TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Kamala Harris subisce un battesimo accidentato a causa dell’immigrazione durante il suo primo viaggio all’estero | Kamala Harris

Kamala Harris è tornata negli Stati Uniti dal suo primo viaggio all’estero e dalla sua grande prova da quando è diventata vicepresidente – e ha affrontato il tema scottante dell’immigrazione – ed è stata criticata per il suo duro messaggio “non venire” agli immigrati disperati e lei ambivalenza sulla visita Il confine tra Stati Uniti e Messico.

Harris è tornato negli Stati Uniti da un viaggio di tre giorni in Guatemala e Messico mentre Joe Biden si è recato nel Regno Unito mercoledì per il suo primo progetto all’estero da quando ha vinto la Casa Bianca.

La sua visita potrebbe essere ad alto rischio, destinata a rassicurare gli alleati europei e affrontare la Russia dopo l’era di divisione di Donald Trump.

Ma l’incursione di breve durata di Harris non sarà mai facile nemmeno, con l’obiettivo di affrontare le “cause profonde” delle centinaia di migliaia di immigrati che intraprendono il pericoloso viaggio verso il confine meridionale dell’America, cercando di entrare negli Stati Uniti.

La maggior parte cerca di entrare illegalmente o cerca di appellarsi alle autorità di frontiera per consentire loro di richiedere asilo attraverso i tribunali statunitensi.

Con fattori come la povertà e la corruzione del governo, l’eredità della guerra e della dittatura e molti ostacoli esterni come l’assistenza alla politica centroamericana per decenni, qualsiasi viaggio di un nuovo presidente o vicepresidente degli Stati Uniti è irto di un alto rischio di fallimento.

Inoltre, le nuove tendenze come l’aumento dell’immigrazione forzata dalla crisi climatica hanno assicurato che Harris non sarà mai in grado di realizzare riforme in un solo viaggio.

Ma sebbene i suoi ospiti abbiano dichiarato le sue visite un successo, la “linea dura” che ha adottato con i leader sulla corruzione è stata oscurata da un’intervista imbarazzante e Contanti tedofori progressisti negli Stati Uniti come la deputata di New York Alexandria Ocasio-Cortez per le sue sfacciate dichiarazioni contro gli immigrati.

Ocasio-Cortez Harris ha chiamato su Twitter, dicendo che i suoi commenti erano “deludenti da vedere”.

“In primo luogo, chiedere asilo a qualsiasi confine degli Stati Uniti è un modo legale al 100% per accedere”, ha detto la deputata, aggiungendo: “In secondo luogo, gli Stati Uniti hanno trascorso decenni a contribuire al cambio di regime e alla destabilizzazione in America Latina. Non possiamo fare a meno di impostare la casa di qualcuno in fiamme. Allora lo biasimiamo per la fuga.”

Molti gruppi per i diritti umani parla anche tu Per criticare i commenti di Harris.

Con l’accelerazione degli attraversamenti illegali negli Stati Uniti attraverso il confine tra Stati Uniti e Messico durante i primi mesi dell’amministrazione Biden, con le autorità di frontiera statunitensi che hanno riferito di aver incontrato quasi 19.000 bambini non accompagnati che attraversavano a marzo, la pressione su Harris è stata intensa.

Biden l’ha incaricata di occuparsi in particolare della questione dei confini, all’interno della più ampia politica di immigrazione, poiché le prime settimane della sua presidenza hanno caratterizzato rapporti severi e foto di bambini detenuti nei centri di detenzione sul lato americano del confine, con un processo sociale legale e sopraffatto sistemi.

Complessivamente, ad aprile sono stati segnalati oltre 170.000 scontri alle frontiere, tra migranti, per lo più centroamericani, e autorità statunitensi, il livello più alto da oltre 20 anni.

Harris, che ha subito pressioni a casa per visitare il confine tra Stati Uniti e Messico da quando le è stato assegnato il ruolo, ma non ha ancora concentrato la sua visita di tre giorni sullo sviluppo economico, il clima e l’insicurezza alimentare.

In Guatemala, dove negli ultimi mesi quasi la metà dei migranti si è radunata al confine con gli Stati Uniti, Harris e il presidente, Alejandro Giamatti, hanno espresso ottimismo sulla possibilità di lavorare insieme.

L’amministrazione Biden ha stanziato quasi 4 miliardi di dollari in impegni per aiutare ad affrontare le “cause profonde” dell’immigrazione. Inoltre, Harris è stata anche sincera nella sua lettera dicendo che “l’obiettivo del nostro lavoro è aiutare i guatemaltechi a trovare speranza nella loro patria”.

Ma è stato quando Harris ha detto in un discorso: “Voglio essere chiaro per le persone in questa regione che stanno pensando di fare questo pericoloso viaggio verso il confine tra Stati Uniti e Messico: ‘Non venire, non venire'” ha cambiato tutto nel panorama politico e mediatico statunitense.

È un messaggio non dissimile da quello che le persone nell’amministrazione Biden hanno inviato pubblicamente in precedenza. Ma la dura dichiarazione, che in realtà è stata fatta in un paese in cui la disperazione spinge le persone a dirigersi negli Stati Uniti, ha suscitato una forte risposta.

Ocasio-Cortez ha definito i suoi commenti “deludenti” e ha notato che era legale chiedere asilo negli Stati Uniti dalla persecuzione in un altro paese.

Harris ha risposto solo in modo obliquo, dicendo: “Sono molto chiaro: dobbiamo affrontare le cause alla radice e questa è la mia speranza. Punto”.

Harris è stata anche costretta a respingere le critiche secondo cui non ha ancora visitato il confine tra Stati Uniti e Messico da quando è diventata vicepresidente. Tali visite sono un’opportunità fotografica rischiosa per i leader che desiderano dimostrare le proprie credenziali di politica estera e interna.

Ha affrontato l’argomento in modo imbarazzante quando le è stato chiesto in un’intervista televisiva mattutina perché non ha visitato il confine quest’anno, dicendo che non aveva nemmeno visitato l’Europa.

“Beh, stiamo andando al confine”, ha aggiunto Harris. NBC News anchor Lester Holt. “Dobbiamo fare i conti con quello che sta succedendo al confine, su questo non ci sono dubbi”.

Passando da un breve soggiorno in Guatemala a Città del Messico, Harris ha cercato di rassicurare i residenti poveri e minacciati dell’America Latina martedì che gli Stati Uniti hanno “il potere di dare alle persone un senso di speranza” e si concentrano su risultati “tangibili” “al contrario a grandi gesti”.

Il presidente messicano Andres Manuel Lopez Obrador ha affermato che il Messico sta attraversando una fase completamente nuova delle relazioni con gli Stati Uniti.

È stato un viaggio importante, ha detto al Guardian Eduardo Gamara, professore di relazioni internazionali alla Florida International University. “Harris ha fatto una dichiarazione molto importante in termini di confutazione della posizione repubblicana secondo cui i democratici gestiscono una politica di ‘confini aperti’, e ha chiarito molto a Giamatti che gli Stati Uniti sono disposti a investire, ma che ci devono essere grandi cambiamenti nel modo in cui la corruzione è trattato.

Kamala Harris chiede di non andare al confine tra Stati Uniti e Messico - VIDEO
Kamala Harris chiede di non andare al confine tra Stati Uniti e Messico – VIDEO

READ  Le crepe repubblicane si allargano sei mesi dopo la sconfitta di Donald Trump