TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Il governo teme una terza ondata poiché i casi di college in India raddoppiano in una settimana

I casi della variante indiana del coronavirus nel Regno Unito sono aumentati di quasi il 50% in tre giorni e sono raddoppiati in una settimana, secondo i nuovi dati.

Secondo i dati ufficiali, i numeri sono saliti a più di 1.000 da lunedì e più di 2.000 negli ultimi sette giorni.

Un totale di 3.424 casi della variante indiana del virus corona B1617.2 – considerata più contagiosa – sono stati ora confermati nel Regno Unito, secondo la Public Health UK (BHE).

I dati di giovedì rappresentano un aumento di 2.111 casi rispetto alla settimana precedente, rispetto a 1.313 casi, con un aumento del 47% rispetto ai 2.323 casi di lunedì nel Regno Unito.

Membro del comitato consultivo scientifico governativo sulle emergenze (Sage) Avvisato giovedì prima Il Regno Unito potrebbe sperimentare l’inizio di una terza ondata di epidemie.

La maggior parte dei casi di variazione in India si trova nel Regno Unito, dove sono stati confermati 3.245 casi, 136 in Scozia, 28 in Galles e 15 in Irlanda del Nord.

La maggior parte dei casi si concentra nel nord-ovest, in particolare a Bolton e Londra, ma il PHE ha affermato di vedere ora “gruppi di casi” in tutto il paese.

Mira Chand, direttrice dell’incidente di Kovit-19 BHE, ha detto che le persone essenziali nelle aree più colpite non avevano ancora ricevuto la seconda dose del vaccino e si sono offerte volontarie non appena è stato somministrato.

“Questo è molto importante alla luce della nostra attuale valutazione (B1617.2) che è cresciuto rapidamente nel Regno Unito e può essere altamente contagioso”, ha detto.

Andrew Howard, epidemiologo e saggio membro dell’University College di Londra, ha affermato di essere profondamente preoccupato per l’aumento della diversità indiana e che sono necessarie nuove misure per tenerla sotto controllo.

READ  L'Alfa Romeo inizia a consegnare Gilia alla polizia italiana

Questa variazione si è diffusa in modo molto efficace nelle case e nella comunità più ampia, ed è probabile che si diffonda in altre parti del paese, il che garantirà la sua posizione come ceppo dominante del paese, ha detto.

Ha predetto che sarebbe stato chiaro nelle prossime una o due settimane se le eruzioni localizzate sarebbero diventate più diffuse.

“Ovviamente stiamo facendo tutto il possibile per diffonderlo, ma potrebbero essere necessarie misure più generali per controllarlo”, ha detto alla BBC.

“Quindi, quando penso che abbiamo sempre avuto un’altra ondata di governo, la dimensione di quell’onda dipende da quanto è diffusa la variazione che provoca e dalla velocità con cui la popolazione viene vaccinata. Successo.

“Fortunatamente, abbiamo una buona percentuale della popolazione vaccinata, ma ci sono ancora quelli che non sono stati vaccinati nei gruppi ad alto rischio. Te lo aspetti”.

Del Regno Unito la scorsa settimana Chief Medical Officer Chris Witty Avvertito della diversità indiana Arrivare a “dominare” Corona virus Casi nel Regno Unito.

Altri esperti hanno detto che potrebbe accadere in pochi giorni questa settimana. Questa variante è già stata trovata in almeno 15 parti del Regno Unito.

Ma il portavoce ufficiale del primo ministro ha detto che i tassi giornalieri dei casi non hanno mostrato “un forte aumento o preoccupazioni significative”.

Il documento trapelato ha suggerito che i fallimenti nel test e nella traccia del NHS erano almeno in qualche modo minimi.

La BBC ha riferito che per tre settimane in aprile e maggio, otto autorità locali nel Regno Unito non hanno avuto accesso ai dati completi sui test positivi nella loro area, il che significa che più di 700 casi non sono stati rilevati a livello locale.

READ  Brexit: Boris Johnson avverte che un accordo commerciale con l'Australia potrebbe "distruggere" l'agricoltura britannica

Downing Street ha detto che solo un piccolo numero di agenti è stato coinvolto e il problema è stato risolto rapidamente.

I laburisti, tuttavia, hanno affermato che il governo ha continuato a fare gli stessi errori nell’affrontare l’epidemia.

Il documento afferma che la rapida diffusione dei casi di variazione indiana “può essere in parte o in gran parte responsabile dei rischi per il sistema di controllo dei viaggi internazionali”.