TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il rapporto afferma che la ricerca di vendetta da parte di Trump “frustra” gli alleati più stretti

Il desiderio di Donald Trump di vendicarsi dei suoi nemici politici ha iniziato a frustrare i suoi stretti alleati, ha detto Rapporto da Washington Post.

Il giornale ha riferito che un certo numero di funzionari repubblicani, inclusi alcuni degli alleati dell’ex presidente, si sono arrabbiati per il fatto che Trump stesse “perdendo tempo in piccole rivalità e rimostranze”.

Si dice che i sostenitori vogliano che il signor Trump concentri le sue energie invece sullo sviluppo di nuovi progetti, sul sostegno ai politici repubblicani e sulla protezione delle politiche dal suo mandato.

Il giornale cita interviste a 13 ex funzionari della Casa Bianca, repubblicani, aiutanti e alleati, molti dei quali hanno chiesto l’anonimato per discutere i dettagli delle conversazioni personali.

Parlando del pensiero dell’ex presidente da quando ha perso le elezioni lo scorso anno, un ex alto funzionario della Casa Bianca avrebbe detto: “Tutte le cose per il 2022 sono: ‘Bene, qual è il punto per me?'”

Trump ha concentrato i recenti attacchi su alcuni membri repubblicani che hanno cercato di dissuadere il Partito Repubblicano dal concedergli un posto influente nel futuro del partito negli ultimi mesi.

In particolare, Trump ha preso di mira coloro che hanno votato per metterlo sotto accusa al suo secondo processo al Senato, come l’attrice del Wyoming Liz Cheney, che Recentemente è stato descritto come uno “stupido di guerra”.

il post Un consigliere ha detto che il signor Trump sta usando “approvazioni vendicative” per attaccare questi nemici politici nel tentativo di allontanarli dai loro ruoli di partito.

Secondo il giornale, il signor Trump desidera disperatamente rimanere al centro dell’attenzione nazionale e “mantenere il dominio e il controllo totale” sul Partito Repubblicano e sui suoi sostenitori.

READ  L'assassino di Robert F Kennedy Sirhan Sirhan chiede la libertà vigilata senza opposizione dopo 53 anni di carcere

Tuttavia, l’ex presidente sta anche lottando per rimanere in contatto nonostante la sua costante esclusione dai social media, poiché il consiglio di censura di Facebook ha approvato il suo divieto dalla piattaforma.

Ho menzionato Axios I dati esclusivi di NewsWhip a maggio hanno mostrato che le interazioni sui social media relative al presidente sono diminuite del 91% da gennaio.

Il quotidiano afferma che, nel tentativo di superare tali ostacoli, l’ex presidente sta cercando di creare un “Trump Media Group” attraverso il quale può condividere contenuti e fornire abbonamenti premium.

Secondo quanto riferito, ha discusso in privato della possibilità di avere in programma di candidarsi di nuovo alla presidenza nel 2024, pur mantenendo il suo rifiuto di ammettere la sconfitta alle elezioni dello scorso anno.

L’ex presidente non ha fatto alcun annuncio ufficiale su possibili piani per un’altra campagna presidenziale nel 2024. Continuavano le voci sulla sua decisione di candidarsi.

Il portavoce di Trump, Jason Miller, ha detto ai media che l’ex presidente era a favore di vari gruppi politici e merita credito per non aver annunciato in anticipo le sue posizioni nelle competizioni 2022.

“Quando ho parlato con lui, le conversazioni riguardavano andare avanti piuttosto che una denuncia”, ha detto il senatore Lindsay Graham, un entusiasta alleato di Trump. il post di venerdì.

“C’erano 70-30 lamentele sulle elezioni e sulle persone che non gli piacevano. Ora è la maggior parte delle conversazioni sulla vittoria in futuro. Sta cercando di far funzionare i sistemi”.

L’indipendente Contatta l’ufficio di Donald Trump per commentare le accuse nell’articolo.