TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Sì, la star del tennis italiano Camila Giorgi è ebrea. Il suo libro preferito è Il diario di Anne Frank.

(JTA) – questa settimana Camila Giorgi ha vinto il National Bank Open, il torneo di tennis più prestigioso del Canada, ed è stata una pietra miliare per due motivi.

Innanzitutto, è stata la prima vittoria di un titolo importante per il 29enne, e grande disturbo Si è classificata 71esima al mondo prima di battere la numero 6 Karolina Pliskova in finale.

In secondo luogo, Giorgi è diventato il primo giocatore ebreo a vincere l’evento in 56 anni, da quando l’americana Julie Heldman ha vinto quello che allora era chiamato Canadian Open nel 1965. Fondato nel 1881, il Canadian Open è il secondo torneo di tennis più antico dopo solo Wimbledon.

Anche Giorgi era sorpreso che ci fosse riuscita.

“Credo di non aver avuto la possibilità [to win the tournament] Questi anni”, ha detto all’Agenzia Telegrafica Ebraica nel suo inglese stentato dopo la partita.

Da anni circolano voci secondo cui Giorgi potrebbe essere ebreo, e che Stava pensando di ottenere la cittadinanza israeliana Giocare con la squadra nazionale del paese nella Federation Cup – il campionato mondiale. Ha confermato a JTA che i suoi genitori, che sono argentini immigrati in Italia, sono ebrei. In effetti, il suo libro preferito è “Il diario di Anna Frank”.

“Il libro mi ha commosso perché sono ebrea, ma anche perché era una brava persona e vedeva il buono nelle persone”, ha detto Giorgi a JTA.

Sebbene non abbia visto la vittoria di Giorgi al National Bank Open in televisione, la Heldman ha detto di conoscere il giocatore italiano e la sua ebraicità ed è stata “esaltata” quando ha appreso della sua vittoria.

“Questa impresa parla non solo del desiderio e del talento di Giorgi, ma anche della popolarità del tennis in tutto il mondo e della diaspora ebraica”, ha detto Heldman, 75 anni, ora nonna, dalla sua casa di Santa Monica, in California.

“Non ci sono tanti ebrei in Italia come altrove, quindi il cognome Giorgi indica che chiunque nel mondo, compresi gli ebrei, è capace di risultati eccezionali nel tennis o in qualsiasi altro campo”, ha aggiunto l’ex campione, che si è classificato quinto. nel mondo nel 1969 e il mese scorso è stato inserito nella International Tennis Hall of Fame.

Il titolo NBA ha alzato la classifica mondiale di Giorgi a 34 e ha continuato con una serie positiva: ha vinto 16 delle 20 partite dall’Open di Francia a fine maggio e ha raggiunto i quarti di finale per l’Italia alle Olimpiadi di Tokyo all’inizio di questo mese.

Camila Giorgi serve la Banca Nazionale Aperta

Camila Giorgi partecipa alla finale del National Bank Open all’IGA Stadium di Montreal, 15 agosto 2021 (David Kirouac/Icon Sportswire via Getty Images)

Giorgi attribuisce il suo successo a suo padre, Sergio, che ha combattuto nella guerra delle Falkland in Argentina nel 1982 ed è stato il suo allenatore dalla prima volta che ha preso in mano la racchetta – all’età di cinque anni.

La squadra di padre e figlia è una delle tante squadre che hanno portato al successo nel tennis professionistico. La defunta madre di Heldman, Gladys, era un’icona a sé stante: ha fondato la rivista World Tennis e ha contribuito a lanciare il Women’s Tour negli anni ’70.

Claudia e Sergio Giorgi sono emigrati in Italia da La Plata, in Argentina, prima che Camila nascesse nel 1991. La giovane Camila ha preso lezioni a partire dall’età di cinque anni e ha vinto diversi campionati junior. All’età di 9 anni, ha ricevuto una borsa di studio per il tennis dal famoso allenatore Nick Boltieri e avrebbe continuato a vincere molti eventi junior.

Con la classifica di Giorgi in aumento nel corso degli anni, è stata selezionata per la squadra italiana di FA Cup. Tuttavia, nel 2012, Giorgi non era abbastanza in alto nella classifica di profondità per entrare nella squadra, e i suoi genitori sono stati corteggiati dai funzionari israeliani, vedendo Giorgi come un potenziale secondo posto dietro Shahar Peer, secondo Raphael Giller di Israel Sports Radio. Alla fine, Giorgi ha deciso di competere per l’Italia e dal 2014 gioca la Fed Cup per il suo paese d’origine.

Oltre a vincere il National Bank Open, Giorgi ha sconvolto diversi giocatori numero uno nella sua carriera, tra cui le ex star Victoria Azarenka, Maria Sharapova e Caroline Wozniacki. Giorgi ha raggiunto i quarti di finale di Wimbledon nel 2018, perdendo contro Serena Williams.

ha detto Cindy Schmerler, scrittrice del New York Times ed ex direttrice di Tennis World.

Fuori dal campo, Giorgi attribuisce a sua madre – che disegna i suoi vestiti in campo – il merito di averle dato un apprezzamento per l’arte e altre cose che porta via dallo stressante mondo dello sport professionistico. Con quasi mezzo milione di follower, è diventata Modello Instagram come quello.

“Amo la mia vita. Voglio giocare bene nel tennis, ma il tennis è solo il mio business”, ha detto Giorgi. “Alla fine, so che la mia famiglia mi ama e mi piace l’arte, i musei e i negozi, quindi la mia vita è in equilibrio.”

READ  L'allenatore dell'Inghilterra consiglia Jack Grealish per il lavoro italiano poiché il capitano del Villa incarna lo spirito del campo