TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il rover Perseverance della NASA sembra vuoto dopo il primo tentativo di perforazione su Marte | notizie di scienza e tecnologia

L’agenzia spaziale statunitense ha confermato che la sonda Perseverance della NASA ha fallito nel suo primo tentativo di raccogliere un campione di roccia da Marte come parte di una ricerca di segni di vita antica sul pianeta.

Il rover è dotato di un braccio robotico lungo due metri con una punta cava e un trapano a percussione all’estremità per estrarre campioni da sotto la superficie di Marte.

Circa mezzo chilo di campioni di roccia e suolo saranno conservati nei grandi tubi di titanio che il rover lascerà sul pianeta per essere raccolti in una futura missione ancora da confermare.

Ma la NASA ora si sta adoperando per assicurarsi che ci saranno campioni da raccogliere per questa missione.

Questa immagine, scattata dal Perseverance Rover della NASA il 6 agosto, mostra che il tubo di raccolta dei campioni numero 233 è vuoto.  È uno dei dati inviati sulla Terra da Perseverance che mostra che la sonda non ha raccolto rocce marziane durante il suo primo tentativo di creare un carotaggio.  Fonte: NASA/JPL-Caltech.
immagine:
L’immagine del tubo campione mostra che è privo del campione effettivo. Immagine: NASA/JPL-Caltech

Un’immagine scattata dal rover ha mostrato che il tubo campione era vuoto dopo il primo tentativo, confermando che Perseverance non ha raccolto rocce marziane.

“Anche se questo non è il ‘buco in uno’ che speravamo, c’è sempre il rischio di aprire nuove strade”, ha affermato Thomas Zurbuchen, amministratore associato della direzione della missione scientifica della NASA a Washington.

“Sono fiducioso che abbiamo la squadra giusta che lavora su questo e persevereremo nel trovare una soluzione per garantire il successo futuro”, ha aggiunto Zurbuchen.

Maggiori informazioni su Mars Perseverance Rover

Il punto di atterraggio al cratere Jezero era scavare in profondità nel sedimento dove un tempo scorreva un antico fiume per verificare la presenza di resti di vita microbica.

Campioni accuratamente selezionati di roccia e suolo marziani non verranno analizzati subito, ma il rover conserverà circa mezzo chilo di campioni di roccia che verranno raccolti da un altro rover in circa un decennio.

La NASA ha annunciato che il rover atterrerà nel cratere Jezero.  Pic: NASA
immagine:
Il cratere Jezero è un antico delta fluviale che potrebbe contenere i resti di un’antica vita microbica. Pic: NASA

La NASA e l’Agenzia spaziale europea stanno pianificando una campagna per restituire campioni di Marte, in cui questi campioni possono essere esaminati con strumenti troppo grandi e complessi per essere inviati su Marte.

READ  'La loro infanzia è stata rubata': chiede di agire per affrontare il lungo Covid | covid lungo

“Saranno fornite mappe dettagliate per eventuali missioni future che potrebbero andare su Marte e cattureranno questi campioni per lo studio da parte degli scienziati”, ha detto la NASA all’epoca.

“Il processo di campionamento è indipendente dall’inizio alla fine”, ha affermato Jessica Samuels, direttore della Perseverance Surface Mission.

“Uno dei passaggi che si verifica dopo che una sonda è stata posizionata nel tubo di raccolta è misurare il volume del campione. La sonda non ha incontrato la resistenza prevista che esisterebbe se il campione fosse all’interno del tubo”.

Questa immagine a colori migliorata dello strumento Mastcam-Z a bordo del rover Perseverance della NASA mostra un campione di tubo all'interno della punta del trapano dopo che l'attività di perforazione è stata completata il 6 agosto.  Fonte: NASA/JPL-Caltech.
immagine:
La NASA ha riunito una squadra per scoprire cosa è andato storto. Immagine: NASA/JPL-Caltech.

La NASA riunisce una squadra di risposta per scoprire cosa è successo. Il primo passo della squadra sarà analizzare il pozzo.

“Il pensiero iniziale è che il tubo vuoto è più probabilmente il risultato del fatto che il bersaglio roccioso non interagisce nel modo in cui ci aspettavamo durante la perforazione, e meno probabilmente un problema hardware con il sistema di campionamento e buffering”, ha affermato Jennifer Trosper, direttore del Perseverance Project .

“Nei prossimi giorni, il team dedicherà più tempo all’analisi dei dati in nostro possesso, oltre a ottenere alcuni dati diagnostici aggiuntivi per supportare la comprensione della causa principale del tubo vuoto”.