TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Notizie dall’Unione Europea: la crisi si profila all’orizzonte mentre il blocco si prepara a perdere 675 miliardi di sterline, con 16,5 milioni di posti di lavoro a rischio | Il mondo | notizia

Vacanze: ministro del turismo “disperato” per accogliere gli inglesi in Spagna

Fact4EU.org, un think tank pro-Brexit, ha avvertito che qualsiasi mancato recupero dei turisti ha il potenziale di causare danni per 675 miliardi di sterline (784 miliardi di euro) all’economia del blocco, mentre si chiede perché il Regno Unito non sia attualmente incluso nell’elenco “paesi”. Sicuro “. Con l’emergere della cosiddetta variante indiana che ha sollevato domande scomode sul potenziale impatto sulle restrizioni di viaggio, nella 27a Unione Europea, l’industria del turismo assediata si sta preparando a un altro colpo dopo l’eliminazione totale dello scorso anno.

Ursula von der Leyen

Ursula von der Leyen, presidente della Commissione europea (Immagine: Getty)

Grecia

La Grecia, inclusa Creta, fa molto affidamento sulle entrate del turismo (Immagine: Getty)

La Grecia si è classificata al primo posto con il 23,9%, seguita da Cipro (20,3%), Malta (15,3%), Irlanda (13,3%), Austria (12,7%) e Spagna (12,3%).

un Analisi separata, Che è stato anche pubblicato questo fine settimana sul sito web di Fact4EU, ha fornito una panoramica del costo delle entrate del turismo perse per l’economia dell’UE.

READ  Il permafrost della Russia si sta sciogliendo, rivelando antichi segreti sottostanti

In totale, i dati ottenuti di nuovo da Eurostat indicano che i turisti hanno speso 349,1 miliardi di sterline all’anno per l’economia dell’UE nel 2019.

Inoltre, l’aumento del PIL per il blocco nel suo complesso è stato di 677,3 miliardi di sterline.

solo in: L’indipendenza del “disastro” lascerebbe la Scozia 300 miliardi di sterline in rosso

Emmanuel Macron

Emmanuel Macron, Presidente della Francia (Immagine: Getty)

I cinque maggiori beneficiari sono stati la Spagna: 203,5 miliardi di sterline; Germania (90,8 miliardi di sterline) Danimarca (76,7 miliardi di sterline); Italia (£ 75,7 miliardi); E i Paesi Bassi (£ 26,2).

In questo contesto, Facts4EU ha chiesto perché il Regno Unito non è incluso nell’elenco dei paesi a cui non è richiesto di avere un certificato verde digitale – in altre parole un passaporto vaccinale – nonostante sia il secondo paese più vaccinato al mondo dopo Israele.

Il portavoce di Facts4EU David Evans ha dichiarato: “La Commissione dell’Unione Europea ha sofferto di un Covid catastrofico”.

Il signor Evans ha affermato che il blocco aveva fallito “a quasi tutti i livelli”, dalla sua incapacità di fornire assistenza all’Italia quando i suoi ospedali sono stati aggirati l’anno scorso, alla mancanza di fondi per la ricerca sui vaccini, alla perdita di tempo per ottenere un vaccino francese. Che non è ancora stato prodotto, alle sue trattative burocratiche con i fornitori di vaccini di successo, alla sua approvazione intermittente / intermittente dei vaccini e al suo attuale “perseguimento legale di ritorsione” della società anglo-svedese AstraZeneca, l’unica azienda farmaceutica ad aver prodotto i suoi vaccini disponibile al costo.

non perdere
L’alternativa indiana causerà un altro blocco? Gli esperti pesano [ANALYSIS]
Migliaia di persone hanno ricevuto un secondo sciopero Covid quattro settimane fa [INSIGHT]
Alternativa indiana: l’alternativa indiana è resistente ai vaccini Covid? [EXPLAINER]

READ  Il giornalista che ha pubblicato la storia dei figli delle dieci mamme "scusate" dopo che si è rivelata errata - notizie dal mondo

UE Covid Tourism

I primi sei paesi dell’Unione europea, i 27 in termini di numero di posti di lavoro legati al turismo (Immagine: Facts4EU)

Lavoro nel turismo nell'Unione europea

Confronta i posti di lavoro nel turismo come percentuale dei posti di lavoro totali (Immagine: Facts4EU)

“Inoltre, il popolo britannico si sta rapidamente rendendo conto che l’Unione europea si sta vendicando contro il Regno Unito per aver osato lasciare il suo club sclerotico”.

Storie di assurde ispezioni di merci britanniche effettuate ai confini dell’Unione europea mentre le merci dell’UE vengono sventolate attraverso il confine del Regno Unito stanno iniziando a diffondersi.

“Stiamo già ascoltando sempre più persone che ora controllano l’origine delle merci al supermercato quando fanno la spesa.

“Se esiste un’alternativa a un prodotto nell’Unione europea, sia dal Regno Unito (preferibilmente) o dal resto del mondo, il prodotto dell’UE rimane sullo scaffale”.

Vaccini Covid vivi

Vaccini Covid vivi (Immagine: Express)

L’ostilità dell’Unione europea verso il Regno Unito è diventata evidente a tutti

David Evans

Evans ha suggerito: “Questo è probabilmente il motivo per cui gli ultimi dati dell’Ufficio di statistica nazionale mostrano una diminuzione delle importazioni dall’Unione europea e un aumento delle importazioni dal resto del mondo.

Potrebbe questo ora estendersi ai programmi di vacanza del popolo britannico? Mettendo da parte il recente avvertimento del governo britannico che le restrizioni di Covid potrebbero non essere rimosse il 17 giugno, dopo tutto, l’ostilità dell’UE verso il Regno Unito è evidente a tutti.

“Così come la carne suina britannica attualmente subisce molte più ispezioni dell’Unione europea rispetto alla carne di maiale proveniente da altri” paesi terzi “, anche i viaggiatori britannici saranno soggetti alla stessa discriminazione?

READ  Una donna di 29 anni è stata ferita da un coccodrillo mentre nuotava in uno stagno infestato

AstraZeneca

Evans ha criticato il trattamento da parte dell’Unione europea di AstraZeneca (Immagine: Getty)

“Ci chiediamo seriamente se gli ideologi fanatici della Commissione dell’Unione europea – per non parlare di alcuni leader dei paesi dell’UE come Macron – abbiano idea di cosa stanno rischiando”, ha detto Evans.

Gli inglesi sono generalmente tolleranti e lenti all’ira. Stiamo provando un crescente senso di rabbia tra il popolo britannico contro il comportamento autoritario, irrazionale e vendicativo dell’UE nei confronti del Regno Unito.

“ Il comportamento di ritorsione dell’UE attraversa tutte le aree, dalla sua ridicola insistenza sul fatto che, sebbene praticamente tutti gli standard e le leggi del Regno Unito rimangano conformi agli standard e alle leggi dell’UE, renderà la vita il più difficile possibile agli esportatori del Regno Unito, alle azioni legali che intraprende. è contro il Regno Unito perché, nel tentativo di mantenere il Regno Unito come un intero paese, per il suo rifiuto di concedere la “parità” all’importante settore finanziario britannico, nonostante il Regno Unito lo abbia fatto unilateralmente a favore dell’Unione europea lo scorso novembre.