TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La caduta al suolo del missile cinese “fuori controllo” potrebbe in parte sfuggire al ritorno | spazio

Parte di un enorme razzo che ha lanciato la prima unità cinese della Stazione Spaziale di Tianhe si sta ritirando sulla Terra e potrebbe innescare un ritorno incontrollato in un punto di atterraggio sconosciuto.

Il nucleo March 5B lungo 30 metri è stato sparato La principale unità “Heavenly Harmony” senza pilota In orbita terrestre bassa il 29 aprile da Wenchang nella provincia cinese di Hainan.

Quindi il Long March 5B entrò in orbita temporanea, aprendo la strada a una delle più grandi operazioni di rientro incontrollate di sempre. Alcuni esperti temono che possa atterrare su un’area popolata.

“Probabilmente non sarà una buona cosa”, ha detto Jonathan McDowell, astrofisico presso il Center for Astrophysics dell’Università di Harvard.

“L’ultima volta che hanno lanciato un missile Long March 5B, sono finiti con grandi e lunghe aste di metallo che volavano nel cielo e danneggiavano molti edifici in Costa d’Avorio”, ha detto.

La maggior parte è bruciata, ma c’erano enormi pezzi di metallo che hanno colpito il suolo. Siamo molto fortunati e nessuno si è infortunato “.

Martedì, il nucleo orbitava intorno alla Terra ogni 90 minuti a una velocità di circa 27.600 km / he un’altitudine di oltre 300 km. L’esercito degli Stati Uniti lo ha chiamato 2021-035B e il suo corso può essere visto Su siti web incluso orbit.ing-now.com.

Celestial Harmony: la Cina lancia la prima unità della sua nuova stazione spaziale - video
Celestial Harmony: la Cina lancia la prima unità della sua nuova stazione spaziale – video

Dal fine settimana, la sua altitudine è scesa a quasi 80 chilometri e SpaceNews riferisce che le osservazioni a terra fatte da dilettanti hanno mostrato che si stava deteriorando piuttosto che sotto controllo. Questo, e la sua velocità, rendono impossibile prevedere dove scenderà quando l’atmosfera terrestre finalmente lo abbatterà, sebbene McDowell abbia detto che il risultato più probabile è che cadrà in mare, con l’oceano che copre circa il 71% del pianeta.

Ma McDowell dice che alcune delle parti del missile sopravviveranno al rientro e che sarebbe “l’equivalente di un piccolo aereo che si schianta su una distanza di 100 miglia”.

Dal 1990, niente più di 10 tonnellate è stato deliberatamente lasciato in orbita per essere nuovamente incustodito. Si ritiene che lo stadio base del Long March 5B sia di circa 21 tonnellate.

“La cosa brutta è che è davvero negligenza da parte della Cina”. McDowell ha detto: “Cose che pesano più di dieci tonnellate, non le lasciamo cadere dal cielo involontariamente incustodite”.

Sulla base della sua orbita attuale, il missile passa sul terreno fino a New York, Madrid e Pechino e fino a sud fino al Cile meridionale e Wellington, in Nuova Zelanda, e può rientrarvi in ​​qualsiasi punto all’interno di questa regione.

Grazie alla sua velocità, un piccolo cambio di rotta può fare la differenza dove va a finire. Dovrebbe tornare sulla Terra il 10 maggio, più o meno due giorni.

McDowell ha affermato che una volta che sarà chiaro in quale giorno tornerà sulla Terra, gli esperti potranno prevedere il suo tempo di atterraggio entro sei ore.

Il lancio del missile faceva parte di 11 missioni pianificate nell’ambito della costruzione della stazione spaziale cinese, che dovrebbe essere completata alla fine del 2022. La stazione spaziale a forma di T dovrebbe pesare circa 60 tonnellate, che è molto più piccola. rispetto alla Stazione Spaziale Internazionale. , Che ha lanciato la sua prima unità nel 1998 e pesa circa 408 tonnellate.

La stazione spaziale cinese avrà un porto di attracco e sarà anche in grado di comunicare con un satellite cinese. In teoria può essere espanso fino a sei unità.

READ  Infine, il mistero delle nane bianche con campi magnetici elevati può essere risolto