TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il nuovo sistema di propulsione può consentire agli aerei di raggiungere velocità fino a Mach 17

Il nuovo sistema di propulsione può consentire ai getti di raggiungere velocità fino a Mach 17 senza emettere potenti onde d’urto che distruggono l’ambiente circostante.

  • Il nuovo sistema di propulsione ha una camera per stabilizzare il detonatore
  • Invece della detonazione che viaggia su o giù, viene catturata su una rampa
  • Ciò gli consente di essere utilizzato come fonte di energia e di non essere rilasciato intorno al veicolo
  • Gli esperti hanno provato a tenerlo fermo per tre secondi
  • Questa è la prima volta che è stato dimostrato che una detonazione è stata stabilizzata sperimentalmente
  • Gli scienziati dicono che questo metodo fornirà velocità da Mach 6 a Mach 17

La nuova tecnologia potrebbe portare il volo ipersonico in una realtà consentendo agli aerei di raggiungere Mach 17 senza innescare una detonazione incontrollata.

Scienziati dell’Università della Florida centrale hanno sviluppato un nuovo sistema di propulsione per stabilizzare la detonazione, un tipo di esplosione che invia onde più veloci della velocità della luce.

La struttura ha una camera con una pendenza di 30 gradi vicino alla camera di miscelazione che stabilizza l’onda di esplosione inclinata per tre secondi in un esperimento controllato: il lavoro precedente lo ha catturato solo per millisecondi.

Questo metodo controllato utilizza l’ammaccatura per una fonte di alimentazione che può consentire all’aereo di viaggiare a velocità da Mach 6 a 17, che sono superiori a 4.600 a 13.000 mph, arrestando al contempo forti urti che possono danneggiare l’ambiente circostante del veicolo.

Scorri verso il basso per visualizzare il video

“C’è un intenso sforzo internazionale per sviluppare potenti sistemi di propulsione per il volo ipersonico e supersonico che consentirebbe di volare attraverso la nostra atmosfera a velocità molto elevate e consentire anche l’entrata e l’uscita efficienti dalle atmosfere planetarie”, ha detto il coautore dello studio Karim Ahmed. Professore presso il Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Aerospaziale presso l’Università della California.

“La scoperta della stabilità della detonazione – la forma più potente di reazione intensa e rilascio di energia – ha il potenziale per rivoluzionare i sistemi di propulsione e ultrasuoni”.

Questa tecnologia migliora l’efficienza di un motore a reazione in modo che venga generata più energia utilizzando meno carburante rispetto ai motori di propulsione convenzionali, riducendo così il carico di carburante e riducendo i costi e le emissioni.

Oltre a un viaggio aereo più veloce, il sistema può essere utilizzato anche nei razzi per missioni spaziali per renderli più leggeri richiedendo meno carburante, viaggiando più lontano e bruciando in modo più pulito.

La struttura ha una camera con una pendenza di 30 gradi vicino alla camera di miscelazione che stabilizza l'onda di esplosione inclinata per tre secondi in un esperimento controllato - il lavoro precedente lo ha catturato solo per millisecondi

La struttura ha una camera con una pendenza di 30 gradi vicino alla camera di miscelazione che stabilizza l’onda di esplosione inclinata per tre secondi in un esperimento controllato – il lavoro precedente lo ha catturato solo per millisecondi

Gli scienziati hanno progettato una piccola serie di camere da 2,5 piedi per imitare quella che lancerà un aereo a reazione alla velocità di Mach, riferisce WordsSideKick.com.

Le camere mescolano aria e carburante in modo tale da creare una potente combustione che viene rilasciata nella nuova camera sotto forma di detonazione.

READ  Uno studio ha scoperto che l'asma nei bambini piccoli è collegata all'esposizione intrauterina all'inquinamento atmosferico inquinamento dell'aria

La piccola detonazione fu tenuta ferma per tre secondi.

Ahmed ha detto Scienze viventi Sebbene il tempo fosse breve, il tempismo era sufficiente per dimostrare che l’innovazione era in grado di controllare una detonazione viaggiando su o giù.

“Questa è la prima volta che la detonazione ha dimostrato di essere sperimentalmente stabile”, ha detto Ahmed.

Finalmente siamo stati in grado di eseguire la detonazione nello spazio sotto forma di una detonazione obliqua. È quasi come congelare una massiccia esplosione nello spazio fisico.

Questo metodo controllato utilizza l'ammaccatura per una fonte di alimentazione che può consentire all'aereo di viaggiare a velocità da Mach 6 a 17, che sono superiori a 4.600 a 13.000 mph, arrestando al contempo forti urti che possono danneggiare l'ambiente circostante del veicolo.

Questo metodo controllato utilizza l’ammaccatura per una fonte di alimentazione che può consentire all’aereo di viaggiare a velocità da Mach 6 a 17, che sono superiori a 4.600 a 13.000 mph, arrestando allo stesso tempo forti urti che possono danneggiare l’ambiente circostante del veicolo.

Gabriel Goodwin, ingegnere spaziale presso il Naval Space Technology Center del Naval Research Laboratory e coautore dello studio, afferma che la loro ricerca aiuta a rispondere a molte delle domande fondamentali sui motori a onde d’urto oblique.

Il ruolo di Goodwin nello studio è stato quello di utilizzare codici di fluidodinamica computazionale per il Naval Research Laboratory per simulare esperimenti condotti dal gruppo di Ahmed.

“Studi come questo sono necessari per far progredire la nostra comprensione di questi fenomeni complessi e avvicinarci allo sviluppo di sistemi su scala ingegneristica”, afferma Goodwin.

“Questo lavoro è entusiasmante e amplia i confini sia della simulazione che dell’esperimento”, afferma Goodwin. “Sono onorato di farne parte.”

Annunci