TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Joshua v. Fury deve affrontare un nuovo ostacolo dopo la sentenza statutaria sulla lotta Wilder | boxe

Prevista lotta per il titolo mondiale per Tyson Fury nei pesi massimi Anthony Joshua Sembra che sia caduto in sospetto a causa di una sentenza legale americana.

Fury ha annunciato questa settimana che il duo britannico si affronterà in Arabia Saudita Il 14 agosto gli viene ora detto che deve prima combattere una terza battaglia contro Deontay Wilder.

Secondo quanto riferito, uno degli arbitri negli Stati Uniti ha sostenuto l’affermazione di Wilder secondo cui era prevista contrattualmente un’altra riunione, che dovrebbe aver luogo prima del 15 settembre di quest’anno. Anche se la decisione non rovinerà necessariamente l’accordo Fury-Joshua, richiederà ulteriori negoziati e un sostanziale guadagno per convincere Wilder a dimettersi.

Fury e Wilder hanno preso una decisione divisa nel dicembre 2018 a Los Angeles, prima che Fury vincesse il loro secondo incontro fermandosi al settimo round nel febbraio dello scorso anno. I tentativi di assicurarsi una terza battaglia furono complicati dall’infortunio di Wilder e dalla mancanza di appuntamenti televisivi disponibili, il che spinse Fury ad andare avanti partendo dal presupposto che qualsiasi accordo fosse scaduto.

L’annuncio di Fury che metterà il suo titolo WBC contro le cinture Joshua WBA, WBO e IBF e le metterà alla prova in un cortile al coperto appositamente costruito vicino alla capitale saudita Riyadh sembra un passo più vicino alla conferma.

Ma i promotori – che non erano immediatamente disponibili per un commento – devono riconsiderare i termini dell’accordo imminente, poiché i piani per incontri consecutivi tra la coppia britannica sembrano particolarmente insicuri.

READ  Nadal, Djokovic i teenager più lontani