TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Nuova Zelanda a pochi passi da SailGP Italy

Il team improvvisato della SailGP della Nuova Zelanda ha avuto una giornata solida per essere a pochi passi dalla gara di medaglie nella tappa italiana della World League.

La Nuova Zelanda ha chiuso una giornata difficile al quinto posto, ma… a pochi punti dal terzo posto di Span dopo tre gare miste a Taranto domenica (Nuova Zelanda).

Lunedì ci sono altre due regate di flotta in quanto le prime tre squadre si qualificano per la medal race.

Il vento leggero che ha colpito Taranto non ha aiutato la posizione debole della Nuova Zelanda come nuova squadra nella seconda stagione del campionato, spingendo gli organizzatori a ridurre il numero di squadre da cinque a tre per risparmiare peso.

Leggi di più:
Preparati e resisti: i migliori consigli di Blair Talk per il neozelandese Jason Saunders
* Jamie Spittel guida la carica per la diversità nello yachting
* Peter Berling e Blair parlano fuori SailGP

Ciò ha lasciato il vincitore dell’America’s Cup Andy Maloney (osservatore di volo) a bordo con due nuovi arrivati, Arnaud Psarovagis (timone) e Jason Saunders (regolatore di ali), riempiendo le star assenti Peter Burling e Blair Talk che sono tornati in Nuova Zelanda per concentrarsi. sulla loro mobilitazione per i Giochi Olimpici.

Psarofaghis ha eliminato la Nuova Zelanda dalla striscia positiva nella gara di apertura per finire terzo. Hanno concluso ottavo e ultimo nella seconda gara prima di finire quinto nella terza e ultima gara del giorno di apertura dei test.

La squadra USA guidata da Jimmy Spiethel ha vinto due tiri da frana, e la squadra giapponese di Nathan Outridge è arrivata seconda con 21 punti. La Spagna è terza con 17 punti, ma la Nuova Zelanda è vicina con 11 punti.

READ  Europa League: il proprietario dell'Arsenal Stan Kronke si scusa con l'allenatore Mikel Arteta

La medal race è una cosa in cui il vincitore prende tutto, eliminando i punti accumulati nelle cinque gare di qualificazione, quindi la Nuova Zelanda ha tutto per cui navigare.

Le condizioni di illuminazione significano che la Nuova Zelanda è stata ridotta a tre velisti nel giorno di apertura del SailGP in Italia.

SAILGP / roba

Le condizioni di illuminazione significano che la Nuova Zelanda è stata ridotta a tre velisti nel giorno di apertura del SailGP in Italia.

La Gran Bretagna, che ha vinto l’evento inaugurale, è a metà strada con la Nuova Zelanda in assenza di Sir Ben Ainsley, e la squadra australiana molto consistente è seduta al tavolo dopo aver incontrato difficoltà tecniche sulla sua zattera da 50 piedi.

“È stata un’altra giornata davvero dura tre volte in barca. Penso che le cose siano andate bene e abbiamo apportato grandi miglioramenti rispetto a ieri, che era il nostro primo giorno di trekking.

“Siamo stati in grado di fare delle cose davvero buone e ovviamente ci sono molti margini di miglioramento, soprattutto nelle manovre con tre persone a bordo e stiamo tutti assumendo nuovi lavori che abbiamo fatto ieri per la prima volta. stiamo cercando di appianare questi problemi e se possiamo farlo penso che saremo in grado di competere”.

La Nuova Zelanda è partita alla perfezione nella prima regata, avanzando intorno alla prima boa, prima che gli Stati Uniti barcollassero tra Nuova Zelanda e Giappone in testa alla vittoria.

“È stato un ottimo inizio per quella prima gara e siamo stati in grado di legare la maggior parte delle nostre manovre durante i giri, in particolare la jeep, quindi siamo stati in grado di stare vicino ai primi della flotta”, ha detto Maloney.

“È un po’ un peccato non aver raggiunto i giapponesi in quel traguardo, ma per noi è stato comunque un ottimo inizio per l’evento”.

La Nuova Zelanda non è riuscita a rientrare nella seconda gara poiché la squadra ha avuto un contatto all’inizio e ha pagato il prezzo in quanto ha subito una penalità e non ha potuto tornare indietro.

“Nella seconda regata eravamo probabilmente più di mezzo secondo, poi eravamo nelle retrovie della flotta e anche da lì abbiamo commesso degli errori”, ha detto Maloney.

“La partenza è molto importante, soprattutto con quest’aria leggera. Una volta che sei tornato dietro, devi fare qualcosa di molto speciale o scegliere una curva per superare tutti e non siamo riusciti a farlo nella seconda gara .”

Nella terza regata, Zealandia non è riuscita a trovare un modo per liberarsi dal gruppo nella stretta regata di flotta.

“Siamo partiti bene, ma siamo stati in gruppo per tutta la gara, quindi ho pensato che avessimo lottato molto bene per mantenere la posizione centrale. Abbiamo fatto alcune cose molto meglio nella terza gara che nella seconda, quindi è molto divertente, cercheremo di continuare a imparare da lì e migliorare domani”.

STACY GIOCA

Il vicesindaco e consigliere locale Andrew Turner afferma che il consiglio comunale di Christchurch lavorerà su rapidi miglioramenti a Naval Point a Port Lyttelton per essere pronto per le gare SailGP.

Sebbene Maloney abbia ammesso errori costosi, crede che la squadra sia ben posizionata per competere per un posto in finale.

“Non è stato buono come avrebbe potuto essere oggi, ma siamo migliorati molto da ieri e non l’abbiamo superato. Stiamo ancora lottando per arrivare all’ultima gara di domani, il che è bello come speravamo in questa tappa del Gran Premio d’Italia.

“I guadagni sono stati enormi e abbiamo imparato così tanto oggi che diremo le informazioni e ne usciremo meglio domani. Speriamo che ci sia più vento, domani possiamo navigare con un equipaggio completo e portare a bordo i grandi ragazzi in modo che possano aiutaci, ma in caso contrario saremo pronti anche per questo”.

Punti del Gran Premio d’Italia dopo il primo giorno del secondo giorno:

1 USA 21, 2 Giappone 21, 3 Spagna 17, 4 Francia 13, 5 Nuova Zelanda 11, 6 Gran Bretagna 11, Danimarca 9, Australia 5.