TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La Terra ha un “battito cardiaco” di 27,5 milioni di anni, ma non sappiamo cosa lo causi

Negli ultimi 260 milioni di anni, dinosauri Andava e veniva, Pangea si è divisa nei continenti e nelle isole che vediamo oggi e gli umani hanno cambiato rapidamente e irreversibilmente il mondo in cui viviamo.

Ma nonostante tutto, la Terra sembra aver tenuto il tempo. Un nuovo studio sugli antichi eventi geologici suggerisce che il nostro pianeta ha un “battito cardiaco” lento e costante di attività geologica ogni 27 milioni di anni circa.

Questo impulso di eventi geologici a grappolo – tra cui attività vulcanica, estinzioni di massa, riorganizzazione delle placche e aumento del livello del mare – è un ciclo di maree catastrofiche di 27,5 milioni di anni incredibilmente lento. Ma fortunatamente per noi, il team di ricerca rileva che abbiamo altri 20 milioni di anni prima del prossimo “impulso”.

“Molti geologi credono che gli eventi geologici siano casuali nel tempo”, ha affermato Michael Rampino, geologo della New York University e autore principale dello studio.

“Ma il nostro studio fornisce prove statistiche per un ciclo comune, indicando che questi eventi geologici sono correlati piuttosto che casuali”.

Il team ha eseguito una nuova analisi delle età di 89 eventi geologici ben compresi degli ultimi 260 milioni di anni.

Come puoi vedere dal grafico qui sotto, alcuni di quei tempi sono stati difficili, con più di otto di questi eventi che hanno cambiato il mondo che si sono raggruppati su scale temporali geologicamente piccole, formando un “impulso” catastrofico.

(Rampino et al., Le frontiere delle scienze della terra, 2021)

“Questi eventi includono tempi di estinzioni marine e non marine, eventi ipossici negli oceani, eruzioni continentali di inondazioni basaltiche, fluttuazioni del livello del mare, pulsazioni globali del magma intra-placca e tempi di cambiamenti nei tassi di diffusione del fondale marino e riorganizzazione delle placche”, La squadra scrive sul proprio foglio.

READ  I test rapidi Covid utilizzati dagli scolari sono stati sottoposti a screening per contenere istruzioni errate

“I nostri risultati indicano che gli eventi geologici globali sono generalmente interconnessi e sembrano venire come pulsazioni con un ciclo base di 27,5 milioni di anni”.

I geologi studiano da tempo un possibile corso di eventi geologici. Negli anni ’20 e ’30, gli studiosi dell’epoca hanno suggerito che la documentazione geologica ha un ciclo di 30 milioni di anni, mentre i ricercatori negli anni ’80 e ’90 hanno utilizzato i migliori eventi geologici dell’epoca per fornire loro una gamma di “impulsi” che vanno in lunghezza da 26,2 a 30,6 milioni di anni.

Ora, tutto sembra andare bene: 27,5 milioni di anni sono corretti su ciò che ci aspettavamo. un Studia alla fine dell’anno scorso dagli stessi autori hanno sottolineato che questo segno di 27,5 milioni di anni è il momento in cui si verificano anche estinzioni di massa.

“Questo documento è molto buono, ma in realtà penso che il miglior documento di ricerca su questo fenomeno sia stato [a 2018 paper by] Muller e Dutkiewicz”, ha detto a ScienceAlert il geologo tettonico Alan Collins dell’Università di Adelaide, che non è stato coinvolto in questa ricerca.

Il documento del 2018, dei ricercatori di Università di Sydney, hanno esaminato il ciclo del carbonio della Terra e la tettonica delle placche, e sono giunti anche alla conclusione che il ciclo è lungo circa 26 milioni di anni.

Collins ha spiegato che in questo ultimo studio, molti degli eventi esaminati dal team sono causali, nel senso che uno causa direttamente l’altro, quindi alcuni degli 89 eventi sono correlati: ad esempio, eventi ipossici che causano estinzioni marine.

READ  Il primo ministro Boris Johnson annuncerà come il governo del Regno Unito ripristinerà le "libertà delle persone"

Ha aggiunto: “Detto questo, questo ciclo di 26-30 milioni di anni sembra reale e per un periodo di tempo molto più lungo – inoltre non è chiaro il motivo!”

Un’altra ricerca di Rampino e del suo team Colpi di cometa suggeriti Il motivo potrebbe essere che un ricercatore spaziale ha persino suggerito che il responsabile sia il Pianeta X.

Ma se la Terra ha davvero un “battito cardiaco” geologico, potrebbe essere dovuto a qualcosa di un po’ più vicino a casa.

“Queste pulsazioni periodiche di tettonica e Cambiamento climatico Potrebbe essere il risultato di processi geofisici legati alla dinamica delle placche tettoniche e dei pennacchi del mantello, oppure potrebbe essere guidato da cicli astronomici associati ai movimenti della Terra nel sistema solare e nella galassia. La squadra scrive nei loro studi.

La ricerca è stata pubblicata in Le frontiere delle scienze della terra.