TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Open di Francia 2021: Novak Djokovic è sopravvissuto alla paura di battere Lorenzo Musseti, Rafael Nadal anche nei quarti di finale

Novak Djokovic ha segnato 19 punti consecutivi alla fine del terzo set e all’inizio del quarto

Novak Djokovic ha evitato un’uscita a sorpresa al quarto round agli Open di Francia dopo aver perso due set contro il giovane Lorenzo Musseti.

Il numero uno del mondo ha perso presto prima di passare in vantaggio nel rally, avanzando 6-7 (7-9) 6-7 (2-7) 6-1 6-0 4-0 quando il 19enne italiano si è ritirato, a causa di infortunio.

Il numero 76 del mondo Mussetti, al suo primo tabellone importante in un Grande Slam, ha ricevuto una standing ovation quando ha lasciato il campo.

Rafael Nadal ha raggiunto i quarti di finale sconfiggendo Yannick Sener 7-5, 6-3, 6-0.

Il 13 volte campione dell’Open di Francia si è ripreso da un’oscillazione nel set di apertura quando ha lasciato cadere il servizio due volte perdendo 5-3 per eliminare comodamente la 18esima testa di serie italiana ed estendere la sua striscia vincente a Parigi a 35 set.

Nel frattempo, la vittoria di Djokovic ha segnato la quinta volta che ha ribaltato uno svantaggio di due set per vincere a quattro zampe.

Ma è stato chiaramente frustrato per una lunga parte del pomeriggio da Mussetti, che è stato in grado di eguagliare un colpo alla testa nelle prime fasi.

Il giovane ha iniziato a soffrire di quello che sembrava essere un infortunio addominale e, dopo aver vinto solo quattro punti nel quarto set, ha preso un timeout medico prima di ritirarsi dopo aver perso 13 partite di fila.

“Mi piace giocare con i giovani tra i primi cinque perché anche in due gruppi sento di avere ancora la mia possibilità”, ha detto Djokovic.

“Mi sento in forma, ho vinto la maggior parte dei cinque giocatori e quell’esperienza aiuta. Peccato che si ritiri ma ho visto che stava faticando fisicamente”.

Musetti si avvicina allo shock del campionato

Fin dal primo punto, quando ha inchiodato un rovescio, Musetti sembrava credere di appartenere a una compagnia così venerabile e ha confermato l’opinione di molti che era la futura star.

Djokovic non ha perso un set nelle sue prime tre partite al Roland Garros e ha rotto solo una volta in tutta la settimana, ma Mussetti ha terminato quella striscia nell’avvincente primo set.

Subito dopo aver rotto con l’amore, Musetti ha salutato il pubblico con alcuni colpi innovativi, tra cui uno straordinario vincitore di rovescio, per portarlo al tiebreak.

Lì è stato sotto 4-1 per guadagnare tre set point, e mentre un po’ di brillantezza ha salvato i primi due punti di Djokovic, uno splendido dritto di Musetti ha trasformato l’angolo del campo in terza.

Le tre vittorie di Lorenzo Mussetti a Parigi lo porterebbero ai vertici dei 60 migliori giocatori del mondo.
Le tre vittorie di Lorenzo Mussetti a Parigi lo porteranno sull’orlo dei migliori 60 giocatori del mondo

Dopo che Djokovic ha rotto di nuovo all’inizio del secondo set, un servizio pieno di errori ha annullato il vantaggio di Musetti.

Ma il giovane ha rifiutato un colpo di scena, un rovescio sbagliato lungo la linea che ha portato all’applauso dell’avversario mentre Mussetti è stato costretto a rompere nuovamente il pareggio che ha dominato 7-2 che ha portato all’incredulità dei tifosi.

A volte Djokovic correva da un angolo all’altro del campo – come fa regolarmente il numero uno del mondo con i suoi avversari – ma la precisione di Mussetti ha cominciato ad allontanarlo dal terzo set.

Un infortunio alla pancia ha contribuito ancora di più alla sua rovina, poiché il 18 volte campione del Grande Slam alla fine si è dimostrato troppo intraprendente per un giocatore che si è classificato 360 ° nel mondo all’inizio dello scorso anno.

Tuttavia, è stato difficile scrollarsi di dosso l’impressione che questo fosse solo l’inizio per Mussetti, che ha battuto la 13a testa di serie David Goffin al primo turno e ha battuto anche Stan Wawrinka, Kei Nishikori, Diego Schwartzman e Grigor Dimitrov in poco più di un anno. Nel tour anziani.

“E’ stata una bella esperienza – ha detto Mussetti -. Giocavo, credo, il mio miglior tennis di sicuro. Non ho mai giocato come oggi”.

“Certo che sono un po’ dispiaciuto ma ho giocato contro il numero uno del mondo e ho ottenuto i primi due set. Ha iniziato a giocare molto bene e poi ho avuto dei problemi con il mio campionato. Penso che dovrei farlo. Funziona lì. “

Djokovic mostra il cuore di un eroe

Novak Djokovic
Novak Djokovic ha fatto una figura frustrante nei primi due set contro Lorenzo Musseti

Se da un lato molti elogi porteranno la Mussetti, dall’altro va dato merito anche a Djokovic di non aver perso la testa, avendo lanciato tutto all’avversario per due set solo per vederla correre di nuovo con gli interessi.

Ha alzato il fattore aggressività dopo aver perso il tiebreak del secondo set e ha prontamente pagato i dividendi con un break anticipato nel terzo.

Questo sembrava scoraggiare gli italiani, e man mano che il livello di Djokovic cresceva, cresceva anche quello dell’adolescente.

Anche se potrebbe non essere stato così in due set, il test – dopo tre vittorie comode – potrebbe tornare utile per Djokovic, che da ora in poi può affrontare solo le teste di serie fino alla finale.

Nel tentativo di entrare nella storia come il primo giocatore nell’era Open a vincere una seconda carriera in un Grande Slam aggiungendo la sua unica vittoria al Roland Garros, il serbo guadagnerà sicuramente fiducia dalla sua battaglia qui.

Ha avuto il controllo per tutto, concedendo solo quattro break point e due parate, con la sua unica apparizione a sorpresa nel tiebreak del secondo set che ha preceduto il suo recupero.

“Dopo aver perso il secondo set, sono uscito per cambiarmi e sono tornato, mi sentivo diverso. Ero un giocatore diverso”, ha aggiunto Djokovic.

Nei quarti di finale affronterà il serbo Matteo Berrettini, dopo che la nona testa di serie italiana ha salutato i quarti di finale. Il ritiro di Roger Federer dal torneo.

Nadal amplia la grande corsa del Roland Garros

Rafael Nadal.
Rafael Nadal ha perso solo due partite sulla terra battuta del Roland Garros dal suo debutto agli Open di Francia del 2005.

La vittoria finale di Nadal al Roland Garros 2019 su Dominic Thiem è stata l’ultima volta che lo spagnolo ha perso un set sulla terra battuta a Parigi, dopo aver mantenuto il titolo lo scorso anno in modo impeccabile con sette vittorie consecutive.

Ora ha segnato altre quattro chiusure, ma quel record orgoglioso sembrava in pericolo durante il set di apertura sulla sua testa quando Sinner non è riuscito a sfruttare al meglio le sue opportunità.

L’italiano – come Mossetti, solo 19 anni, ma la sua ascesa in classifica è stata ancora più fulminea – ha ceduto completamente quando è stato inviato al set perdendo quattro partite di fila con un vantaggio di 5-3.

Sinner ha minacciato di tornare da 4-0 nel secondo set, e ha rotto Nadal due volte, solo per dare di nuovo il suo servizio in risposta prima di superarlo completamente nell’ultimo set.

La seconda testa di serie, che ha battuto Sener nei quarti di finale lo scorso anno, ora ricorderà fermamente la storia mentre cerca di staccarsi da Federer nella lista dei singolari maschili del Grande Slam di tutti i tempi e alzare il suo 21° titolo maschile.

Se avesse raggiunto la finale senza perdere un set, Nadal avrebbe anche eguagliato, e potenzialmente superato, il record di Björn Borg vincendo 41 set consecutivi agli Open di Francia tra il 1979 e il 1981.

Nadal giocherà accanto a Diego Schwartzman dopo che il decimo seme argentino ha fatto uno straordinario rimbalzo nel primo set per prepararsi a battere Jan-Lennard Struff.

Schwartzman ha superato il suo avversario tedesco senza teste di serie 5-1 all’inizio, ma ha salvato sei set point e poi un altro in una lunga pausa vincendo 7-6 (11-9) 6-4 7-5.

Informazioni sul banner BBC iPlayerInformazioni sul piè di pagina di BBC iPlayer

READ  Giro Ditalia: Egan Bernal ha vinto con il britannico Simon Yates al terzo posto