TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Le prospettive di crescita del Regno Unito sono migliorate, ma la “cicatrice” economica della pandemia sarà la peggiore tra tutti i paesi del G7, secondo l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico | Notizie di affari

L’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) ha avvertito che l’economia britannica crescerà più rapidamente del previsto quest’anno e il prossimo, ma si prevede comunque che subirà il maggior danno economico a lungo termine per uno qualsiasi dei paesi del G7 sulla scia del pandemia.

L’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE), nella sua valutazione completa semestrale dello stato dell’economia globale, ha aggiornato in modo significativo le sue prospettive per la crescita economica del Regno Unito quest’anno e il prossimo, dal 5,1% al 7,2%. Quest’anno, dal 4,7% al 5,5% il prossimo anno.

La fondazione con sede a Parigi ha affermato che i miglioramenti, riflessi in molte delle principali economie, sono stati il ​​prodotto della diffusione dei vaccini nella maggior parte del mondo sviluppato.

Ma il capo economista Lawrence Boone ha avvertito che ci sono grandi divari tra ricchi e poveri.

“L’economia globale si sta attualmente dirigendo verso la ripresa, con molti attriti”, ha detto.

“Il rischio di non raggiungere un’adeguata crescita post-pandemia o di condividerla ampiamente è alto. Ciò dipenderà in gran parte dall’adozione di quadri politici flessibili e sostenibili e dalla qualità della cooperazione internazionale”.

immagine:
L’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico afferma che l’economia statunitense potrebbe finire per rafforzarsi a causa della pandemia

Tuttavia, l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico ha anche calcolato il potenziale cambiamento nelle proiezioni di crescita a lungo termine delle diverse economie, confrontando le sue ultime proiezioni del livello di reddito nazionale nel 2025 con le sue precedenti previsioni dell’epidemia.

Questo confronto dà un senso dell’impatto economico a lungo termine degli eventi recenti – che gli economisti definiscono “cicatrici”.

READ  Verso un'architettura finanziaria internazionale più flessibile

Sebbene abbia scoperto che gli Stati Uniti sembrano avere un reddito nazionale maggiore di quanto si pensasse in precedenza – in altre parole che il periodo della pandemia lo sta aumentando piuttosto che spaventandolo – la maggior parte degli altri paesi non è stata così fortunata.

Ha detto che con la produzione economica in calo in media dello 0,5% ogni anno nei prossimi quattro anni, il Regno Unito dovrà affrontare le più grandi cicatrici di qualsiasi economia del G7.

Il G7 include Stati Uniti, Giappone, Germania, Regno Unito, Francia, Italia e Canada.

L’OCSE Economic Outlook ha indicato che questo era più il risultato dell’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea che della stessa COVID: “Il Regno Unito potrebbe subire il calo maggiore tra i paesi del G7 (un calo di 0,5 punti percentuali all’anno), riflettendo in parte gli impatti negativi aggiuntivi Effetti collaterali dell’offerta dal 2021 dopo la Brexit “.