TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’ultimo Covid: la pandemia “più vicina all’inizio che alla fine” tra nuove paure mutevoli | scienza | Notizia

Il dottor Brilliant ha lanciato il duro avvertimento e ha sottolineato la necessità di dosi di richiamo per gli anziani. “Penso che siamo più vicini all’inizio di quanto lo siamo ora [of the pandemic]E non è perché la variabile che stiamo esaminando ora durerà così a lungo”, ha detto il Dr. Brilliant a CNBC News.

“A meno che non vacciniamo tutti in più di 200 paesi, ci saranno ancora nuove varianti”.

L’esperto di malattie ha osservato che circa 100 paesi hanno vaccinato solo il cinque percento della loro popolazione.

Ha predetto che il Covid sarebbe diventato “un virus per sempre” come il virus dell’influenza, comunemente noto come influenza.

Un recente studio dell’Imperial College di Londra ha scoperto che le persone che hanno assunto due dosi del vaccino Covid avevano il 49% in meno di probabilità di contrarre il virus rispetto a quelle che non avevano ricevuto la vaccinazione.

Per saperne di più: la Gran Bretagna acquista 35 milioni di dosi di vaccino Pfizer

L’epidemiologo ha avvertito che potrebbero emergere più varianti in futuro.

“Avviso le persone che questa è la variante delta e non abbiamo esaurito le lettere greche, quindi potrebbero essercene altre”, ha detto il dott. Brilliant alla CNBC.

“E questo significa che tutti vengono vaccinati, non solo nella tua zona, non solo nella tua famiglia, non solo nel tuo paese, ma in tutto il mondo”.

Con l’avvicinarsi dell’autunno, la conversazione sulle iniezioni di richiamo è rilevante.

Il dottor Brilliant ha affermato che le persone di età pari o superiore a 65 anni dovrebbero ricevere un richiamo “immediato, altrettanto veloce quanto lo spostamento dei vaccini in quei paesi che non hanno avuto molte opportunità di acquistarli o accedervi”.