TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Tour de France: Mark Cavendish nega l’iscrizione a Wout Van Aert

Cavendish ha vinto la sua prima tappa del tour nel 2008

Mark Cavendish ha fallito nel suo tentativo di stabilire un nuovo record di 35 vittorie al Tour de France mentre Wout van Aert ha vinto la fase finale del Tour 2021.

Cavendish ha faticato a trovare spazio e non è riuscito a superare Van Aert negli ultimi metri degli Champs Elysees di Parigi.

Ma il 36enne ha già vinto quattro tappe quest’anno per eguagliare il record del tour di 34 anni stabilito da Eddie Merckx.

Lo sloveno Tadej Pojakar della squadra degli Emirati si è aggiudicato la maglia gialla assoluta.

Nonostante non sia riuscito ad assicurarsi la proprietà del teatro da solista, legare con la leggenda belga Merckx è un’impresa straordinaria per Cavendish, che ha lottato per la forma per diverse stagioni e temeva che la sua carriera sarebbe finita l’anno scorso.

È stato chiamato solo da Deceuninck Quick-Step come sostituto dell’infortunato velocista irlandese Sam Bennett.

Ma, ben cinque anni dopo la sua precedente vittoria nella tappa del Tour, il suo dominio nella corsa gli è valso la sua seconda maglia verde del Tour de France, assegnata al vincitore della classifica a punti.

La storia è stata fatta nel modo più duro

Cavendish non doveva essere in questo tour. Sono passati solo nove mesi da quando ha annunciato, tra le lacrime, la possibile fine della sua carriera dopo una dura gara di un giorno lo scorso anno.

Ha combattuto contro il virus Epstein-Barr, diversi incidenti e la depressione, tutto dalla sua ultima vittoria in tournée cinque anni fa per Dimension Data. All’epoca, vinse quattro tappe all’inizio della gara in quella che era vista come Swansung.

Dopo aver firmato un contratto a sorpresa di un anno con gli specialisti belgi per un giorno e lo sprint Deceuninck-Quick Step, il team era fermo sul fatto che Cavendish non avrebbe fatto parte dei loro piani del tour.

Ma un infortunio a lungo termine per il loro giovane talento olandese Fabio Jacobsen che ha sofferto Gravi ferite alla testa in un incidente horror al Tour Poland 2020 – Un infortunio al ginocchio dell’ultimo minuto per il vincitore della maglia verde dello scorso anno Bennett ha lasciato la squadra e il proprietario della superstar Patrick Lefevre con poche opzioni.

In molti modi, Lefereve e Cavendish sono anime simili: schiette e appassionate della loro professione e conosciute per aver raccontato ai giornalisti come si sentono se superano il segno con delle domande.

Ma Cavendish è anche fieramente leale, specialmente alla sua squadra. Parla del concorrente danese Michael Morkoff come “anti-me” a causa del suo comportamento calmo e calmo. Così come dalla classe dei suoi compagni di squadra Quick-Step che lo hanno portato alle sue vittorie in volata.

Cavendish ha detto la scorsa settimana che “non ha una vera sensazione in entrambi i casi” riguardo al record: tornerà l’anno prossimo per cercare di estenderlo?

Record di carriera di Mark Cavendish.  34 vittorie tappa Tour, 15 vittorie tappa Giro, 3 vittorie tappa Violta, 1 maglia iridata Campioni del Mondo, 1 oro del Commonwealth, 1 argento olimpico, 2 maglie verdi

Il presidente Pogacar prende le lodi

Pogacar ha dominato questo round. Incontestato in montagna, ha fatto esplodere il resto nella sua prima prova della quinta tappa.

Il 22enne non sembrava turbato dal ritmo della gara o dai suoi rivali.

È il contrario di quanto accaduto l’anno scorso, quando ha fissato alla penultima tappa il connazionale Primoz Roglic della Jumbo-Visma, vincendo di oltre un minuto dopo che Roglic aveva dominato fino a quel momento.

Ma questa volta il comportamento del Pogacar è cambiato: da giovane corridore rispettabile che non crede ai suoi successi, a qualcuno che si diverte a far vedere agli avversari il punto di vista in salita, prendendo a pugni l’aria e sorridendo chiaramente in faccia. La direzione dei concorrenti, nello stesso modo in cui hanno fatto in pompa magna gli altri cavalieri Leggendari.

Ha detto: non ci posso credere [ever] Sogna questo: è qualcosa al di là di un sogno.

“È difficile sapere quale [win is] Più privato. L’anno scorso non c’era pressione, non ero pronto per vincere… [I would have been] Felice secondo, e alla fine ha vinto.

“Quest’anno avevo già il giallo dalla prima settimana, molto diverso. Ma sono orgoglioso di entrambi”.

una gita
L’incidente della prima tappa causato dallo spettatore ha causato il caos nel gruppo

Omi e Obi e tante polemiche

Pogacar potrebbe essere stato impareggiabile, ma il fatto che la polizia francese sia stata coinvolta due volte ti dice che questo tour è stato ricco di eventi.

Il primo giorno ha visto un terribile incidente: un fan con in mano un cartello di cartone che desiderava che suo nonno stesse bene ha causato diverse ferite e abbandono dopo essersi messo in mezzo e aver dato le spalle al gruppo in arrivo per assicurarsi un importante programma televisivo.

I regolatori dell’ASO hanno annunciato che avrebbero avviato procedimenti legali contro di lei, e in seguito è stata arrestata dalla polizia, anche se in seguito entrambi hanno rinunciato a qualsiasi azione, con i regolatori che speravano di imparare lezioni in futuro.

Il quattro volte vincitore Chris Froome ha subito un brutto incidente sullo stesso palco e ha faticato a camminare mentre è stato aiutato a rimettersi in piedi – uno spettacolo preoccupante dopo due anni di recupero da un incidente verso la fine della sua carriera nel 2019.

Ha già smesso per non aver gareggiato nella gara di quest’anno, nonostante un accordo multimilionario con Israel Start Up Nation, ma è stato incoraggiante vederlo finire almeno questa punitiva corsa di tre settimane.

La gara è stata anche segnata dall’incidente di diversi concorrenti della Pogacar, con la conseguenza che Primus Roglic e Geraint Thomas hanno abbandonato Jumbo-Visma e hanno guidato con una spalla lussata che è proseguita nella terza fase.

La polizia ha preso d’assalto l’hotel off-bike del Team Bahrain-Victorious alla fine della gara dopo le accuse di doping.

“Alla fine della giornata, non ho nulla da nascondere”, ha detto il pilota del team Matej Mohoric dopo aver vinto la tappa 19.

Chi ha vinto cosa? chi ha vinto qualcosa?

Per un corridore così giovane e così bravo in montagna, non è una sorpresa vedere il Pogacar rivendicare la maglia a pois del re della montagna e la maglia bianca del giovane pilota.

L’unico rimasto – la maglia dei Punti Verdi – è andato a Cavendish per le sue vittorie di tappa e gli sforzi intermedi.

Nonostante il suo ricco titolo, vale la pena notare che molti dei suoi concorrenti hanno rinunciato alle corse a causa di un infortunio, come Caleb Ewan di Lotto Soudal e Peter Sagan di Bora Hansgrohe.

Altri favoriti nemici, come il francese Arnaud Demare di Groupama-FDJ e Nasir Bohani di Arkea-Samsic, sono stati eliminati dopo che è stato superato il limite di tempo delle tappe di montagna.

Quanto guadagni a turno?  Maglia gialla: £ 430.000, maglia verde: £ 22.500, maglia a pois: £ 22.500, maglia bianca: £ 17.300

Tadej Pojjakar
Più facile questa volta: Pogacar ha vinto la maglia gialla nella penultima tappa l’anno scorso