TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’italiano Lamond Marcel Jacobs afferma di aver scioccato l’uomo più veloce del mondo staccando Usain Bolt di 100 metri d’oro.

L’italiano Lamont Marcel Jacobs è diventato l’uomo più veloce del mondo quando ha vinto l’oro nella finale dei 100 metri maschili alle Olimpiadi di Tokyo di domenica, ora in pensione Usain Bolt negli ultimi 13 anni.

Jacobs ha stabilito un nuovo record europeo in 9,80 secondi, battendo il velocista americano Fred Kerley al secondo posto. Il tempo di 9,84 di Kerley è stato di 0,05 secondi più veloce del canadese Andre de Gross, che ha vinto il bronzo.

Sconosciuto a un parente, anche nel suo paese d’origine, Jacobs è stato un esperto di salto in lungo per molti anni e la sua più grande vittoria più grande è stata un 60m indoor ai Campionati Europei.

“Era un sogno diventato realtà”, ha detto ai giornalisti dopo l’evento.

Figlio di padre americano e madre italiana, è nato a El Paso, in Texas, ma si è trasferito in Italia da ragazzo quando l’esercito americano ha trasferito suo padre in Corea del Sud.

Scarica App di notizie della NBC Per notizie importanti e politica

Il suo percorso è stato molto più facile quando l’americano Trevor Bromel, che ha avuto il miglior tempo del mondo a Tokyo ed è stato il favorito dei pronostici, ha perso in finale.

La vittoria di Jacobs ha segnato un’occasione importante per l’Italia che ha festeggiato pochi minuti fa la medaglia d’oro del saltatore in alto Gianmarco Tampere. La coppia ha issato la bandiera nazionale dopo la gara dei 100 metri.

Con tutti i tempi di qualificazione delle semifinali maschili divisi per meno di due decimi, non c’è una chiara voglia di vincere.

READ  Costanza Coconzelli è diventata la prima donna italiana in meno di 59 secondi a 100 IM

Il cinese Xu Jintian, il primo cinese a raggiungere la finale dei 100 metri maschili, è passato alle semifinali in 9,83 secondi, un nuovo record asiatico. Ma non è riuscito a seguirlo in finale.

Nel salto in alto, Katteri ha condiviso l’oro del tamburello con Mudass Essa Parsim. Tamperi ha abbracciato il suo rivale dopo essere stato rilasciato con il suo grido primario prima di correre per lo stadio di Tokyo.

A un certo punto ha preso il buco di un vecchio attore che ha scritto “Road to Tokyo 2020 2021”. Anche lui percorreva il sentiero piangendo.