TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Italia e UniCredit prolungano le trattative per la cessione del Monte dei Paschi – fonti

MILANO (Reuters) – Unicredit (CRDI.MI) e Tesoro prolungheranno le trattative per la cessione della banca statale Monte dei Paschi di Siena dopo un’esclusiva di mercoledì, due persone chiuse. Ha detto alla materia.

La seconda banca italiana ha concordato a fine luglio di avviare trattative esclusive per valutare l’acquisto di “parti selezionate” del Monte dei Paschi (MPS), detenuto al 64% dal Tesoro dopo il salvataggio del 2017.

Le parti hanno concordato le linee guida di un accordo al momento in cui l’operazione dovrebbe lasciare inalterate le riserve di capitale di UniCredit e aumentare l’utile per azione di almeno il 10%.

Non hanno fissato alcuna scadenza ufficiale per un accordo e le fonti hanno affermato che i colloqui si estenderanno probabilmente oltre il periodo esclusivo di 40 giorni e forse si estenderanno oltre le elezioni suppletive di Siena previste per il 3 e il 4 ottobre.

Le due persone hanno affermato che i colloqui continueranno nelle prossime settimane indipendentemente dal fatto che il periodo di esclusività venga esteso.

L’amministratore delegato di UniCredit Andrea Orsel ha dichiarato lo scorso luglio che la sua banca e il Tesoro stavano cercando di raggiungere una decisione il prima possibile.

L’accordo consentirà all’Italia di onorare gli impegni di riprivatizzazione assunti con le autorità dell’UE al momento del salvataggio di MPS. Ma il costo dell’accordo per i contribuenti italiani, compresi i contanti per finanziare tagli di posti di lavoro che potrebbero interessare fino a un terzo della forza lavoro esistente di MPS, complica le cose.

MPS è il più grande datore di lavoro privato di Siena, con Enrico Letta, leader del PD – parte del governo di coalizione del presidente del Consiglio Mario Draghi – in corsa per un seggio in Parlamento.

READ  Il ministro federale della sanità Mansukh Mandavia incontra i ministri della salute di Regno Unito, Brasile e Italia | Notizie dall'India

I banchieri UniCredit guidati dal veterano CEO Andrea Maffezzoni e dal nuovo dipendente Giacomo Marino si sono riversati nei libri contabili di MPS nelle ultime settimane per decidere quali asset rilevare.

UniCredit si lascerà alle spalle tutti i prestiti MPS in sofferenza e tutti i prestiti che ritiene probabile che andranno in default. La banca sarà inoltre tutelata dai rischi legali derivanti da cattiva gestione.

La Banca di Milano vuole che l’accordo rafforzi la sua presenza nel centro-nord Italia, mentre dovrebbe lasciare filiali nel sud più povero del paese per la Millennium Challenge Corporation, di proprietà statale.

Segnalazioni aggiuntive di Valentina Za a Milano e Giuseppe Fonte a Roma; Montaggio di Jane Merriman

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.