TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La principessa Diana domina ‘Dune’ al Festival di Venezia

VENEZIA, ITALIA – L’epopea di fantascienza ambientale “Dune Part 1” e “Spencer”, un fantasy oscuro sulla principessa Diana, entrambi in anteprima mondiale, hanno dominato il Festival del cinema di Venezia venerdì.

“Dune”, una rielaborazione del romanzo di Frank Herbert e della versione cinematografica di David Lynch dei primi anni ’80, è stata rappresentata dal regista Denis Villeneuve (“Sicario”) e da non meno di sei titoli importanti: Javier Bardem, Oscar Isaac, Rebecca Ferguson, Josh Brolin, Timothée Chalamet e Zendaya.

Villeneuve, 53 anni, ama il libro fin dall’infanzia. Quando Frank Herbert scrisse ‘Dune’ negli anni ’60, stava dipingendo un quadro del ventesimo secolo, ma divenne il massimo del ventunesimo secolo.

Si tratta della fusione tra religione e politica, del pericolo delle figure cristiane e del problema dell’ambiente.

“Questo libro è sembrato essere più importante nel corso degli anni. Vorrei che non fosse così, ma penso che questo film parlerà al mondo più di quanto non facesse 40 anni fa”, ha detto Villeneuve.

Da tifoso prima e da regista poi, qual è il suo più grande ostacolo?

Il regista Denis Villeneuve e l’attore Timothée Chalamet appaiono nella chiamata fotografica per “Dune”. (Per gentile concessione della Biennale di Venezia)

“La cosa più grande è stata padroneggiare la poesia di Timothy. È vivo! Ho dovuto dirigerlo da vicino”, ha scherzato, aggiungendo: “La sfida più grande è che il libro è così ricco e la sua forza sta in ogni suo dettaglio e nel trovare l’equilibrio per qualcuno che non conosce affatto il libro.”

Per quanto riguarda lo standard che questa nuova “duna” deve raggiungere per vedere la “Parte seconda”, ha detto, “Vedremo come andrà”.

“Alla fine, questi sono tempi difficili per tutti e prima ci sentiamo al sicuro. Ma esorto il pubblico a guardarlo sul grande schermo perché è quasi un’esperienza fisica, un film il più coinvolgente possibile. Per me, il il grande schermo fa parte del linguaggio”.

READ  I gruppi di ristoranti italiani potrebbero riaprire

—————————————

La star di “Spencer” Kristen Stewart nei panni della principessa Diana in un fatidico fine settimana con i reali quando prende una decisione che cambia la vita quando divorzia dal principe Carlo.

Non sarebbe una regina, ha detto Pablo Larrain, il regista cileno che ha lavorato allo stesso film con “Jackie”, uno sguardo immaginario alla first lady vedova che ha nominato Natalie Portman per l’Oscar come migliore attrice. Larren chiama “Spencer”, “una fiaba gotica”.

——————————————

Maggie Gyllenhaal è andata dietro la macchina da presa per la sua prima uscita con “The Lost Daughter”, la prima di Venezia. La vincitrice del premio Oscar Olivia Colman interpreta un professore dell’Università di Cambridge in vacanza in Grecia in questo adattamento dell’omonimo romanzo di Elena Ferrante.

Maggie Gyllenhaal appare in una conferenza stampa per la sua prima regia, “The Lost Daughter”. (Per gentile concessione della Biennale di Venezia)

Come Almodóvar “Parallel Mothers”, che ha aperto il festival, è il ritratto di una madre imperfetta.