TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Sarebbe un errore fatale accettare l’Ucraina come membro della NATO

Con circa 85.000 truppe russe di stanza al confine orientale dell’Ucraina, Kiev dovrebbe solo ravvivare l’interesse per l’adesione del paese alla NATO. In una telefonata con Jens Stoltenberg, il segretario generale della NATO e presidente trasformato in comico ucraino Volodymyr Zelensky ha sostenuto che la dichiarazione di sostegno della NATO al suo paese avrebbe inviato un “segnale” al Cremlino per fermare la sua tattica. .

Sfortunatamente, se la storia recente della regione passa attraverso qualcosa, è probabile che una tale mossa dei leader della NATO abbia l’effetto opposto Il presidente russo Vladimir PutinE conducilo a Assumi una postura più aggressiva, Potrebbe facilmente portare a un conflitto aperto. Dopotutto, sono state le profonde preoccupazioni del Cremlino per il corteggiamento dell’Ucraina nei confronti della NATO che hanno portato a questo Invasione russa e annessione illegale In Crimea, sede della flotta di Mosca nel Mar Nero, nel 2014, nonché sostegno ai ribelli separatisti nella regione del Donbas.

Per quanto riguarda la Russia, la prospettiva di un paese come l’Ucraina, l’ex stato sovietico che Mosca ha a lungo considerato “piccola Russia”, è solo un passo troppo avanti. Dopo aver visto la NATO inghiottire la maggior parte degli ex stati sovietici in Europa, il Cremlino crede di avere un’intesa con l’alleanza per non espandersi verso est fino ai confini della Russia.

Per questo motivo, la Russia ha reagito con rabbia all’iniziativa dell’ex presidente degli Stati Uniti George W. Bush di cercare di includere la Georgia e l’Ucraina nell’alleanza, un passo che ha spinto l’intervento militare russo nelle regioni georgiane dell’Ossezia meridionale e dell’Abkhazia nel 2008, che ha portato alla continua ingerenza del Cremlino nel discorso politico ucraino.

READ  I sondaggi di opinione hanno portato il Partito dei Verdi tedesco in vantaggio di cinque mesi prima delle elezioni | Germania

Tuttavia, con i leader occidentali che adottano un atteggiamento sempre più ostile nei suoi confronti L’ultimo atto di aggressione militare di PutinLa situazione in Ucraina ha naturalmente suscitato dichiarazioni di sostegno.

Dopo aver precedentemente denunciato Putin come un “assassino”, Joe Biden ha inviato due navi da guerra americane nel Mar Nero come deterrente contro ulteriori atti di intimidazione russa. La Gran Bretagna, che l’anno scorso ha firmato una nuova partnership strategica con l’Ucraina, continua ad addestrare e condurre esercitazioni congiunte con le sue forze. I ministri degli esteri del G7 – Gran Bretagna, Canada, Francia, Germania, Italia, Giappone e Stati Uniti – hanno rilasciato questa settimana una dichiarazione in cui denunciava il “continuo forte accumulo di forze militari russe ai confini dell’Ucraina e illegalmente paesi annessi. Crimea. “

In tali circostanze, il signor Zelensky ha tutte le ragioni per aspettarsi che l’offerta di Kiev per l’adesione alla NATO possa trovare un’accettazione favorevole, specialmente in Europa. Ma mentre c’è stata indubbiamente un’ondata di simpatia per la difficile situazione di Kiev, c’è stata una risposta più sommessa alla richiesta del signor Zelensky alla NATO di sostenere il Piano d’Azione per l’adesione dell’Ucraina – il primo passo ufficiale verso l’adesione all’alleanza.

Parte della prenotazione è dovuta a Divisioni profonde Il che continua a minare gli sforzi dei leader europei per formare un fronte unito di fronte alla continua ostilità russa. Il cancelliere tedesco Angela Merkel e il presidente francese Emmanuel Macron hanno risposto parlando direttamente con Putin per risolvere la crisi, una mossa che non ispirerà fiducia a Kiev.

Un’altra considerazione importante per la resistenza Il desiderio dell’Ucraina di perseguire l’adesione alla NATO È che, nonostante i recenti sforzi di Zelenskyj per contrastare il sistema politico corrotto a Kiev, il paese rimane – dopo la Russia – il secondo paese più corrotto d’Europa.

READ  L'India registra un altro aumento giornaliero record dei casi di COVID-19, Coronavirus Pandemic News

La decisione di Zelensky il mese scorso di ritirare tre principali emittenti televisive dall’oligarchia filo-russa è stata una delle ragioni per cui Putin, che si affida alle emittenti per fornire propaganda pro-Cremlino, ha iniziato la sua ultima formazione militare. .

Tuttavia, l’Ucraina ha ancora molta strada da fare prima di poter sviluppare la profondità e l’ampiezza delle istituzioni democratiche che giustificherebbero la sua ammissione all’ovile della NATO.

La volontà della NATO in passato di tollerare membri con discutibili credenziali democratiche sta già causando enormi difficoltà all’Alleanza. Ciò significa che paesi come la Turchia, che sotto il presidente Recep Tayyip Erdogan è stato determinante nell’aiutare l’emergere di gruppi terroristici islamici, godono dello stesso status delle democrazie occidentali pienamente funzionanti.

Se la NATO vuole davvero mostrare la sua importanza per il ventunesimo secolo, allora i suoi interessi saranno molto meglio serviti cercando alleanze con altre democrazie che la pensano allo stesso modo in tutto il mondo piuttosto che con stati quasi falliti come l’Ucraina.

Aderire all’integrità territoriale dell’Ucraina di fronte all’aggressione russa è un principio importante, soprattutto quando la Cina getta il suo peso nel Mar Cinese Meridionale e minaccia Taiwan.

Allo stesso modo, è importante che i leader della NATO non permettano che il loro impegno a difendere il diritto internazionale porti alla concessione dell’adesione a un altro paese con una dubbia situazione democratica.