TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il rover Mars Curiosity della NASA condivide un nuovo panorama mentre sale sul Monte Sharp

La grande immagine: La curiosità non è solo una spedizione. Uno degli obiettivi principali del progetto è studiare l’ambiente per saperne di più su come il clima di Marte è cambiato nel tempo. “Le rocce qui inizieranno a dirci come questo pianeta un tempo umido si è trasformato oggi in Marte secco e per quanto tempo gli ambienti abitabili persistono anche dopo che ciò accadrà”, ha affermato Abigail, vice scienziata del progetto Curiosity.

Mentre noi umani lottiamo con Possibilità (o l’impossibilità di) alieni in visita sulla Terra, la NASA sta facendo lo stesso su altri pianeti ormai da decenni. Prendiamo ad esempio il vicino Marte.

Il rover Curiosity della NASA ha lasciato il nostro pianeta alla fine del 2011 ed è atterrato sul pianeta rosso nell’agosto 2012. Da allora, il rover delle dimensioni di un’auto ha trascorso quasi un decennio ad attraversare la superficie rocciosa di Marte, viaggiando per più di 16 miglia nel processo e inviando Once ancora foto dettagliate di tutto ciò che si vede lungo la strada.

In un video recentemente pubblicato su YouTube, il Jet Propulsion Laboratory della NASA ha preso parte a un’affascinante vista panoramica che mostra la posizione attuale del veicolo a 1.500 piedi sopra il suo sito di atterraggio del Monte Sharp.

Da questo punto di vista, otteniamo una visione solida di una zona di sabbia più scura causata dai pezzi rotti di roccia ignea. Anche Freeman puntando a Quanto è limpida l’aria dovuta all’inverno su Marte, permettendoci di vedere il bordo del cratere Gale a circa 20 miglia di distanza.

READ  Stephen Fry chiede la partecipazione ai centri di salute mentale per i giovani colpiti dalla pandemia | Salute psicologica

A parte un breve spavento Nel 2019, Curiosity ha funzionato come previsto. Finché questo sarà il caso, la NASA continuerà probabilmente a usare il rover per imparare il più possibile sul Pianeta Rosso. Il suo predecessore, Opportunity, è riuscito a sopravvivere per oltre 14 anni prima di essere finalmente superato da dichiarato morto nel 2019.