TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

“Non volevamo venderlo, ma non avevamo altra scelta” – Gli scout del Liverpool hanno rivelato il tempismo perfetto del suo trasferimento prima dei trasferimenti da 36 milioni di sterline di Neymar e Philippe Coutinho.

È stato facile per Jurgen Klopp sedersi e prendersi tutto il merito.

Dodici gol in Mohamed SalahLe prime 17 partite della squadra sono bastate a far pensare che a Liverpool fosse nata una nuova stella.

Una doppietta nella vittoria per 4-1 sul West Ham ha regalato a Salah il suo quinto gol nella maggior parte delle partite e il nazionale egiziano sembrava un acquisto estivo.

Con continui elogi per il nuovo proprietario n. 11, piuttosto che un’altra decisione di gestione che richiedeva la perfezione, Klopp desiderava sottolineare il ruolo svolto dagli altri nel portare Salah al club.

Klopp ha dichiarato a novembre 2017: “Abbiamo visto molto Salah, l’abbiamo visto molto. Il dipartimento di esplorazione era davvero dietro di me e voleva farlo anche prima in modo che nessuno potesse saltare dentro!”

“Eravamo sicuri che potesse aiutarci. (Direttore atletico) Michael Edwards, (Capo del reclutamento) Dave Fallows e (Capo Scout) Barry Hunter, erano davvero nelle mie orecchie ed erano su questo: ‘Dai, dai, Mo Salah è la risposta!’

“Quando hai 20 giocatori sul tavolo, giocatori diversi, è difficile prendere una decisione precoce, ma ne siamo tutti convinti, quindi possiamo prendere una decisione anticipata in modo da poterla davvero prendere”.

Il numero 20 potrebbe essere un’esagerazione nella rosa dei candidati dell’estate 2017 del Liverpool, ma la verità è che Salah non è sempre stata la prima scelta agli occhi di alcuni.

Dopo che il Chelsea ha inizialmente selezionato il Liverpool a gennaio 2014, c’erano alcuni nei corridoi del potere che sono andati avanti.

L’attenzione si è spostata altrove entro il 2017 e Christian Pulisic, Julian Draxler e Julian Brandt sono stati tutti valutati mentre il club ha condotto una ricerca approfondita per un accesso ingente all’estremità superiore del campo dopo essersi assicurato un ritorno in Champions League.

Alla fine, grazie ai costanti trofei della squadra di scouting e reclutamento del club, è stato Salah a vincere la corsa per diventare il nuovo decano del Liverpool.

Salah era l’acquisto principale che stava facendo proprio questo prima di entrare in campo come giocatore del Liverpool.

Un contratto da 36,9 milioni di sterline è stato concordato con la Roma per porre fine al famigerato mandato di Andy Carroll come calciatore più costoso nella storia del club.

E presto ha iniziato a lavorare per iniziare a pagare questa cifra record.

La consolazione della sconfitta per 4-1 contro il Tottenham a Wembley significa che solo Robbie Fowler ha segnato più gol di Salah nelle sue prime nove partite di Premier League con il Liverpool.

READ  Calvin Phillips ha dovuto coprire il suo odio per il Manchester United in allenamento questa settimana

Dopo aver segnato 12 gol in 17, ne sono seguiti altri cinque prima della fine di novembre, mentre Salah ha navigato verso i 20 gol prima che gli alberi di Natale fossero esauriti.

sarà il primo Liverpool Giocatore da Ian Rush, nel 1986, per raggiungere quel numero prima del 25 dicembre.

L’uomo, che presto sarebbe stato soprannominato il “Re d’Egitto” ad Anfield, sarebbe stato probabilmente deluso se fosse stato l’unico a battere lo Spartak Mosca 7-0 in Champions League.

Serie della stagione delle loro vite

Ma il suo prossimo trucco è stato un gol abbastanza buono da vincere il famoso Trofeo Puskas – nientemeno che contro l’Everton.

Ricevendo un passaggio da Joe Gomez con le spalle alla porta all’angolo dell’area di rigore, Salah si è scrollato di dosso Coco Martina prima di schivare lo scatto di Idrissa Gai con una spallata bassa.

Da lì, Salah ha colpito la palla nell’angolo in alto per lasciare Jordan Pickford disperato, ma nonostante la sua bellezza, Klopp non era dell’umore giusto per discutere la questione dopo essersi sentito offeso da un rigore in ritardo per i Blues ad Anfield.

“Spero che trovi qualcosa nei tuoi appunti, quante volte ho detto quanto è bravo Mo, ma non sono dell’umore per parlarne”, ha detto Klopp.

“Nemmeno Mo ne vuole parlare in questo momento.”

Nonostante la riluttanza di Klopp a vedere gli aspetti positivi in ​​quel momento, era un obiettivo che sfidava la concorrenza sia di Gareth Bale che di Cristiano Ronaldo nella rosa dei candidati per il famigerato UEFA Puskas Award.

Il Liverpool era consapevole del ritmo implacabile di Salah quando è iniziato il sondaggio e la sua capacità di espandere le sue difese è stato un fattore chiave alla base della decisione di ingaggiarlo.

Con Sadio Mane, girato a sinistra all’arrivo di Salah, sulla fascia opposta, Klopp si rese conto che ora aveva una velocità reale in prima linea per completare le capacità di giocatori come Philippe Coutinho e Roberto Firmino sulla palla.

Quindi non è stata una sorpresa per quelli del club quando il ritmo elettrico di Salah lo ha visto creare alcune occasioni nelle prime fasi.

Gol come il traguardo in fuga nella vittoria per 4-0 contro l’Arsenal, o il suo primo in quella summenzionata vittoria sul West Ham, sono stati considerati da alcuni come tipici “gol di Salah”.

READ  Valutazioni dei giocatori Manchester United vs Roma: David De Gea e Edinson Cavani sono fantastici - Samuel Lockhurst

Ma ciò che avrebbe potuto sorprendere lo staff tecnico, era la sua abilità apparentemente nuova come leader di riferimento.

Klopp in seguito ha dichiarato: “Con Mo, dal giocatore che segna di tanto in tanto ed è un ottimo calciatore alla macchina da gol, è un enorme sviluppo”.

Un colpo di testa dal secondo palo all’inizio della sua carriera con il Liverpool al Leicester lo ha rappresentato nello stesso modo in cui il tiro è stato concluso contro il West Bromwich ad Anfield alla fine di gennaio.

La dedizione, la professionalità e la mente sanguinaria di Salah erano caratteristiche notevoli anche di quelli del club.

Deve leggere le notizie del Liverpool FC

La sua dieta, forza e condizionamento in palestra e lunghe sessioni di recupero sono stati tutti elementi chiave per reinventarsi da ala promettente a marcatore d’élite che avrebbe gareggiato per il premio Pallone d’Oro.

I trofei personali sono entrati nelle loro divise in quella stagione mentre Salah ha continuato la sua corsa verso quel massiccio 44.

È diventato il primo egiziano a vincere il premio Premier League Player of the Year prima di vincere il premio African Player of the Year in Ghana.

Il gol di Salah nella sconfitta contro il West Bromwich in FA Cup ha portato al suo 25esimo gol per i Reds, numero che solo George Allan (1895-96) e Fred Bagnam (1914-15) sono arrivati ​​più velocemente.

A metà gennaio, la cifra quasi leggendaria di 30 era in vista e Salah non stava rallentando.

Che finalmente è arrivato in grande stile durante la vittoria per 5-0 sul Porto in Champions League.

Ma non si trattava solo delle dimensioni dei gol o del numero di tiri che hanno segnato, Salah era anche noto per aver segnato la rete nei momenti cruciali delle grandi partite.

Nella sua prima stagione al Merseyside, il capitano egiziano ha segnato contro Manchester City, Everton, Chelsea e Arsenal prima di realizzare due gol nella prima semifinale di Champions League del Liverpool 10 anni fa contro la Roma.

Dopo aver celebrato il premio PFA Player of the Year, Salah stava lavorando su un piano completamente diverso la notte del 24 aprile 2018 quando l’attuale portiere dei Reds, Alisson Becker, è rimasto inerme con due superbe finiture che hanno portato la sua squadra alla finale di Kiev.

READ  Nuova data per il MotoGP Grand Prix of the Americas

“Senza dubbio, è il miglior giocatore del pianeta in questo momento”, è stato il tributo di Steven Gerrard al giocatore n. 11 del Liverpool all’epoca.

Mohamed Salah del Liverpool brilla durante la semifinale di UEFA Champions League partita di andata tra Liverpool e Roma ad Anfield il 24 aprile 2018.

La reazione di Klopp è stata più riflessiva, forse nel tentativo di mantenere concentrato il suo fuoriclasse.

Ha detto: “È in ottima forma, una forma di livello mondiale, ma per essere il migliore al mondo devi farlo per un periodo più lungo, penso.

“Gli altri due (Lionel Messi e Ronaldo) non sono male”.

Questo era il tipo di campo in cui Salah stava lavorando ad Anfield mentre giocava la sua stagione di Gods nelle ultime settimane.

Il suo sesto Pallone d’Oro nel 2018 è stato seguito dal quinto un anno dopo, a dimostrazione che la sua grandezza è stata riconosciuta oltre i confini di Anfield.

“Non volevamo cederlo ma non avevamo altra scelta”, ha poi ammesso il ds della Roma Monchi.

“Quando sono arrivato, l’offerta era di 30 milioni di euro ma Siamo riusciti a ottenere quasi 50 milioni di euro con ricompense. Questo è quello che possiamo fare. Poi il mercato è impazzito con Neymar, Coutinho e Dembele”.

Poi il Liverpool ha cronometrato il suo trasferimento alla perfezione, portandolo ad Anfield poco prima che il trasferimento di £ 200 milioni di Neymar dal Barcellona al Paris Saint-Germain mandasse lo sport nella nuova stratosfera per quanto riguarda le spese di trasferimento sbalorditive.

Certo, la sua stagione finirà in lacrime dopo che l’espulsione di Sergio Ramos lo ha costretto a uscire dalla finale che ha lottato così duramente per ottenere anche il Liverpool.

Ma ormai Salah aveva già scritto diversi nuovi capitoli nella storia di Anfield. Puoi aspettare la Coppa dei Campioni per un anno.

I suoi 44 gol nella stagione 2017/18 includevano 32 in Premier League, un nuovo record precedentemente stabilito da Alan Shearer, Luis Suarez e Ronaldo nel corso di 38 partite.

Lo stivale d’oro e la stagione d’oro erano Salah.

“Spero che non sia finita ora!”, ha detto Klopp.

Certamente non lo era. E ancora non lo è.

Vuoi la tua esclusiva anteprima pre-stagione del Liverpool, nella tua casella di posta o tramite la tua casella di posta? Vai qui Scopri di più e assicurati la tua copia.