TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Smettete di rinchiudere i cittadini dell’UE nei centri di evacuazione, dicono i ministri britannici alle guardie di frontiera | Brexit

I ministri del Regno Unito hanno chiesto ai funzionari di frontiera di interrompere la detenzione dei cittadini dell’UE nei centri di detenzione.

Dopo 48 ore di critiche per le decisioni “disuguali” e “pesanti” che mettono i cittadini dell’UE in centri di immigrazione adeguati senza una documentazione adeguata per entrare nel Regno Unito Ufficio a casa Ha pubblicato nuove linee guida per le sue guardie di frontiera.

Ha consigliato ai funzionari di frontiera di concedere invece la cauzione per l’immigrazione ai cittadini dell’UE, se del caso. Ciò significa che i passeggeri a cui viene negato l’ingresso nel Regno Unito ma che non sono in grado di tornare a casa immediatamente a causa delle restrizioni di viaggio governative potranno entrare in condizioni di cauzione.

Un portavoce del Ministero dell’Interno ha dichiarato: “Abbiamo aggiornato le nostre linee guida per chiarire che ai cittadini stranieri, compresi i cittadini dell’UE a cui è stato negato l’ingresso nel Regno Unito e in attesa di espulsione, dovrebbe essere concessa la cauzione per l’immigrazione, poiché i viaggi internazionali sono ostacolati dall’epidemia. . , Ove applicabile.

“Ora che la libertà di movimento è finita, le persone provenienti da tutta l’UE possono continuare a visitare il Regno Unito, ma chi viene per lavoro o per studio deve soddisfare i nostri requisiti di ingresso e ti chiediamo di fare il check-in prima del viaggio”.

Storie di cittadini dell’UE, tra cui italiani, spagnoli e bulgari, si sono ritrovati nei centri di detenzione intorno a Heathrow e Gatwick, e l’Ufficio dell’Interno ha fatto pressioni su di loro perché agissero per paura di essere circondati da filo spinato.

Una donna italiana, Che era venuto nel Regno Unito per migliorare il suo inglese durante un breve viaggio da suo zio, un consulente del NHS a Londra, ha detto di aver mandato quella che pensava fosse una prigione al Colbrook Detention Centre vicino a Heathrow.

READ  Johnson aumenterà l'assicurazione nazionale per pagare la riforma della sicurezza sociale, dicono i rapporti

Fu espulso dall’Inghilterra prima che suo zio potesse discutere a suo favore.

L’avvocato specializzato in immigrazione Colin Yeo ha detto che le nuove linee guida del governo sono “benvenute come soluzione a breve termine per il Ministero degli Interni per smettere di detenere automaticamente le persone nei centri di detenzione invece di metterle sugli aerei”.

Ma questa non è una soluzione a lungo termine al fatto che molti nell’UE non sono a conoscenza delle nuove regole perché non sono frenetici Proxy.

Luke Piper, il leader politico del leader della campagna, ha detto che si trattava di “una soluzione carving che non affronta la decisione arbitraria di detenere persone che vengono in questo paese inutilmente”, che è un problema storico che “non può” essere risolto rimuovendo un gruppo da il suo impatto.

Il deputato conservatore Alberto Costa, che si è battuto per i diritti dei cittadini dell’UE, ha dichiarato: “Accogliamo con favore l’urgente necessità per il Ministero degli interni di rinnovare la sua guida sull’idea sbagliata che i cittadini stranieri, inclusi gli SEE, siano entrati nel Regno Unito. Invece di trasferirli in un centro di detenzione, dovrebbero essere concessi loro la libertà su cauzione per immigrati, se del caso.

La detenzione è ancora un’opzione per le guardie di frontiera, ma “in alcuni casi, compreso il mantenimento dei civili al sicuro”, ha detto l’Ufficio dell’Interno.

“Uno sdoganamento avverrà immediatamente, ove possibile, e l’individuo rimarrà in aeroporto fino alla partenza del volo”, ha aggiunto.