TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Un consigliere del governo afferma che la Francia si sta dirigendo verso una quarta ondata di COVID mentre i casi delta si diffondono | notizie dal mondo

Uno scienziato senior ha avvertito che il riemergere di casi del nuovo virus Corona potrebbe portare a una quarta ondata in Francia.

Il principale consigliere scientifico del governo francese, il professor Jean-Francois Delfraissy, ha affermato che la variante delta scoperta per la prima volta in India potrebbe vedere i casi continuare ad aumentare.

Esperti medici in Francia Hanno espresso preoccupazione per il fatto che una nuova ondata possa colpire il paese entro settembre o ottobre e che stanno aumentando le pressioni sul governo affinché adotti misure di sicurezza più rigorose.

Aggiornamenti in tempo reale sul COVID dal Regno Unito e da tutto il mondo

Tuttavia, si spera che il programma di lancio del vaccino contribuirà a limitare l’impatto di qualsiasi nuova ondata di COVID-19 virus.

“Penso che avremo una quarta ondata, ma sarà molto più mite rispetto alle precedenti tre ondate perché il livello delle vaccinazioni è diverso da quello precedente”, ha detto il professor Delfrissi alla radio France Info.

L’epidemiologo Arnaud Fontanet, che è anche consulente del governo francese su questioni scientifiche, ha dichiarato a BFM TV che si aspetta che il numero di persone infette da COVID-19 in Francia aumenti nuovamente a settembre o ottobre.

Infezioni, ricoveri e decessi sono in calo da settimane in Francia, ma con solo il 32% della popolazione completamente vaccinata finora, crescono le preoccupazioni per la variante altamente contagiosa del Delta.

Il ministro della Sanità del paese Olivier Veran ha dichiarato a France Info che la variante rappresenta circa il 20% dei nuovi casi in Francia e sta diventando “gradualmente dominante”.

Il ministro incaricato dell’assistenza agli anziani, Brigitte Bourguignon, afferma che il governo ha “raddoppiato le dosi” di vaccini inviati nella regione sudoccidentale delle Landes, dove il surrogato costituisce la maggior parte delle infezioni e recentemente ha spazzato via una casa di cura.

READ  I caffè di Mosca "sacrificano" mentre il governo russo interpreta il ruolo di "Covid" | Russia

Ha detto che il governo ha inviato una lettera a tutte le case di cura in Francia esortando i propri lavoratori a farsi vaccinare, aggiungendo che si tratta di un “dovere morale”.

Il personale è stato avvertito che la vaccinazione potrebbe diventare obbligatoria se non rispettata entro settembre.

All’inizio di questo mese, ristoranti, caffè e bar in tutto il paese sono stati autorizzati ad aprire per la prima volta in sette mesi, mentre anche le regole sull’uso delle maschere per molti luoghi all’aperto sono state allentate.

È arrivato quando è iniziata la Francia Ridurre le restrizioni COVID-19 prima di quanto originariamente previsto.

Il coprifuoco notturno a livello nazionale, in vigore dalla fine del 2020, è terminato 10 giorni fa, il 20 giugno.

Ma i legislatori in Francia hanno chiesto al governo di adottare misure più severe per rallentare la diffusione della variabile delta.

La Francia ha registrato più infezioni da HIV di qualsiasi altro paese europeo e ha registrato più di 111.000 decessi confermati.