TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il test rapido Covid in Inghilterra potrebbe essere ridotto a causa di falsi positivi | Corona virus

Gli alti funzionari del governo hanno sollevato preoccupazioni “urgenti” circa l’espansione di massa dei test rapidi sul coronavirus, stimando che almeno il 2-10% dei risultati positivi potrebbe essere accurato in luoghi con bassi tassi di Covid, come Londra.

Boris Johnson la scorsa settimana ha esortato tutti in Inghilterra a prendere una decisione Due test rapidi a settimana Nella più grande espansione del programma di test multimiliardario finora.

Tuttavia, le e-mail trapelate viste dal Guardian mostrano che gli alti funzionari stanno ora considerando di ridurre i test diffusi per le persone senza sintomi, a causa di un numero crescente di falsi positivi.

In una e-mail, Ben Dyson, direttore esecutivo della strategia del Dipartimento della salute e consigliere del segretario alla sanità Matt Hancock, ha sottolineato la “necessità piuttosto urgente di prendere decisioni” sul “punto in cui smettiamo di fornire test asintomatici”.

Il 9 aprile, il giorno in cui tutti sono entrati Inghilterra È stato in grado di ordinare i test LFD due volte a settimana, Dyson ha scritto: “Ad oggi, una persona che ottiene un risultato LFD positivo (ad esempio) Londra ha nella migliore delle ipotesi una probabilità del 25% di essere un vero positivo, ma se fosse un sé -test segnalato probabilmente fino al 10% (assumendo un ottimista sulla privacy) o al 2% (assumendo uno più pessimista). ”

Ha aggiunto che il comitato esecutivo del dipartimento, che include Hancock e NHS Il responsabile del test e del tracciamento, Dido Harding, dovrà presto decidere se richiedere ai soggetti di autoisolarsi prima che il test PCR cessi di essere ragionevole nelle aree a bassa infezione dove c’è un’alta probabilità che un risultato positivo sia falso.

L’accuratezza dei test rapidi sul coronavirus e il modo in cui vengono implementati sono stati al centro di mesi Discussione nel Regno Unito. La percentuale di falsi positivi – in cui alle persone viene erroneamente detto di avere il virus – aumenta quando la prevalenza della malattia diminuisce. Ciò accade perché anche se il numero di veri positivi diminuisce, i test producono all’incirca lo stesso numero di falsi positivi, il che significa che la percentuale di falsi positivi diventa maggiore.

Ciò significa che a migliaia di persone può essere erroneamente chiesto di isolarsi e perdere guadagni o istruzione a causa di risultati imprecisi. Il governo ha consigliato a chiunque sia risultato positivo a un test rapido di eseguire un test di follow-up del test PCR e di autoisolarsi fino a ottenere un risultato negativo, ma Alcuni esperti Ha detto che questo processo è molto lento e che è più probabile che un secondo test di flusso laterale produca il risultato corretto.

I dati forniti dai funzionari del governo stimano che solo 1 risultato positivo su 10 è probabile che sia accurato a Londra, nel sud-est e nel sud-ovest dell’Inghilterra, dove c’è meno Covid-19 in circolazione. In Inghilterra nel suo complesso, si stima che solo il 38% dei test auto-riportati sia ritenuto accurato, in base all’attuale prevalenza della malattia. Il Guardian ha anche appreso il pubblico Salute PHE ha sollevato preoccupazioni su un piano per i test di massa, giorni prima che fosse annunciato il 5 aprile.

Il professor John Simpson, capo della consulenza, orientamento e competenza in materia di sanità pubblica presso la PHE, ha dichiarato ai funzionari del dipartimento di Hancock che la strategia non sembra essere supportata da prove.

Ha scritto: “Siamo un po ‘preoccupati che questa proposta non fornisca le prove necessarie per giustificare l’estensione del test nel metodo proposto, non prenda in considerazione approcci alternativi per raggiungere l’obiettivo generale (ridurre la trasmissione di comunità), né lo fa fornire un quadro di valutazione che consentirebbe di determinare se l’approccio sta già realizzando ciò che intendeva.

I test collettivi sono stati al centro del piano del governo per liberare il Regno Unito dal blocco, insieme al programma di vaccinazione. Il governo ha acquistato milioni di test a flusso laterale come parte del budget di 37 miliardi di sterline per test e tracciamento NHS.

Il Ministero della Salute e del Welfare ha affermato che tutte le politiche di test sono state sottoposte a una valutazione continua, ma “non ci sono piani per interrompere il programma globale”. Ha aggiunto: “Senza sintomi del virus Covid-19 che compaiono in circa una persona su tre, test regolari e rapidi sono uno strumento essenziale per controllare la diffusione del virus in quanto facilita le restrizioni catturando casi che altrimenti non sarebbero stati rilevato.

“Tutti in Inghilterra ora hanno accesso ai test rapidi due volte a settimana, in linea con le linee guida cliniche. Il test rapido rileva i casi rapidamente, il che significa che i casi positivi possono essere isolati immediatamente, e i numeri mostrano che per ogni 1.000 test a flusso laterale eseguiti, ci è inferiore a un risultato falso positivo. “

I ministri hanno difeso le loro preoccupazioni sull’accuratezza dei test di flusso laterale Innova affermando che solo un test su 1.000 produrrà un falso positivo. L’entusiasmo del governo per i test rapidi di successo ha diviso gli esperti. Sono più economici e più veloci dei test PCR gold standard e sono bravi a trovare i casi più contagiosi e quelli che potrebbero non essere trovati altrimenti, ma hanno maggiori probabilità di produrre risultati falsi.

dati Ottenuto dalla BBC Dei 26 m di test a flusso laterale a marzo, è emerso che su 30.904 risultati positivi, l’82% era vero e il 18% falso positivo. I livelli di coronavirus erano più alti a marzo e da allora sono diminuiti, il che significa che da allora la percentuale di falsi positivi aumenterà.

La stragrande maggioranza di questi test sono stati condotti anche sotto supervisione nelle scuole, dove La prevalenza della malattia era più alta Lo scorso mese. La percentuale di falsi positivi dovrebbe aumentare poiché la popolazione generale esegue regolarmente test bimestrali a casa.

Revisione Cochrane recente – Analisi di 64 studi – ho trovato I test rapidi identificano correttamente una media del 72% delle persone infettate dal virus e presentano sintomi e il 78% entro la prima settimana di malattia. Ma nelle persone senza sintomi, questa percentuale scende al 58%.

John Dicks, professore di biostatistica presso l’Università di Birmingham e uno degli autori di quella recensione, ha detto che i dati del governo indicano che i falsi positivi supereranno i veri positivi nelle parti del paese in cui meno di una persona su 1.000 ha il virus, o 0,1% della popolazione.

La scorsa settimana, secondo i dati del governo, la prevalenza in Inghilterra era dello 0,12%, mentre era dello 0,04% a Londra, dello 0,02% nel sud-est e sud-ovest e dello 0,08% nel nord-est dell’Inghilterra. “Quando la malattia è rara, questo è un vero spreco di risorse che può essere utilizzato meglio migliorando il programma di test, monitoraggio e isolamento”, ha detto Dicks.

Sulla base di un’analisi del governo, ha affermato che ci vorrebbero più di 16.000 test per trovare una persona infetta a Londra: “Se questi test costano £ 10, ciò significa £ 160.000 per trovare una persona. uno. Fase. “

READ  Vaccino booster Covid "altamente probabile", afferma il consigliere del governo del Regno Unito | Corona virus