TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Un missile cinese si schianta al suolo alla fine della settimana … e gli Stati Uniti invocano un “comportamento spaziale responsabile”. spazio

La Casa Bianca ha chiesto un “comportamento spaziale responsabile” poiché sembra che il missile cinese, che si ritiene sia fuori controllo, si schianterà al suolo sabato, ora degli Stati Uniti.

Lo US Space Command sta monitorando i detriti del Long March 5B, che la scorsa settimana ha lanciato in orbita l’unità principale della prima stazione spaziale permanente cinese. Il palco, lungo circa 30 metri (100 piedi), sarà tra i più grandi detriti spaziali caduti sulla Terra.

L’organizzazione no profit Aerospace Corp, finanziata dal governo federale, ha detto che si aspetta che i detriti colpiranno l’Oceano Pacifico vicino all’equatore dopo che saranno passati sopra le città degli Stati Uniti orientali. L’orbita copre un’area del pianeta dalla Nuova Zelanda a Terranova. Il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti ha detto che il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti si aspetta che cada a terra sabato, anche se il punto in cui colpirà “può essere determinato solo entro poche ore dall’entrare di nuovo”.

“Gli Stati Uniti si impegnano ad affrontare i rischi di un aumento della congestione a causa dei detriti spaziali e di una maggiore attività nello spazio, e vogliamo lavorare con la comunità internazionale per rafforzare la leadership e i comportamenti spaziali responsabili”, ha detto mercoledì la segretaria stampa della Casa Bianca Jane Psaki. .

L’agenzia spaziale cinese deve ancora determinare se il missile sarà controllato o se andrà fuori controllo. Ma il Global Times, pubblicato dal Partito Comunista Cinese, ha affermato che la superficie esterna in lega di alluminio “sottile” del missile si brucerebbe facilmente nell’atmosfera, rappresentando una minaccia molto lontana per le persone.

Jonathan McDowell, astrofisico di Harvard Alcune delle parti del missile sopravviveranno al ritorno E che sarebbe “l’equivalente di far schiantare un piccolo aereo distribuito su 100 miglia”.

“L’ultima volta che hanno lanciato un missile Long March 5B, si sono ritrovati con grandi e lunghe aste di metallo che volavano nel cielo e hanno danneggiato molti edifici in Costa d’Avorio”, ha detto.

“La cosa brutta è che è davvero negligenza da parte della Cina. Cose superiori a 10 tonnellate, non permettiamo loro di cadere dal cielo in modo incontrollabile e intenzionale”.

Il missile Long March 5B ha portato in orbita l’unità principale di Tianhe, o Heavenly Harmony, il 29 aprile. La Cina prevede di lanciare altri 10 lanci per portare in orbita parti aggiuntive della stazione spaziale.

Nel maggio 2020, un altro missile cinese è caduto fuori controllo nell’Oceano Atlantico al largo dell’Africa occidentale. È stata la più grande caduta di detriti fuori controllo dall’ex stazione spaziale sovietica Salyut 7 nel 1991.

La prima stazione spaziale cinese, Tiangong-1, si è schiantata nell’Oceano Pacifico nel 2016 dopo che Pechino ha confermato di aver perso il controllo. Nel 2019, l’agenzia spaziale ha preso il controllo della demolizione della sua seconda stazione, Tiangong-2, nell’atmosfera.

A marzo, i detriti di un missile Falcon 9 lanciato da SpaceX sono caduti a terra a Washington e sulla costa dell’Oregon.

Con Reuters

READ  Ultimo Covid: Whitty in forte avvertimento per gli under 50 in mezzo a un'ondata di "giovani molto malati" | Regno Unito | Notizia