TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’assassino di Robert F Kennedy ha concesso la libertà vigilata dopo 53 anni di carcere

Da allora, sono emerse diverse teorie cospirative sulla sparatoria, inclusa la convinzione che ci fosse un secondo sicario.

Questa convinzione è stata rafforzata dalla registrazione di un nastro in cui sono stati uditi 13 colpi della pistola di Sarhan, che è in grado di sparare solo otto proiettili.

Alla sua udienza per la libertà vigilata del 2016, uno dei feriti nell’attacco ha testimoniato che un altro sicario aveva sparato al signor Kennedy.

Ma la testimonianza non ha convinto la commissione per la libertà vigilata ad accettare il rilascio di Sarhan.

Tra coloro che sostengono il rilascio di Sarhan c’è Robert Kennedy Jr., uno dei figli del senatore, che ha dichiarato al Washington Post nel 2018 di credere che qualcun altro fosse l’assassino.

Tuttavia, il signor Kennedy non è stato coinvolto nel processo sulla parola.

L’appello è stato sostenuto anche da Douglas, uno dei figli di Kennedy, che era un bambino al momento della sparatoria.

Paul Shred, un dirigente sindacale e amico di Mr. Kennedy, anch’egli ferito nell’incidente, ha chiesto il rilascio di Sarhan.

“Ha avuto il suo tempo”, ha detto Schrade a ITN in una recente intervista. “Quando parliamo di giustizia in America, dobbiamo parlare di giustizia per Sarhan”.

Angela Berry, l’avvocato di Sarhan, ha detto che intende concentrare l’ultimo appello sulla sua fedina penale.

“Non possiamo cambiare il passato, ma non è stato condannato all’ergastolo senza possibilità di libertà condizionale”, ha detto all’agenzia di stampa Associated Press.