TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La NASA lancia due affascinanti missioni su Venere nella speranza di scoprire se è abitabile come la Terra e come è diventata un inferno

La NASA dice che lancerà due missioni su Venere nella speranza di capire di più sul mondo infernale.

Un tempo, si pensava che i nostri vicini planetari più prossimi fossero piuttosto carini e potenzialmente abitabili per la vita aliena. Ha molte caratteristiche simili alla Terra e potrebbe aver avuto oceani e un’atmosfera come la nostra.

Ma ora il mondo è diventato spesso come l’inferno. Fa molto caldo, con nuvole di acido solforico.

Per molto tempo, il pianeta è stato visto come un po’ trascurato dal pubblico e dagli scienziati, che si sono concentrati su mondi più famosi e meglio studiati come Marte. Ma il pianeta Venere è riapparso l’anno scorso, quando gli scienziati hanno rivelato di aver trovato segni che potrebbero indicare la presenza di vita aliena che vive su questo pianeta in questo momento.

Il pianeta diventerà più concentrato dopo che la NASA avrà selezionato due missioni per visitarlo come parte del concorso Discovery. La NASA ha affermato che le due missioni – denominate DaVinci+ e Veritas – sono state scelte da una rosa di quattro, selezionate attraverso un processo competitivo e una revisione tra pari e sulla base del loro “potenziale valore scientifico e fattibilità dei loro piani di sviluppo”.

Entrambi riceveranno circa 500 milioni di dollari e dovrebbero essere lanciati intorno al 2028-2030.

Davinci+ sta per Venus’ Deep Atmosphere Exploration of Noble Gases, Chemistry, and Imaging e mirerà a misurare l’atmosfera su Venere, con l’obiettivo di capire come si è formata e poi si è evoluta. Questa ricerca potrebbe anche rivelare se un pianeta ha il proprio oceano.

Consisterebbe in una palla che scende attraverso la spessa atmosfera del pianeta, effettuando misurazioni mentre cade nel tentativo di capire com’è oggi l’atmosfera densa di una serra.

READ  La NASA potrebbe provare il suo primo volo in elicottero su Marte lunedì

Trasmetterà anche le prime immagini ad alta risoluzione di “tessere” sul pianeta, caratteristiche uniche che potrebbero essere simili ai continenti sulla Terra. Sarà la prima missione statunitense a studiare l’atmosfera in 40 anni al momento del suo lancio.

Veritas sta per Venus Emissivity, Radio Science, InSAR, Topography e Spectroscopy e osserverà il pianeta stesso. I dati inviati verranno nuovamente utilizzati per ricerche che cercheranno di determinare come è andata la sua storia e perché si è evoluta in modo così diverso dalla Terra.

Cercherà di raccogliere informazioni sui suoi modelli di superficie, costruire una mappa 3D della sua topografia e raccogliere informazioni per capire se potrebbe contenere placche tettoniche e vulcani.

Cercherà anche di capire che tipo di rocce stanno risalendo il pianeta e se il vapore acqueo viene spinto nell’atmosfera da vulcani attivi.

“Stiamo accelerando il nostro programma di scienze planetarie con un’ampia esplorazione di un mondo che la NASA non visita da più di 30 anni”, ha dichiarato in una nota Thomas Zurbuchen, amministratore associato della NASA per la scienza.

“Utilizzando tecnologie all’avanguardia sviluppate dalla NASA e perfezionate in molti anni di missioni e programmi tecnologici, stiamo entrando in un nuovo decennio di Venere per capire come un pianeta simile alla Terra potrebbe diventare una serra.

I nostri obiettivi sono profondi. Non solo comprendere l’evoluzione e l’abitabilità dei pianeti nel nostro sistema solare, ma estendersi oltre questi limiti agli esopianeti, è un’area di ricerca eccitante ed emergente per la NASA”.

L’agenzia spaziale ha detto che sarebbe stato come guardare di nuovo il pianeta.

“È incredibile quanto poco sappiamo di Venere, ma i risultati combinati di queste missioni ci parleranno del pianeta dalle nuvole nel cielo attraverso i vulcani sulla sua superficie fino al suo nucleo”, ha affermato Tom Wagner, scienziato del programma Discovery della NASA. “Sarebbe come se riscoprissimo il pianeta”.

READ  Il missile incontrollabile della Cina: quando e dove si schianterà al suolo il Long March 5B?

Due “Tech Show” voleranno insieme alle missioni principali. Veritas trasporterà un orologio atomico che testerà le apparecchiature che potrebbero essere utilizzate per consentire ai veicoli spaziali di manovrare da soli e migliorare la scienza radiofonica; Davinci+ avrà uno spettrometro utilizzato per cercare di identificare qualcosa nell’atmosfera di Venere che assorbe fino alla metà dell’energia solare che la colpisce.