TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Tania Chua indossa un duetto con l’ex first lady francese, Entertainment News & Top Stories

La cantante mandopop Tanya Chua ha un ospite speciale nella sua nuova canzone: l’ex First Lady di Francia e la cantante-modella Carla Bruni.

La canzone, le immagini, sono cantate sia in inglese che in mandarino e sono state rilasciate venerdì scorso. Bruni, italo-francese, canta alcune righe in mandarino, con la guida di Chua.

In una conferenza online, Chua, 46 anni, ha dichiarato: “Volevamo assicurarci di farlo in un modo che fosse credibile, e non sembrerebbe che fosse solo un espediente. Abbiamo davvero trascorso molto tempo, anche anche se erano solo quattro frasi.” .

Alla stessa conferenza online, Bruni, 53 anni, afferma: “Tania è un’ottima insegnante, ma nonostante ciò una lingua che non è facile da imparare, è molto complessa”.

I due erano collegati tramite la loro etichetta discografica Universal. Fu Bruni che per primo ebbe l’idea di fare un duetto con un cantante asiatico.

“Ho ascoltato un sacco di persone diverse e ci sono persone fantastiche là fuori, sai, ma la mia relazione intima era con Tanya”, dice.

Sono andati online e lo hanno colpito subito. “Non c’era distanza e abbiamo parlato come se ci conoscessimo da molto tempo”.

Le foto sono una delle canzoni del dodicesimo album in uscita di Chua, Departure, che uscirà venerdì.

Chua ha scritto tutte le canzoni durante la quarantena a Taipei.

Dopo aver “rallentato e sentito perso” per sei mesi dopo la pandemia di coronavirus, ho deciso di documentare ciò che stava accadendo al mondo attraverso la musica.

“Non volevo scrivere un altro album di canzoni sull’amore o su come guarire un cuore spezzato”, dice dei brani isolati, che presentano principalmente voci su chitarre acustiche.

READ  Il produttore difende il casting di Kevin Spacey nel film italiano

Un duetto con Bruni, in particolare, è stato ispirato da vecchie foto.

“Mi sentivo come se dovessi aggrapparmi alle cose tattili, che non potevo più. Non potevo abbracciare qualcuno, non potevo aiutare la mia famiglia, non potevo vedere i miei amici”.

Chua aggiunge: “Con le immagini, sembra sempre che ci sia un’anima dentro.

“Anche se i colori sbiadiscono, ma quando guardi queste vecchie foto, ti ricordi chi sei quando sei solo”.