TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’amministratore delegato del rivenditore di lusso LuisaViaRoma Andrea Panconici sulla strategia di espansione negli Stati Uniti

La città culturalmente ricca di Firenze, nel cuore della civiltà occidentale, è anche sede di molti avamposti delle più prestigiose università americane. Questo fatto non è sfuggito all’icona del retail di lusso italiano LuisaViaRoma, che è stata fondata lì nel 1930. Secondo il CEO Andrea Panconese, nipote di Luisa Jacquen che ha aperto un negozio di cappelli in tutta Roma 91 anni fa, alcuni dei loro migliori clienti e il loro primo bene clienti – Studenti americani Studiare all’estero a Firenze. Da allora LuisaViaRoma è diventata leader nel mercato del lusso online con Luisaviaroma.com. Panconesi ha ora messo gli occhi sul recupero di questo cliente nativo americano con il contenuto unico, la strategia filantropica e l’innovazione per cui è noto il mercato multimarca. Secondo Panconesi, uno dei motivi della spinta è stato il successo di Luisaviaroma.com durante la pandemia. “La nostra crescita del mercato globale è stata del 35 percento durante la pandemia, con i nostri clienti italiani che sono cresciuti al 66 percento. Vogliamo che gli Stati Uniti crescano tanto quanto l’Italia nei primi quattro anni, per ripetere quell’esperienza”.

LVR lancio della rivista

Per raggiungere questi obiettivi, Panconesi ha scelto Kate Davidson Hudson, ex esperta di contenuti digitali Editorialist.com e lei La rivista come caporedattore presto in lancio LVR Magazine, una rivista digitale trimestrale con piani per numeri speciali di stampa. Davidson Hudson porta la sua intuizione ed esperienza per coinvolgere le vendite attraverso contenuti avvincenti con una visione stagionata del mercato statunitense. LuisaViaRoma occupa uno spazio di mercato unico, offrendo offerte esclusive a marchi emergenti e sfruttando ciò che è rilevante e avvincente; li ho visti come avere accesso interno agli ultimi marchi di moda di lusso”. Nonostante avesse intenzione di prendersi una pausa dopo il suo ultimo progetto, l’ex editor e co-fondatrice di Editoriliast.com è stata costretta a offrire la proposta di valore di coinvolgere un pubblico americano da aggiungere ai 120 milioni di visualizzazioni uniche al mese tra l’app e il sito web. “La loro portata e il loro tasso di conversione sono salutari; è un pubblico coinvolto”, osserva, aggiungendo: “Il lusso è vivo e vegeto negli Stati Uniti ed esiste l’opportunità di aumentare l’attuale penetrazione del mercato del 12% negli Stati Uniti e in Canada”.

La prima versione sarà rilasciata in digitale a settembre con un approccio “contenuto originale avvincente che guida le vendite”. Inoltre, per soddisfare il desiderio dei clienti con sede negli Stati Uniti di un eccellente servizio clienti, comodità ed esperienza online. Il contenuto editoriale includerà marchi e prodotti non venduti sul sito e-commerce italiano; Ad esempio, puoi fare clic su una delle borse firmate di Chanel per vedere dove si trova. Per valorizzare tutto ciò, Luisaviaroma.com offrirà funzionalità di alta conversazione con personal shopper che possano aiutare il lettore a localizzare un articolo non solo sulla piattaforma. “I clienti di lusso non vogliono andare in cinque luoghi diversi; vogliono un unico punto di contatto. Condensando il servizio clienti in acquisti di persona, offriamo contenuti personalizzati 2.0 perché ogni lettore può accedere all’articolo”.

approccio caritatevole

Sia personalmente che commercialmente, Panconesi crede nel fare del bene con la sua fortuna. (LuisaViaRoma avrebbe fatturato nel 2019 più di 165 milioni di euro). Pertanto, uno dei momenti salienti dell’evento è stato l’evento di raccolta fondi UNICEF LUISAVIAROMA X lanciato nel 2018. “È stata mia figlia a dire che voleva fare qualcosa per aiutare i bambini”, ha detto Panconese. Ha suggerito di prendere un partner perché la raccolta di fondi di beneficenza non era l’esperienza della famiglia. Dopo due anni a Porto Cervo, in Sardegna, l’evento si è spostato a Capri, in Italia, lo scorso anno nonostante la pandemia, raccogliendo 8 milioni di euro nei primi tre anni, un fatto di cui Panconesi è orgoglioso poiché è stato allevato principalmente da italiani che non lo fanno. Non godono del beneficio delle detrazioni fiscali per le donazioni di beneficenza. “Essendo un marchio privato, possiamo fare quello che vogliamo con i nostri soldi; investiamo i nostri soldi dove crediamo che possa fare la differenza per un buon scopo”.

Quest’anno l’evento ha tenuto la sua seconda edizione di Capri pochi giorni prima di questa intervista. I titoli e i presentatori hanno incluso Katy Perry, John Legend, Orlando Bloom, Heidi Klum, Vanessa Hudgens, Carolina Kurkova e altri. (Perry, Bloom e Klum sono tutti ambasciatori di buona volontà dell’UNICEF.) Questo evento ha caratterizzato l’auto da corsa del 1961 di Steve McQueen, una Harley Davidson del 1971 creata da Elvis Presley.
Maiale
, opere originali di Pablo Picasso, Andy Warhol, Alexander Calder e Slim Aarons e una serie di eventi di viaggio di gruppo di lusso, secondo quanto riferito, hanno raccolto altri 5 milioni di euro. Inoltre, una parte del ricavato devoluto andrà a restaurare La Certosa di San Giacomo a Capri, antico monastero dove si è svolto l’evento.

Nonostante l’impressionante portata dell’evento, che attira l’attenzione su questa istituzione italiana, Panconesi non è ancora all’altezza di quanto spendono i concorrenti sostenuti dagli hedge fund per gli sforzi di marketing per Google
Il Google
e Facebook. “La mia esperienza mi dice che se investi in una buona causa, otterrai il doppio dell’importo”, spiega della sua strategia filantropica. I risultati ottenuti durante la pandemia lo confermano.

Al-Rasikh crede che per aiutare a rafforzare la spinta del mercato statunitense, lui e il suo team stanno già pianificando un altro evento dell’UNICEF a St. Barths alla fine di dicembre, dove si esibirà Dua Lipa. Un altro motivo caro all’amministratore delegato dell’azienda a conduzione familiare è l’ambiente. Il sito Web memorizza gran parte degli articoli considerati “sostenibili” sotto il tag LVRSustainable. Inoltre, quest’anno segna la partnership di moda ufficiale con Extreme E, una nuova gara fuoristrada di SUV elettrici che si tiene in cinque regioni più colpite dai cambiamenti climatici nel tentativo di evidenziare questo problema. Il team Panconesi ha reclutato due fotografi premiati, Luca Locatelli e Gabriele Galimberti e il giornalista Raffaele Panizza. Quest’ultimo documenta i viaggi sui canali di comunicazione elettronica attraverso la campagna #MyEIB, ovvero My Earth Is Beating.

Innovatori silenziosi

Il novantacinque per cento di LuisaViaRoma Il lavoro è derivato dal sito web, con una sola posizione fisica. Attualmente, non ci sono piani di espansione per aprire negozi fisici permanenti. Con un unico sito Web di vendita al dettaglio, sono stati i primi ad abbracciare una presenza di e-commerce, una piattaforma di acquisto all’ingrosso e un inventario digitale. (Panconesi ricorda che i suoi colleghi stavano disperatamente cercando di capire il suo primo sistema di gestione dell’inventario che avrebbe usato sul suo laptop durante gli appuntamenti di mercato, dove molti rivenditori usano ancora metodi manuali fino a poco tempo fa.) “Vent’anni fa, ho realizzato Assumere ingegneri dall’università di Pisa per aiutare a tradurre il programma manuale che ho iniziato 35 anni fa per organizzare acquisti e magazzinaggio.

Poiché hanno un solo flagship store, l’integrazione sia di un sito Web fisico che di comunicazione elettronica è sempre stata simbiotica. Al contrario, altri rivenditori stanno ancora assorbendo il vantaggio di un’esperienza di acquisto fisica e digitale completamente integrata per il consumatore. Questo alla fine porta a una maggiore soddisfazione del consumatore quando il prodotto desiderato può essere ottenuto ovunque si trovi

Poi vengono le app di gioco. Con Marco Retrati, Head of Digital Marketing e un team di professionisti di LuisaViaRoma, ha fondato Avawear per promuovere la simbiosi tra mondo reale e virtuale attraverso la tecnologia. Il loro primo progetto è MOD4, che combina esperienze di acquisto del mondo reale con giochi virtuali interattivi, che ha registrato più di 200.000 download nei primi sei mesi. È stata recentemente annunciata una partnership con DRESSX, la nuova piattaforma di abbigliamento digitale lanciata nel luglio 2020 da Daria Shapovalova e Natalia Modenova, che non genera rifiuti, emissioni di carbonio o sostanze chimiche nella sua produzione.

Forse la curiosità è il motivo per cui Panconesi è così attratto dall’innovazione, ma MOD4 è anche strategico. “Il mio sogno era integrare il mondo fisico e quello visivo, soprattutto perché il virtuale rappresenta il futuro. Mia mamma ha la vera borsa Gucci, ma la figlia può giocare con la versione digitale della borsa sull’avatar”. Questa tecnologia gli consente di coinvolgere la prossima generazione di acquirenti.

sogni futuri

Solo perché Panconesi non chiede l’apertura di più avamposti per un luxury store fiorentino non significa che non veda la necessità di spazi fisici. Attribuisce la sensibilità dello stile italiano ai negozi multimarca in altre 200 piccole città d’Italia. “Un negozio insegnerà a più generazioni gli ultimi stili e la qualità; vestirsi bene fa parte del lusso qui in Italia”, ha affermato. Ma lo spazio fisico può fare di più che fornire un guardaroba. Il CEO immagina un luogo in cui le generazioni più giovani si incontrano. “Il mio sogno è creare un luogo in cui i giovani si riuniscano; non possono più farlo. Sarà un posto dove mangiare, lavorare e magari comprare qualcosa”, ha detto, sottolineando che non sarebbe un posto dove comprare l’intero Inventario LuisaViaRoma ma una scelta organizzata. Idealmente, lo vede nelle aree suburbane, dove “è facile avere successo come in 5NS il modo.”

Questi sono 5NS Gli acquirenti di Avenue che saranno presumibilmente clienti statunitensi di Luisaviaroma.com. Con il lusso in aumento e il mercato desideroso di innovazione e servizio personalizzato, è un momento eccellente per perseguire gli obiettivi del mercato americano. Un ostacolo nella cultura del consumo che vuoi ora è che il loro magazzino è a Firenze, in Italia, il che significa che ci vogliono almeno due giorni dal tempo di spedizione negli Stati Uniti. Ma Panconesi protegge che man mano che il coinvolgimento aumenta, sia attraverso contenuti, competenze o coinvolgimento attraverso i valori aziendali da dare, l’attesa sarà valsa la pena.

READ  Rapporto sul segmento di mercato migliore: AM Best mantiene una prospettiva stabile per il settore assicurativo italiano dei danni