TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La metà di tutti gli adulti in Gran Bretagna sarà vaccinata con il vaccino Covid entro la fine della settimana

La metà di tutti gli adulti in Gran Bretagna sarà vaccinata con entrambi i Covid entro la fine della settimana con Matt Hancock che elogia la start-up come un “ progresso fantastico ”

  • I dati ufficiali mostrano che 39.068.346 persone hanno ricevuto la prima vaccinazione contro la malattia di Covid
  • Il numero di pazienti ospedalizzati in trattamento per il virus è diminuito nonostante la variante indiana
  • Il numero di decessi è leggermente aumentato, con 59 decessi registrati negli ultimi sette giorni, con un aumento del 44 per cento

Tre quarti degli adulti riceveranno almeno un vaccino Covid entro pochi giorni e quasi la metà verrà vaccinata con entrambe le dosi entro la fine della settimana.

Come ultima pietra miliare nell’approccio eccezionale del programma di vaccinazione della Gran Bretagna, i dati ufficiali di ieri hanno mostrato che 39.068.346 persone hanno ricevuto il primo vaccino e 24.892.416 hanno ricevuto il secondo.

Mentre il ministro della Salute Matt Hancock ha elogiato i “ notevoli progressi ”, il numero di pazienti Covid in cura in ospedale ha continuato a diminuire nonostante un aumento dei casi che coinvolgono l’alternativa indiana. Solo 870 persone infette dal Coronavirus vengono curate negli ospedali del Regno Unito, il numero più basso da metà settembre.

Ieri, i dati ufficiali hanno mostrato che 39.068.346 persone sono rimaste ferite dal primo proiettile in Gran Bretagna

Ma i decessi e i ricoveri sono aumentati leggermente. Negli ultimi sette giorni, sono stati registrati 59 decessi correlati a Covid, in aumento del 44% rispetto alla settimana precedente, e 870 nuovi ricoveri, con un aumento del 23%.

READ  L'Irlanda difende la causa per i piccoli stati mentre l'OCSE si muove verso un accordo fiscale globale

Anche i casi sono aumentati del 23% su base settimanale, con 21.469 registrati negli ultimi sette giorni.

Tuttavia, i timori che una campagna di vaccinazione possa essere ostacolata dall’esitazione o dall’apatia nei confronti del vaccino nei gruppi più giovani appaiono infondati. Più della metà dei trentenni in Inghilterra è già stata accoltellata, sebbene gli inviti siano stati inviati a quel gruppo solo due settimane prima.

Sir Simon Stevens, CEO di NHS England ha dichiarato: “Questo successo non è una felice coincidenza, ma piuttosto il risultato di mesi di attenta pianificazione, duro lavoro e dedizione da parte del personale NHS”.

Il segretario alla sanità Matt Hancock ha elogiato

Il segretario alla sanità Matt Hancock ha elogiato i “progressi impressionanti” del programma di vaccinazione

Arriva quando il cancelliere Rishi Sunak ha affermato che non è certo che avverrà una revoca totale delle restrizioni Covid, prevista per il 21 giugno. In un’intervista con The Mail on Sunday, ha detto: “Impareremo di più con l’avvicinarsi della data”. Ma ha detto di essere fiducioso che l’economia si riprenderà di nuovo grazie ai 140 miliardi di sterline di risparmi raccolti durante il blocco.

Il Sig. Hancock ha esortato coloro che hanno diritto alla vaccinazione, inclusa la stragrande maggioranza degli adulti, ad accettare l’offerta, aggiungendo: “I vaccini salvano vite, sono sicuri ed efficaci e la nostra via d’uscita da questa devastante epidemia”.

Il ritmo veloce significa che i ministri sono sempre più fiduciosi di raggiungere l’obiettivo di fornire un primo successo a tutti i diciottenni entro la fine di luglio. Ora stanno guardando alla campagna di richiamo autunnale in cui gli over 50 possono ottenere una terza iniezione, forse un vaccino diverso da quello che hanno già ricevuto.

L’idea è di fornire una protezione più ampia contro Covid “mescolando e abbinando” un vaccino come Pfizer o AstraZeneca con un altro vaccino.

Uno degli otto vaccini testati nello studio “COV-Boost” finanziato dal governo nel terzo è il vaccino a iniezione singola Janssen, che è stato approvato venerdì dall’Agenzia di regolamentazione dei medicinali e dei prodotti sanitari. È stato efficace all’85% nell’arresto della grave malattia di Covid negli studi.

Una fonte governativa ha indicato che alcune delle 20 milioni di dosi richieste di Janssen potrebbero essere utilizzate come stimolatori se la sperimentazione avesse avuto successo.

Nel frattempo, ieri sera è stato riferito che i ministri non avevano rivelato la presenza dell’alternativa indiana nel Regno Unito per due settimane dopo essere stati allertati. Il Sunday Times ha riferito che la Public Health England ha lanciato l’allarme il 1 aprile, ma nessuna dichiarazione ufficiale è stata rilasciata fino al 15 aprile. L’India non è stata inserita in una “lista rossa” per i viaggi fino al 23 aprile.

Durante quelle tre settimane, ha detto, più di 20.000 passeggeri avevano viaggiato in Gran Bretagna dall’India.

Annunci