TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’insegnante di campagna di sinistra Pedro Castillo ha prestato giuramento come presidente del Perù | Perù

Un insegnante di una scuola rurale che non ha mai ricoperto incarichi pubblici ha prestato giuramento come nuovo presidente del Perù giurando di governare “per il popolo e con il popolo” in una cerimonia ricca di simbolismo storico per celebrare il bicentenario dell’indipendenza del Perù dalla Spagna.

Pedro Castillo, indossando il solito cappello di paglia a tesa larga, ha promesso cambiamenti drastici al paese nel suo discorso inaugurale, elogiando peruviani ed educatori indigeni e promettendo di combattere la corruzione, frenare i monopoli e aumentare la spesa pubblica per l’istruzione e la salute.

Non mancò il significato simbolico dell’occasione Castillo, figlio di contadini di campagna che non aveva imparato né a leggere né a scrivere. Questo paese è stato fondato sulla razza dei miei antenati. La storia del Perù messo a tacere è anche la mia.

Ma il leader sindacale 51enne dovrà affrontare enormi sfide mentre il Perù è alle prese con l’epidemia più mortale al mondo di Covid-19, combattendo con le tensioni all’interno del suo partito di sinistra Perú Libre e affrontando lo scarso sostegno del Congresso in un paese diviso.

Duecento anni dopo che il Perù ha cessato di essere una colonia spagnola, Castillo ha affermato che è stata la colonizzazione della Spagna a creare il “sistema delle caste” che ha seminato discordia tra i peruviani, con il re spagnolo Filippo VI seduto al suo posto.

Ha detto chiaramente: “I tre secoli durante i quali queste terre appartenevano alla corona spagnola hanno permesso loro di sfruttare i minerali che hanno contribuito a svilupparsi in Europa, in gran parte attraverso il lavoro di molti dei nostri antenati”.

In un gesto molto simbolico, ha detto che non avrebbe governato dal palazzo presidenziale della capitale, noto come “Casa di Pizarro” dopo il leader della conquista spagnola del Perù, Francisco Pizarro, che fondò Lima nel 1535.

Daremo questo palazzo al Ministero della Cultura in modo che possa essere utilizzato per mostrare la nostra storia dal suo inizio fino ad oggi”.

Ha detto che la sua prima priorità come presidente sarebbe quella di combattere la pandemia di COVID-19, che ha ucciso più di 196.000 peruviani e lasciato un bambino su 100 orfani, secondo uno studio di bisturi;

L’insegnante di 25 anni ha dichiarato un’emergenza nell’istruzione pubblica e si è impegnata ad aumentare il suo budget. Si è impegnato a creare un Ministero della Scienza e della Tecnologia e rinominare il Ministero della Cultura al Ministero delle Culture per riflettere i numerosi popoli indigeni del Perù.

Nonostante la sua promessa di cambiamenti radicali, c’è ancora incertezza sulla formazione del suo governo. Castillo ha rinviato a venerdì la nomina del suo gabinetto, che doveva essere annunciato mercoledì. Il suo primo ministro dovrebbe fare un annuncio giovedì in un viaggio nella regione andina di Ayacucho.

READ  'Non devi morire': Biden esorta gli americani a vaccinarsi, chiede incentivi - live | Notizie dagli Stati Uniti