TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Le obbligazioni dell’Eurozona si sono stabilizzate prima dei libri paga statunitensi

* Rendimenti dei titoli di Stato nella periferia della zona euro tmsnrt.rs/2ii2Bqr

(Reuters) – I rendimenti delle obbligazioni dell’Eurozona sono rimasti sostanzialmente invariati venerdì mentre i trader attendono i dati sull’occupazione dagli Stati Uniti per ulteriori indizi sulla ripresa economica dalla pandemia di coronavirus.

I dati sui salari non agricoli statunitensi saranno rilasciati alle 12:30 GMT, che un sondaggio Reuters indica mostrerà che quasi 1 milione di posti di lavoro sono stati aggiunti all’economia ad aprile.

Il rendimento decennale della Germania, il principale indicatore per la regione, è aumentato di meno di 1 punto base a -0,23% a 0708 GMT.

“In termini di dati sui salari degli Stati Uniti di oggi, (il presidente Jerome) Powell ha in gran parte tolto l’entusiasmo dalla forte lettura attesa oggi poiché vorrà vedere una serie di buone letture prima di considerare qualsiasi cambiamento”, hanno detto ai clienti gli analisti di ING.

Gli analisti notano che i rendimenti del Tesoro in particolare, che sono strettamente legati alle obbligazioni tedesche, non sono riusciti a riprendersi molto con il rilascio dei recenti dati forti.

Mentre i dati continuano a segnalare segnali di ripresa economica, i rendimenti del Tesoro USA non sono riusciti a tornare ai massimi pre-pandemici toccati brevemente a marzo.

Le obbligazioni tedesche hanno sottoperformato mentre l’eurozona ha recuperato il ritardo con le vaccinazioni, con il rendimento tedesco a 10 anni recentemente salito al livello più alto da marzo 2020.

Jens Peter Sorensen, capo analista di Danske Bank, prevede scambi limitati sia in obbligazioni statunitensi che in obbligazioni dell’Eurozona a breve termine, dato il sostegno e la stabilità della banca centrale nelle misure di mercato basate sulle aspettative di inflazione.

READ  COVID-19: il numero di passeggeri aerei precipita, ma quali aeroporti hanno registrato il calo maggiore? | notizie di viaggio

Più tardi, venerdì, Moody’s esaminerà il rating del credito dell’Italia. Gli analisti di Commerzbank si aspettano che riconfermi il rating, attualmente un grado superiore a quello spazzatura.

Anche i rendimenti delle obbligazioni italiane si sono stabilizzati dopo una voce secondo cui il paese sovrano rilascerà obbligazioni trentennali che hanno portato alla svendita di giovedì.

Ciò si è aggiunto alla recente scarsa performance dovuta alla sovra-emissione e all’incertezza sul futuro del programma di acquisto di obbligazioni di emergenza della BCE.

Moody’s segue l’S & P, che ad aprile ha riaffermato il rating BBB dell’Italia – due tacche sopra junk e superiore alle principali agenzie di rating – in quanto bilancia la flessione legata all’epidemia finanziaria italiana con il sostegno della Banca Centrale Europea e dell’Unione Europea. (Preparato da Yörück Bahceli, montaggio di Gareth Jones)