TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Un cliente infelice di Tesla riceve le scuse dalla società e cinque giorni di detenzione Notizie dal settore automobilistico

Un video clip mostra una donna che indossa una maglietta con la scritta “I freni non funzionano” mentre grida accuse simili al Salone dell’Auto di Shanghai.

La polizia di Shanghai ha detto martedì che un cliente insoddisfatto che ha invaso lo stand di Tesla al Salone dell’Auto di Shanghai in Cina salendo su un’auto per protesta, scatenando un putiferio sui social media e spingendo la società a scusarsi, sarà detenuto per cinque giorni.

La polizia ha detto che la donna e il suo partner – identificati solo dai loro cognomi, Zhang e Li – “hanno causato il caos” in fiera lunedì quando sono arrivati ​​alla Tesla Gallery “per esprimere la loro insoddisfazione per la disputa dei consumatori”.

La polizia ha detto che Zhang è stato arrestato con l’accusa di “disturbo dell’ordine pubblico”, mentre Li ha ricevuto un avvertimento.

I video ampiamente condivisi di lunedì hanno mostrato Zhang che indossava una maglietta con le parole “Freni non funzionanti” scritte sopra e che gridava accuse simili mentre il personale e la sicurezza facevano fatica a ristabilire la calma.

Martedì scorso, Tesla ha rilasciato una dichiarazione in cui si scusava per non aver gestito il reclamo del cliente in modo tempestivo e dicendo che avrebbe condotto un autoesame dei suoi servizi e delle sue operazioni in Cina.

Tesla vende quasi il 30 percento delle sue auto in Cina, prodotte nello stabilimento di Shanghai. Ma di tanto in tanto ha affrontato critiche su problemi come reclami da incendi di batterie.

L’incidente di lunedì ha spinto la CCTV all’avanguardia a richiedere un’indagine sui problemi dei freni segnalati sui veicoli Tesla, mentre l’agenzia anti-innesto cinese sta valutando la possibilità di commentare che tali controversie dovrebbero essere risolte nell’ambito dello stato di diritto.

READ  Il prezzo di Bitcoin è live: Ethereum ha raggiunto i massimi storici con il ritorno del mercato delle criptovalute

“Gli individui non dovrebbero prendere misure estreme, né le aziende dovrebbero essere arroganti e irragionevoli”, ha detto martedì in ritardo la Commissione centrale per l’ispezione della disciplina.

Lunedì, Tesla ha detto che la donna era la proprietaria di un’auto che aveva subito una collisione all’inizio di quest’anno. Ha fatto riferimento a “violazioni della velocità” nell’incidente, aggiungendo in una dichiarazione sui social media che stava negoziando con lei sulla restituzione dell’auto, ma i colloqui sono stati bloccati a causa di un’ispezione di terze parti.

Non è stato possibile raggiungere Zhang e Li per un commento.

L’incidente ha continuato ad attirare l’attenzione dei social media martedì, in quanto si tratta di due dei 10 principali argomenti popolari sulla piattaforma simile a Twitter Weibo.

Fonti hanno riferito all’agenzia di stampa Reuters che Tesla il mese scorso è stata esaminata in Cina quando i militari hanno impedito alle sue auto di entrare nei suoi complessi, citando preoccupazioni di sicurezza sulle telecamere delle sue auto.

Ciò ha spinto il fondatore Elon Musk a dire che se Tesla avesse usato le telecamere per spiare in Cina o ovunque, sarebbero state chiuse. All’inizio di questo mese, Tesla ha affermato che le telecamere delle sue auto non vengono attivate al di fuori del Nord America.