TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il numero più basso di morti giornaliere per Covid in Italia in sette mesi

L’Italia ha registrato domenica 44 decessi per Covid-19, il pedaggio giornaliero più basso in più di sette mesi mentre il Paese continua a fare progressi sulle vaccinazioni contro il Coronavirus.

L’ultima volta in Italia è stata pochissima il 14 ottobre, con 43 morti.

Il bilancio totale delle vittime della pandemia in Italia è ora di 126.046, secondo i dati dell’Agenzia per la Protezione Civile e del Ministero della Salute.

Il numero di persone con infezione attiva da coronavirus è diminuito da 3670 a 236.296, un altro livello più basso in sette mesi.

Nel frattempo, l’Italia ha ora consegnato 34,2 milioni di dosi di vaccino e 11,8 milioni di persone – quasi il 20% della popolazione – sono state vaccinate, ha detto il governo.

Il dato incoraggiante è arrivato dopo che il ministro della Salute Roberto Speranza ha esteso domenica il divieto di ingresso ai viaggiatori provenienti da India, Bangladesh e Sri Lanka.

Un portavoce di Speranza ha affermato che il divieto, che è una precauzione in corso contro la variante più trasmissibile del coronavirus scoperta per la prima volta in India, sarà prorogato fino al 21 giugno.

Il provvedimento, introdotto per la prima volta alla fine di aprile, doveva scadere domenica. Non si applica ai cittadini italiani.

Nel Regno Unito, domenica, le autorità sanitarie hanno segnalato 3.240 nuovi casi di Covid-19, in calo rispetto ai 3.398 del giorno precedente.

Sei decessi sono stati confermati anche entro 28 giorni dal test positivo.

Public Health England ha affermato che il numero totale di persone che hanno ricevuto la prima dose del vaccino è salito a 39.259.168.

READ  La ripresa dei viaggi aerei dà impulso a Ryanair e Melrose; Visite in palestra nel Regno Unito in aumento - Business Live | un lavoro

Il Vietnam si sta muovendo per frenare la diffusione del recente virus

Domenica, il governo ha detto che Ho Chi Minh City, il fulcro degli affari del Vietnam, inizierà le misure di allontanamento sociale di 15 giorni a partire dal 31 maggio nel tentativo di frenare la diffusione del Covid-19.

La città ha assistito a un aumento del numero di casi relativi a una missione religiosa che ha registrato almeno 125 test positivi, che rappresentano la maggior parte delle infezioni della città, secondo una dichiarazione del governo.

Dopo aver contenuto con successo il virus per la maggior parte dello scorso anno, le infezioni sono aumentate vertiginosamente in Vietnam dalla fine di aprile, rappresentando oltre la metà dei 7.107 casi totali registrati tra la sua popolazione di 98 milioni. Ha ancora uno dei casi più bassi al mondo, con un bilancio totale di 47 morti finora e le autorità sembrano determinate a mantenerlo così.

Il governo ha detto: “Tutti gli eventi che raccolgono più di 10 persone in luoghi pubblici sono vietati in tutta la città, ma la città sta considerando di ridurre il numero di persone a solo cinque”.

La dichiarazione afferma che la regione di Go Vap, dove si trova la missione per far rivivere Ekklesia, sarà soggetta a restrizioni complete e alle persone non sarà consentito uscire inutilmente.

L’agenzia di stampa statale del Vietnam (VNA) ha riferito che le autorità di Ho Chi Minh City condurranno test per Covid-19 in tutta la città con una capacità di test di 100.000 campioni al giorno.

Venerdì, la città ha dichiarato in una dichiarazione che Ho Chi Minh City ha chiuso negozi, ristoranti e altri servizi e sospeso le attività religiose fino a nuovo avviso.

READ  Coronavirus più recente: l'Organizzazione mondiale della sanità sta rinominando le varianti di Covid-19 per evitare lo stigma

Ha anche detto che le persone di età pari o superiore a 60 anni sono state incoraggiate a rimanere a casa.

La recrudescenza del virus ha spinto complessi gruppi di chiamate al governo vietnamita e alle autorità cittadine per accelerare le vaccinazioni.

Le autorità tedesche stanno indagando sulle accuse di frode presso il Covid Test Center

Domenica un portavoce del ministero ha affermato che il ministro della Salute tedesco Jens Spahn e i suoi omologhi in 16 stati federali discuteranno, lunedì, dei meccanismi per il controllo dei centri di test del coronavirus dopo accuse di frode.

La Germania offre ai suoi cittadini almeno un test gratuito per il coronavirus a settimana, con molti stati federali che offrono un test gratuito al giorno. Lo Stato paga 18 euro per ogni prova. Di conseguenza, nelle ultime settimane sono stati istituiti in massa centri di prova speciali.

La Sueddeutsche Zeitung e l’emittente ARD questa settimana hanno riferito che alcuni centri di test sul coronavirus hanno addebitato più test di quelli che hanno fatto.

Nel frattempo, il numero di nuovi casi di coronavirus in Germania è diminuito ulteriormente questo fine settimana.

Il Robert Koch Institute for Infectious Diseases ha segnalato un aumento di 3.852 casi domenica, 2.862 in meno rispetto alla settimana precedente. Per sette giorni, il tasso di infezione è sceso a 35 per 100.000 persone, rispetto a circa 64 della scorsa settimana.

Finora, la Germania ha assistito a 3,68 milioni di casi e il bilancio delle vittime ha raggiunto 88.406.

Circa il 42% dei suoi residenti ha ricevuto almeno il primo vaccino e il 17% ha ricevuto la seconda dose.

READ  Intel e le aziende straniere in Vietnam temono le dure misure del virus Corona