TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’attivista Minnow sta combattendo una battaglia con il gigante della difesa Leonardo

Profumo è stato condannato a sei anni di carcere, una multa di 2,5 milioni di euro e il divieto di dirigere un’azienda per due anni. Profumo mantiene la sua innocenza e fa appello.

Leonardo ha rifiutato di essere licenziato. Un portavoce dell’azienda afferma: “Secondo la legge italiana, non ci sono condizioni perché possa cessare la carica di amministratore delegato di Leonardo, infatti, la sentenza non è definitiva e resta sospesa fino a quando non può essere impugnata ai sensi della legge italiana.

Ma Bivona la considera una questione etica. “L’Italia è un posto divertente. È un paese divertente. Ma credo proprio che il condannato per falso in bilancio non debba essere l’amministratore delegato di una società quotata”.

I campioni degli investitori britannici sono d’accordo. “Nel Regno Unito si sarebbe dimesso”, afferma Cliff Witt di ShareSoc.

I dipendenti del governo governativo stanno monitorando la situazione. Ministero della Difesa “continua[s] Per monitorare la situazione molto da vicino “, ha detto un funzionario di Bivona in una lettera a novembre.

Bivona ha continuato la sua campagna su diversi fronti. Ha tentato, e non è riuscito, di intentare una “pretesa di responsabilità” contro Profumo all’assemblea generale annuale di Leonardo. Possiede solo 25 azioni Leonardo, ma ha convinto l’influente consulente del rivenditore Glass Lewis a sostenere la sua mossa.

Negli Stati Uniti, potrebbe aver avuto un ruolo nel dirottare la piega di Leonardo da 600 milioni di dollari (423 milioni di sterline) dal braccio dell’elettronica militare statunitense.

Dopo aver ritirato il loro debutto in borsa il 24 marzo, i presidenti hanno indicato condizioni di mercato “avverse”, con addetti ai lavori che incolpano i piani di Joe Biden di tagliare la spesa per le forze armate.

READ  I mercati europei sono aperti alla chiusura e la decisione sui tassi di interesse della Banca centrale europea è al centro dell'attenzione

Bivona si oppone a questo account e insiste sul fatto che le condizioni di mercato sono migliorate in modo significativo. Sostiene che gli investitori statunitensi sono rimasti inorriditi dalla revisione del prospetto IPO flottante condotta il 23 marzo, che, a seguito di una sua lettera alla SEC, ha evidenziato il potenziale danno alla reputazione derivante dalla decisione di frode di Profumo.

Bivona continua a fare pressione sulle autorità italiane e britanniche affinché intervengano e rimuovano Profumo, deludenti addetti ai lavori. Lo vedono come un personaggio “lupo solitario” con una vendetta contro il loro CEO.

Bevona non va in scena. “In una certa misura, hanno ragione”, dice. “Perché sono stato io a capire che lo erano [committing] Falsificazione. Sono stato io a testimoniare in tribunale “.