato che ha camminato per 700 miglia a piedi nudi per raccogliere fondi per la ricerca su una malattia genetica incurabile e un sopravvissuto alla Greenville Tower che ha costruito una cucina comunitaria e si è fatto strada attraverso i traumi.

Zia che si sente ... Julia Davis e Vicky Bardeen.
Zia che si sente … Julia Davis e Vicky Bardeen. Foto: Suki Danda / The Observer

Cari Joan e Gerisha
Chi ha bisogno che le celebrità abbiano conversazioni serie con i loro amici quando possiamo sentire Julia Davis (della fama di Nighty Night) e Vicki Pepperdine (Getting On) come zie agonizzanti che rinunciano a fastidiosi consigli sulle relazioni? Rantoli come Derek e Clive del podcast che considerano enigmi come il seno cadente, i mariti randagi e il modo perfetto per una donna di illuminare i suoi genitali sul treno.

Questa città
Avere molta esperienza radiofonica avrebbe sempre mantenuto Clara Amphu un programma radiofonico decente, ma c’è anche una chiara attenzione su This City, che trova il suo ospite che parla con famosi londinesi di luoghi che significano qualcosa per loro, che si tratti di ristoranti, locali o spazi urbani Verde.

Diventa curioso con Jonathan Van Ness
Nella galassia Celebrity Capsules, questa galassia punta a un livello più alto rispetto alla maggior parte perché vede la stella Queer Eye che cerca di ampliare i suoi orizzonti intellettuali. Con l’aiuto di esperti ospiti, Van Ness esamina l’arte, l’uguaglianza economica, i diritti dei transgender, il divario di ricchezza etnica, la storia antica della Cina e molto altro ancora.

READ  Grandi schermi, spazi all'aperto e calcio d'inizio per la partita Inghilterra-Italia di domenica