TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La maggior parte delle imprese familiari fallisce davvero alla terza generazione?

Se sei un fan di HBO Successione, o se hai familiarità con le lotte che generalmente e sempre infuriano tra alcune delle aziende familiari più visibili al mondo, prendi in considerazione Murdoch o Redstone estivo Famiglia – Si potrebbe presumere che le imprese familiari siano più fragili di altre forme di organizzazione. In effetti, questa è la saggezza convenzionale: molti articoli o discorsi sulle imprese familiari oggi includono un riferimento alla “regola delle tre generazioni”, che afferma che la maggior parte non sopravvive per più di tre generazioni.

Ma questa percezione non potrebbe essere più lontana dalla verità. In media, i dati mostrano che le imprese familiari durano molto più a lungo delle normali imprese. Infatti oggi dominano la maggior parte delle liste Le aziende più longeve al mondo, e Sono in una buona posizione per rimanere competitivi al 21strada economia del secolo.

Uno studio decenni fa

Da dove nasce l’idea della terza generazione? uno degli anni ’80 uno studio Aziende manifatturiere dell’Illinois. Questo studio è alla base della maggior parte dei fatti menzionati sulla longevità delle imprese familiari. I ricercatori hanno preso un campione di aziende e hanno cercato di vedere quali erano ancora operative durante il periodo studiato. Poi hanno raggruppato le aziende in blocchi trentennali, che rappresentano grosso modo le generazioni. Solo un terzo delle imprese familiari in questo studio è arrivato alla seconda generazione e solo il 13% è arrivato alla terza generazione.

Alcune note sullo studio:

Innanzitutto, i suoi risultati primari sono spesso descritti in modo errato. Molti descrivono i risultati per dire che solo un terzo delle aziende familiari li produce per seconda generazione. Ma lo studio in realtà dice che un terzo ce la fa Attraverso La fine della seconda generazione, cioè sessant’anni. Questa è una differenza di trent’anni nella longevità del lavoro, quindi scegli attentamente le tue parole!

In secondo luogo, i ricercatori hanno scoperto che il 74% delle imprese familiari dura da almeno trent’anni, il 46% da sessant’anni o più e il 33% da novant’anni o più. Quello che lo studio non ha detto è come si confronta con altri tipi di società. un uno studio Delle 25.000 società quotate in borsa dal 1950 al 2009, ho scoperto che sono durate, in media, circa quindici anni, o anche una generazione. inoltre, I tempi di consegna dell’S&P 500 si stanno riducendo. Se l’azienda media entrasse nell’indice nel 1958, vi rimarrebbe per sessantuno anni. Nel 2012 la durata media era scesa a diciotto anni. Boston Consulting Group analizzando Nel 2015 è stato scoperto che le società pubbliche negli Stati Uniti affrontano un “rischio di uscita” a cinque anni del 32%, il che significa che quasi un terzo di esse scomparirà nei prossimi cinque anni. Confronta questo rischio con 5% di rischio affrontato dalle aziende pubbliche nel 1965.

READ  Chiuso per affari: l'amministrazione del Ground Rent ha intentato una causa di sfratto contro il Gramercy Park Hotel

Infine, lo studio non offre alcuna idea del motivo per cui alcune aziende stanno scomparendo. Certo, le faide familiari e i problemi aziendali hanno danneggiato alcuni, ma in altri casi i proprietari potrebbero aver semplicemente venduto la loro attività e avviato una nuova attività. Questo è lontano da un “fallimento”.

La leggenda delle tre generazioni

Ci sono molte versioni della leggenda di terza generazione. È l’origine dell’espressione “dalle maniche alle camicie”, che indica che i soldi fatti da una generazione di imprenditori sono andati persi al tempo dei loro nipoti. Si trova anche nel proverbio brasiliano, “Padre ricco; nipote povero di figlio nobile”. Molti paesi hanno una versione di questo detto.

Il mito delle tre generazioni è così pervasivo che può diventare una profezia che si autoavvera per le aziende familiari che credono che le probabilità di un successo a lungo termine siano contro di loro. Questo è quello che è quasi successo a una famiglia di imprenditori di successo che abbiamo consigliato, che un membro del consiglio indipendente ha affermato che per garantire la sopravvivenza della loro attività, dovrebbero Non Passalo alla prossima generazione.

I fratelli si preoccupavano profondamente della loro attività e delle persone che vi lavoravano. Hanno anche apprezzato molto l’idea di lasciare l’attività in eredità alle loro famiglie piuttosto che spendere i soldi e dare il ricavato alla generazione successiva. Quindi, quando erano pronti per andare in pensione, si preoccupavano di vendere l’azienda ai loro manager non familiari di lunga data o di passare la proprietà alla generazione successiva. I consigli dei membri del consiglio hanno fatto pensare loro di dover scegliere tra rendere la loro azienda longeva e mantenerla in famiglia. Ma sentivano che questa era una scelta sbagliata, e così decisero di provare la proprietà della famiglia.

È stata una mossa saggia: i fratelli stanno per passare la proprietà alla generazione successiva e l’azienda sta prosperando con l’aiuto di manager non familiari che lavorano per colmare il divario tra i proprietari in pensione e i loro successori.

READ  La Bottega di Mangia: Pasta artigianale e drogheria italiana

Quindi, c’è qualcosa nella leggenda delle tre generazioni? Certo, alcune famiglie passano dalla povertà all’abbondanza e viceversa, ma in media non lo fanno. Coloro che salgono in cima alla scala della ricchezza tendono a rimanerci per molto tempo. Questo è ciò che Gregory Clark, un economista dell’Università della California, Davis, ha scoperto quando ha condotto un corso intensivo Ricerca sulla mobilità sociale Attraverso le generazioni: le famiglie ricche di solito rimangono ricche e le famiglie povere rimangono povere. Alla fine, c’è una regressione in media, ha scritto, “Il processo può richiedere da 10 a 15 generazioni (da 300 a 450 anni)”. Allo stesso modo, quando gli economisti della Banca d’Italia Ha studiato registri fiscali a Firenze nel 1427 e nel 2011Hanno scoperto che i lavoratori ad alto reddito di oggi “erano già in cima alla scala sociale ed economica sei secoli fa”.

In breve, anche se la tua azienda di famiglia fallisce, non devi preoccuparti che la ricchezza che ha creato per te evapori.

Pensa alle generazioni, non ai quarti

La longevità delle imprese familiari è importante non solo per i loro proprietari ma anche per l’economia. Secondo l’US Census Bureau, le imprese familiari, le imprese in cui due o più membri della famiglia esercitano il controllo, contemporaneamente o consecutivamente, rappresentano Circa il 90% delle aziende americane. Di dimensioni variabili da partnership di due persone a fortuna 500 Aziende, queste aziende rappresentano la metà dell’occupazione della nazione e la metà del prodotto nazionale lordo degli Stati Uniti.

Le imprese familiari possono rimanere la principale fonte di occupazione a livello nazionale e? In tutto il mondo Il lungo termine? La risposta è si.

La ragione di ciò sono le scelte che fanno. Piuttosto che essere ossessionate dal raggiungimento di obiettivi di guadagni trimestrali, come nel caso delle aziende pubbliche, le aziende familiari tendono a pensare in termini di generazioni, consentendo loro di intraprendere azioni che le mettano in una posizione migliore per superare tempi difficili.

Ad esempio, Robinson Lumber Company, fondata nel 1893 e con sede a New Orleans, è oggi di proprietà e gestita dalla quinta generazione della famiglia fondatrice. Al centro del loro successo c’è un modo di fare affari che mette la sopravvivenza a lungo termine al di sopra dei profitti a breve termine. L’azienda vende una gamma di prodotti in legno che se si stesse costruendo un’azienda da zero, non avrebbe senso combinarli in un’unica attività. Altri tipi, colori e tendenze sono entrati e passati di moda nel corso degli anni, quindi di solito alcuni prodotti dell’azienda funzionano bene, mentre altri no. In quei tempi, potrebbe essere più redditizio rinunciare a prodotti impopolari a favore di artisti esistenti, ma così facendo rischieresti all’azienda di essere irrilevante quando i gusti cambiano di nuovo.

READ  Italian Ice in Jeremiah ha in programma di aprire un negozio a Cedar Park a maggio

Inoltre, come molte aziende familiari, Robinson Lumber non prende molto in prestito dalla banca. Il debito è un ottimo modo per finanziare la crescita e l’equità, ma mette anche a rischio l’azienda durante le inevitabili flessioni dell’economia. Le imprese familiari durano più a lungo perché sono in grado di pagare il prezzo che la longevità richiede.

Un futuro luminoso dopo l’epidemia

Rispetto alle società pubbliche più ampiamente possedute, le imprese familiari tendono a prosperare quando i tempi si fanno difficili. L’epidemia ne ha dato prova. Sebbene poche aziende siano state immuni alle sfide della pandemia, le imprese familiari sembrano essere in una posizione migliore rispetto ai loro concorrenti.

A dicembre del 2020, noi Sondaggio Le aziende familiari di tutto il mondo (140 partecipanti provenienti da cinque continenti che rappresentano più di 25 industrie) hanno trovato ottimismo sul fatto che non solo avevano resistito al peggio, ma si aspettavano di raccogliere guadagni nei prossimi mesi. Il sessantotto percento degli intervistati ritiene che avranno operazioni più efficienti quando la pandemia sarà finita. Più della metà crede che ci saranno nuove opportunità di lavoro, processi decisionali più efficienti e opportunità di apprendimento per la prossima generazione. Anche al culmine della pandemia, il 25% degli intervistati riteneva che la propria quota di mercato non solo sarebbe durata, ma sarebbe aumentata nei prossimi anni.

La proprietà familiare porta un vantaggio competitivo in situazioni che richiedono flessibilità piuttosto che una rapida crescita. Le aziende familiari, con i loro proprietari vicini all’azienda, possono adattarsi rapidamente alle mutevoli circostanze e bilanciare le necessità di navigare attraverso l’attuale crisi con le implicazioni a lungo termine in mente. Ciò significa lavorare sodo non solo per risparmiare denaro, ma anche per garantire il benessere dei dipendenti e delle comunità. in molti studiLe imprese familiari hanno dimostrato di essere migliori datori di lavoro e cittadini della comunità rispetto ai loro coetanei non a conduzione familiare. Questo è un netto vantaggio competitivo, che esemplifica al meglio il capitalismo.