TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Nave 20 pronta per i test pre-volo tra futuri miglioramenti

Dopo l’iconico debutto di uno stack di astronavi completamente integrato durante i controlli di adattamento allo stand Orbital Launch Site (OLS), Ship 20 e Booster 4 sono pronti per i test prima del loro critico tentativo di lancio orbitale. La nave 20 è tornata al sito di lancio, portando il B-pad suborbitale davanti ai suoi obiettivi di test di prova, mentre il Booster 4 è in fase di chiusura finale all’interno di High Bay.

La campagna di pre-lancio continua mentre SpaceX fa passi avanti, con modifiche ai progetti per future astronavi e preparativi per aumentare la produzione con una seconda baia sopraelevata molto più grande.

Busta 4 / Nave 20:

Booster 4 (B4), il primo gruppo Super Heavy a volare, risiede attualmente all’interno di High Bay per un lavoro che Elon Musk ha descritto come “un po’ di tubature e cavi”. Il booster è tornato in produzione l’11 agosto dopo essere stato temporaneamente integrato con la 20a nave presso l’OLS.

Lo straordinario scenario dell’intero stack ha fornito una pietra miliare importante per il veicolo e il sito di lancio. Ha anche rilasciato una dichiarazione in attesa in mezzo a una campagna di disinformazione implacabile da parte di Blue Origin su Premio Human Landing System (HLS) della NASA.

Parte dell’affermazione di Blue Origin Includeva un riferimento a un’astronave che non aveva ancora un sito di lancio, è stato pubblicato nel periodo in cui lo stack integrato è stato inserito su OLS.

Foto SpaceX della nave 20 che si accoppia su Booster 4

La pietra miliare di Booster 4 è arrivata dopo il lancio del primo Super Heavy, Booster 3, sul sito di lancio di Suborbital.

Booster 3 (B3) ha condotto una prova a fuoco fisso di tre motori – La prima volta che Super Heavy ha rilasciato un gruppo di rapaci. Mentre c’era la possibilità che B3 potesse continuare Eseguire un test di nove motoriI piani sono stati modificati in base alla disponibilità della campagna di Booster 4, come raccomandato da Musk.

Da allora il Booster 3 ha iniziato il processo di rottamazione, con lavori in corso sulla pastiglia Suborbitale A.

Tuttavia, questa potenziale tabella di marcia per i test potrebbe indicare le pietre miliari previste per Booster 4 una volta tornato al sito di lancio.

In attesa del completamento del rilascio dell’A-pad dai resti di B3, il B4 può prendere il suo posto sul supporto, consentendo test di prova, test di refrigerazione e una serie di test di incendio statico, inclusi fino a nove motori che si accendono contemporaneamente.

L’esecuzione di questa campagna di test iniziale sul pad A può causare interruzioni minime a Lavori in corso presso il sito di lancio orbitale. Tuttavia, la prontezza del supporto OLS determinerà l’approccio migliore una volta che il B4 sarà pronto a lasciare High Bay e scivolare di nuovo sull’autostrada 4, il che potrebbe consentire al Super Heavy di dirigersi direttamente all’OLM (Orbital Launch Mount).

READ  Ultimi tassi di infezione da Covid in tutti e 10 i distretti della Greater Manchester poiché i numeri diminuiscono solo in due distretti

La nave 20 è già tornata al sito di lancio suborbitale e si sta ora preparando per la sua serie di test pre-lancio.

Ciò includerà un test iniziale che prevede il caricamento del veicolo con azoto, solitamente in due fasi. Innanzitutto, il veicolo verrà inizialmente riempito con azoto gassoso, chiamato test ambientale, prima di essere caricato con azoto liquido ultraraffreddato (LN2) per un test di refrigerazione.

In particolare, con le pistole di spinta rimosse dal B-pad, il 20 sarebbe stato sottoposto solo a un test di pressione, meno il test del ram che simulava le pressioni dei motori all’accensione.

Le chiusure stradali per questo livello di test sono state pubblicate per la prossima settimana, a partire dal 24 agosto.

Se il 20 supera con successo queste fasi di test, il prossimo requisito standard sarà l’accensione stazionaria del veicolo, come mostrato nel precedente prototipo di Starships.

Tuttavia, questa è la prima navicella spaziale che avrà la piena quota dei motori, tre motori Raptor al livello del mare e tre motori Raptor a vuoto (RVC). Quest’ultimo può essere lanciato in sicurezza a livello del mare, come notato sui test pad presso la struttura McGregor di SpaceX. Tuttavia, lo scenario del lancio di RVac installati sul retro dell’astronave sarebbe il primo, soprattutto se non fossero lanciati individualmente.

Inoltre, non è ancora noto se tale test verrà condotto prima o dopo Sistema di protezione termica della nave 20 (TPS) È completamente installato.

Attualmente, il TPS di Ship 20 è installato solo parzialmente, con molte tessere rimosse e molti altri segni contrassegnati da indicatori colorati, che probabilmente indicano lo stato delle tessere, di per sé un ritorno all’era dello shuttle. Ad un certo punto, eventuali problemi indicati da questi tag dovrebbero essere risolti insieme alla sostituzione delle scatole che sono state rimosse.

Spedisci 20’s TPS – tramite Mary (@bocachicagal) per NSF.

Musk ha detto in precedenza che vengono spedite più tessere, il che potrebbe portare all’attuale Nave 20.

Una grande quantità di dati sulle prestazioni sarà acquisita durante i test di prova e fuoco statico del TPS degli anni ’20, non da ultimo attraverso le vibrazioni che si verificano durante il lancio del motore.

READ  Un razzo SpaceX si dirige verso la Stazione Spaziale Internazionale con forniture di calamari, dentifricio e avocado | spazioX

Anche se potrebbe volerci molto tempo per completare tutti questi test, nella mente di Elon Musk, il percorso per riportare B4 e S20 su uno stack completo potrebbe essere entro questo mese.

Una settimana fa, Musk ha twittato che “il primo assemblaggio orbitale del veicolo spaziale dovrebbe essere pronto per volare in poche settimane, in attesa dell’approvazione normativa”.

In definitiva, una volta che il veicolo è nella sua configurazione di lancio, ci sarà un lungo processo per superare la suddetta approvazione normativa, con l’inizio di un periodo di commento pubblico ambientale pre-lancio. Questo deve essere completato prima che un permesso di lancio possa essere concesso dalla Federal Aviation Administration (FAA).

In quanto tale, il lancio di quest’anno – come recentemente menzionato dal presidente e COO di SpaceX Gwen Shotwell in una riunione del settore la scorsa settimana – è la principale speranza.

OLS:

Il sito di lancio orbitale continua ad essere un alveare di attività, la cui funzione è una componente chiave che avanza verso il tentativo di lancio orbitale.

Un parco serbatoi GSE (Ground Support Equipment) operativo è essenziale e il lavoro resta da completare prima che il propellente venga caricato su un veicolo integrato e sul camino super pesante.

Posizioni di lancio della base stellare – tramite Mary (@bocachicagal) per NSF

Le linee del carburante sono posizionate in una trincea dal parco serbatoi alla tavola di lancio e alla torre di integrazione. Verrà quindi costruito un berm attorno al parco serbatoi per fornire protezione contro le esplosioni.

La nuova fattoria dei serbatoi ha visto una certa attività nell’ultima settimana, con una leggera ventilazione proveniente dai serbatoi del GSE.

Tuttavia, non ancora in Tank Farm, ci sono due serbatoi GSE metano e quattro gusci crio, oltre a completare le modifiche a GSE 1 e 2 prima di essere incapsulati con gusci crio, come richiesto anche in GSE 6, 7 e 8.

Sarà inoltre necessario lavorare per completare le comunicazioni con il tavolo di lancio e la massiccia torre di integrazione che ora domina lo skyline di Boca Chica, nonché per installare il braccio Quick Disconnect (QD) necessario per rifornire la navicella quando si trova in cima al Super Booster pesante.

Braccio QD in costruzione via Mary (bocachicagal) per NSF

La fabbricazione del braccio QD continua sul posto, insieme ai fantastici bracci che raccoglieranno i booster e le astronavi quando torneranno al sito di lancio. Tuttavia, “Mechazilla”, come lo chiama Musk, non sarà necessario per Flight Booster 4 e Ship 20, poiché entrambi cadranno nell’oceano alla fine della loro missione di prova.

READ  La formazione rocciosa su Marte sembra una cupola solitaria perduta vicino a un cratere dalla forma strana

Una volta alimentato, Mechazilla accatasterà anche il veicolo, eliminando la necessità di utilizzare una gru mobile nel sito di lancio.

I lavori sono proseguiti giorno e notte sulla rampa di lancio che ospiterà lo stack integrato, con due ugelli per il sistema di soppressione del suono, che fa scorrere l’acqua sotto lo scarico del razzo per umidificarlo. La potenza sonora dei 29 rapaci, già avvistato.

Sito di produzione:

Come al solito, la cadenza di costruzione di SpaceX ha visto una serie di futuri veicoli spaziali e miglioramenti già in preparazione nel sito di produzione.

La cupola di poppa della nave 21 è stata recentemente coperta, mentre le sezioni per Booster 5 e persino Booster 6 sono state individuate intorno alla struttura.

L’attuale sviluppo dell’astronave includerà solo i prossimi veicoli, con modifiche già in cantiere, possibilmente in tempo per la nave 24.

Il “naso liscio” è stato avvistato di nuovo nella tenda di produzione dell’ogiva. Il nuovo musetto ha una migliore qualità costruttiva ed è realizzato con un numero significativamente inferiore di singole sezioni. Per ogni ogiva attualmente in funzione, non si sa se si tratta solo di un nasello explorer o se verrà utilizzato nelle future astronavi.

Quello che si sa ora è che il design dei pannelli frontali cambierà. Saranno posizionati davanti/sopra la nave e ad una distanza di 120° l’uno dall’altro (in precedenza 180°), l’angolo chiuso corrispondente al lato piastrellato. Questa modifica ha lo scopo di fornire un maggiore controllo della nave durante il ridimensionamento dello statore dello scafo del parafango anteriore.

Nonostante la già impressionante cadenza di produzione, Musk ha già confermato che presto sarà costruita una nuova High Bay, leggermente più lunga e più ampia, che consentirà di tre volte l’attuale capacità di High Bay nel sito di produzione.

La costruzione dell’attuale North High Bay è già iniziata, anche se il programma di costruzione è attualmente sconosciuto.


Foto e video forniti da Marie (bocachicagal) e Gary Blair. Ulteriori informazioni e articolo della guida forniti da: Adrian Belle Evan Packere Ryan Webere Justin Davenporte diplomato, E Justin Money.

Per aggiornamenti in tempo reale, segui Account Twitter NASASpaceFlight e Sezioni del forum NSF Starship.

**Sostieni il canale youtube di NSF iscrivendoti e/o unendoti qui**

Ottieni delle ottime attrezzature insieme alla possibilità di supportare i nostri contenuti: https://shop.nasaspaceflight.com/