TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Team scientifico e professionale in Italia per eliminare il virus con un laser

Scritto da Giselda Vagnoni

ROMA (Reuters) – Il Centro di ricerca scientifica sostenuto dalle Nazioni Unite ha stretto una partnership con un’azienda tecnologica italiana per esplorare se la luce laser può essere utilizzata per uccidere le particelle del virus corona sospese nell’aria e per mantenere sicuro lo spazio interno.

Una joint venture tra l’International Genetic Engineering and Biotechnology (ICGEP) di Triste e la vicina Eltech K-Laser Company, una città del nord Italia, lanciata lo scorso anno perché il Covit-19 aveva rovesciato il Paese.

Hanno sviluppato un dispositivo che forzava l’aria attraverso una camera di sterilizzazione contenente un filtro a raggio laser che stimola virus e batteri.

“Pensavo che i laser fossero più per uno sciamano che per un medico, ma ho dovuto cambiare idea. Questo dispositivo si è dimostrato in grado di uccidere i virus in 50 millisecondi”, ha affermato Serena Sachchikna, presidente di Cardiologia presso l’ICGEP.

All’indomani della crisi COVID-19, ambienti interni sani con un numero significativamente ridotto di agenti patogeni sono considerati essenziali per la salute pubblica, che è un’infezione respiratoria che ha causato oltre quattro milioni di morti in tutto il mondo in 18 mesi.

Jackiena ha collaborato con l’ingegnere italiano Francesco Janata, fondatore di Eltec K-Laser, un’azienda specializzata in radiazioni mediche, i cui prodotti usano le star dello sport per trattare l’infiammazione e le fratture muscolari.

Alcuni esperti hanno messo in guardia contro i pericoli dell’utilizzo di tecnologie basate sulla luce per attaccare il virus che causa il COVID-19.

Uno studio pubblicato nel numero di novembre 2020 del Journal of Photochemistry & Photobiology solleva preoccupazioni che vanno dai rischi di cancro al costo di costose fonti di luce.

READ  Dr Caracino sui protocolli di sicurezza per i malati di cancro in Italia durante COVID-19

Ma Sachikna e Sonata hanno respinto qualsiasi problema di salute, affermando che il laser non sarebbe mai entrato in contatto con la pelle umana.

“Il nostro dispositivo usa la natura per combattere la natura, che è sicura al 100% per le persone e quasi completamente riciclabile”, ha detto Sanata a Reuters.

Tuttavia, la tecnologia non rimuove virus e batteri dall’aria quando cadono sulle superfici o sul terreno. L’infezione diretta non può essere prevenuta quando una vittima starnutisce o parla ad alta voce nelle vicinanze di un’altra.

Eltech Q-Laser è brevettato dalle autorità italiane e cerca di espanderlo a livello globale.

La versione più piccola dell’invenzione è alta 1,8 metri (5,9 piedi) e pesa 25 kg (55 libbre). La società ha affermato che la tecnologia potrebbe essere collocata nei segmenti del condizionamento dell’aria.

Nel frattempo, i primi clienti si mettono in fila, inclusa la tedesca Ecocore, un fornitore di servizi di soluzioni per test e vaccini.

“L’obiettivo dell’azienda è concedere in licenza la tecnologia per i mercati tedesco e degli Emirati Arabi Uniti”, ha detto a Reuters un portavoce di Ecocore in una e-mail.

(Rapporto di Giselda Wagnoni; Compilato da Christian Palmer, William McLean)