TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Le 10 domande più frequenti su viaggi e ‘semafori’

Dall’inizio del terzo blocco quattro mesi fa, i viaggi internazionali per scopi non essenziali sono diventati illegali. Il divieto ai viaggi all’estero terminerà lunedì 17 maggio.

Dieci giorni prima, venerdì 7 maggio, il segretario ai trasporti Grant Shaps dovrebbe svelare il nuovo “sistema a semaforo”. Valuta i rischi che gli arrivi all’estero (compresi i vacanzieri di ritorno) rappresentano per la salute pubblica del Regno Unito.

I paesi e, in alcuni casi, le singole isole saranno classificati come rossi, ambra o verdi. I criteri sono: tassi di infezione da coronavirus, affidabilità dei dati, prevalenza di “varianti di preoccupazione”, capacità di sequenziamento genetico, rilascio di vaccini e passeggeri che comunicano attraverso i principali hub.

Solo le persone provenienti dai paesi della Lista Verde sfuggono all’autoisolamento, anche se devono pagare £ 100 o più per i test pre-partenza e post-arrivo.

Queste sono le dieci domande più comuni poste all’ufficio viaggi all’indirizzo L’indipendente.

In quali paesi sarai?

Al giorno d’oggi abbiamo un’enorme quantità di congetture e una quantità molto limitata di conoscenza.

Gibilterra, Islanda e Israele sembrano essere sicure della lista verde – mentre è probabile che l’Irlanda manterrà il suo status “soprannaturale”, senza grandi controlli per i viaggiatori che entrano nel Regno Unito grazie alla sua adesione alla CTA.

Finlandia e Norvegia stanno cercando sempre di più. L’Albania, a differenza dei suoi vicini balcanici, ha casi di coronavirus molto bassi e potenzialmente molto bassi.

Nessuno di questi paesi è un’enorme destinazione di mercato. I due principali contendenti per il sole dell’Europa meridionale sono Malta e il Portogallo.

Il ministro dei trasporti ha chiarito che gli stati del Golfo che sono i principali hub dell’aviazione – compresi gli Emirati Arabi Uniti e il Qatar – rimarranno nella Lista Rossa a tempo indeterminato, nonostante i progressi compiuti nei loro programmi di vaccinazione.

Ma l’Arabia Saudita, che ha relativamente pochi viaggiatori in transito, potrebbe entrare nella lista verde.

Alcune delle isole caraibiche sembrano fattibili, tra cui Antigua e Barbuda, Barbados e Santa Lucia.

READ  La pioggia cade per la prima volta sulla cima della calotta glaciale della Groenlandia | terra verde

Tra le isole atlantiche del Regno Unito, ci sono forti concorrenti: Ascension Island, Isole Falkland, Sant’Elena, Tristan da Cunha, Georgia del Sud e Isole Sandwich meridionali. Tecnicamente è possibile accedere a questi siti senza andare

Oltre a questi diciotto candidati, ci sarà un numero simile di posti nella lista che non sono collegati: o non consentono ai turisti britannici di entrare in qualsiasi momento presto, oppure è impossibile raggiungerli senza attraversare gli stati ambra o rosso.

I membri più importanti della categoria “Nessun visitatore, per favore” sono Australia, Nuova Zelanda, Singapore, Corea del Sud e Taiwan, oltre a numerosi paesi del Pacifico meridionale: Isole Cook, Kiribati, Samoa, Isole Salomone, Tonga e Vanuatu .

Due settimane fa, le Fiji sembravano certe, ma ora il suo status è in dubbio a causa del recente aumento del numero di casi.

La categoria “inaccessibile” comprende Bhutan, Territorio antartico britannico, Territorio britannico dell’Oceano Indiano, Isole Marianne Settentrionali, San Marino (senza sbocco sul mare in Italia), Isole Vergini americane, Wallis e Futuna.

Si tratta di un approccio “solo per l’Inghilterra” o di un approccio a quattro nazioni da parte del Regno Unito nel suo insieme?

Tecnicamente, la dichiarazione è specifica per l’Inghilterra, poiché Scozia, Galles e Irlanda del Nord prenderanno le proprie decisioni. Ma con il Galles e la Scozia nel bel mezzo delle elezioni e l’Irlanda del Nord in tumulto politico con le dimissioni del Primo Ministro, probabilmente non sono in grado di aderire a questo approccio. Mi aspetto che questo accada all’inizio della prossima settimana.

Con che frequenza cambierà l’elenco?

Ogni tre settimane, sebbene possano essere apportate modifiche urgenti, potenzialmente inserendo un paese in una categoria più severa, in qualsiasi momento.

Le prime tre date chiave sono il 28 maggio, il 18 giugno e il 9 luglio.

Non è chiaro quanto velocemente le decisioni di cambiamento avranno effetto, ma se un paese viene inserito nella “lista verde”, rischia di passare all’ambra nel prossimo rimpasto di governo.

READ  Migliaia di persone si radunano a Londra per prendere parte alla marcia di solidarietà con la Palestina | Londra

Posso passare da altri paesi tra i paesi della Lista Verde e il Regno Unito senza penalità?

No, l’unico margine di manovra possibile è guidare attraverso la Francia senza interagire con nessuno e poi prendere l’autobus Eurotunnel da Calais a Folkestone. Ma poiché è improbabile che qualsiasi punto all’interno del campo pratica sia elencato in verde, questa è un’opzione attualmente discutibile.

Se la mia destinazione diventa gialla o rossa, posso ottenere un rimborso?

Nel caso in cui il viaggio continui – sia che si tratti di un volo o di una vacanza – non hai automaticamente diritto al rimborso. La compagnia di viaggio può adempiere al suo obbligo contrattuale di portarti a destinazione – il fatto che tu stia affrontando la quarantena al tuo ritorno non è un loro problema.

In pratica, tuttavia, la maggior parte delle compagnie cancellerà i voli in partenza per le località della Lista Rossa e molte cancelleranno anche i voli per la Lista Ambra. Quando ciò accade, hai diritto a un rimborso completo.

Se il viaggio continua, una buona compagnia offrirà un coupon.

Posso ottenere un’assicurazione di viaggio perché la mia destinazione sia sulla lista rossa o gialla?

No, quella che chiamo “Copertura per il cambio del semaforo” non esiste e non credo che nessuna compagnia di assicurazioni di viaggio sarebbe disposta a offrire una simile polizza. Il governo sta chiarendo che qualsiasi paese può passare a una categoria più severa in qualsiasi momento.

Il potenziale colpo finanziario derivante dalla riduzione delle fasce verdi dal costo di una vacanza costosa se il cambiamento avviene prima di un viaggio al costo della quarantena dell’hotel e alla perdita di stipendio. Il calcolo del rischio è impossibile, perché non ci sono dati storici utili. La compagnia di assicurazioni dovrebbe valutare il premio così alto che nessun viaggiatore ragionevole lo toccherebbe.

READ  I numeri dei vaccini Covid realizzati in India e cosa significano per i viaggi in Europa EU

Un portavoce della principale compagnia di assicurazioni di viaggio, Staysure, ha dichiarato: “Se un viaggio viene annullato o riprogrammato a causa di un cambiamento nel colore del semaforo, il fornitore di servizi di viaggio è spesso in grado di apportare queste modifiche direttamente con il cliente senza la necessità di effettuare un reclamo.

“Se non funziona, Staysure non coprirà l’evento se è dovuto solo ai cambiamenti del semaforo”.

La vaccinazione renderà la mia vita più facile quando tornerò in Gran Bretagna?

No. Potresti trovare sorprendente che il governo del Regno Unito consideri le vaccinazioni del Regno Unito irrilevanti dal punto di vista dell’arrivo nel Regno Unito.

Anche i bambini dovrebbero essere messi in quarantena?

Si.

Posso lasciare di nuovo il Regno Unito prima della fine della quarantena?

Sì, a patto che tu vada direttamente all’aeroporto / stazione ferroviaria internazionale / porto dei traghetti. Nei viaggi di durata inferiore a otto giorni, non è necessario prenotare un secondo test PCR dopo l’arrivo. Ma in un viaggio molto breve nel Regno Unito devi comunque prenotare un test per il secondo giorno, anche se non lo superi.

C’è qualche possibilità che le carote ottengano uno status verde?

Si. Grant Shaps afferma di voler continuare l ‘”approccio dell’isola” che il Regno Unito ha infine adottato nel settembre 2020. Anche l’obbligo di ri-quarantena di tutti gli arrivi significava che i visitatori di alcune isole spagnole, portoghesi e greche non dovevano essere messi in quarantena al ritorno a il Regno Unito.

Può essere espanso in altre parti del mondo, tra cui l’arcipelago dell’Oceano Indiano e le isole del Pacifico come le Isole Galapagos e l’Isola di Pasqua.