TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I talebani “interrompono le comunicazioni” dalla provincia afgana, sede delle forze di resistenza

I talebani “interrompono le comunicazioni” e “inviano centinaia di combattenti” in una provincia afgana sede delle forze della resistenza che hanno promesso di combattere gli islamisti.

  • I residenti affermano che i talebani hanno interrotto le connessioni telefoniche e internet con l’area
  • Combattenti anti-talebani si sono radunati nella provincia del Panjshir, a nord della capitale
  • La gente del posto sostiene anche che i talebani abbiano tagliato le strade che portano alla zona provocando un forte aumento dei prezzi dei generi alimentari ma non si sa se ciò sia avvenuto prima di un attacco da parte dei talebani.


I talebani hanno interrotto la rete di comunicazioni dalla provincia del Panjshir, a nord della capitale, dove si erano radunati i combattenti della resistenza.

Diverse migliaia di combattenti anti-talebani delle milizie locali e dei resti dell’esercito e delle unità delle forze speciali si sono radunati nella valle sotto il comando del leader regionale Ahmed Masoud.

Ma i residenti del Panjshir affermano che le comunicazioni sono ora interrotte e la mancanza di reti telefoniche e Internet sta causando serie sfide, ha riferito TOLO News.

Questo avviene una settimana dopo che i talebani hanno annunciato che si stavano preparando a inviare centinaia di combattenti nell’area conosciuta come la roccaforte degli anti-talebani.

Secondo quanto riferito, i talebani hanno interrotto la rete di comunicazioni nella provincia del Panjshir. Nella foto: membri del movimento di resistenza si riuniscono oggi nel distretto di Khanj, provincia del Panjshir

Valle del Panjshir: Situata a circa 100 miglia a nord della capitale, Kabul, la valle è dominata dalle montagne dell'Hindu Kush con strade strette ideali per agguati.

Valle del Panjshir: Situata a circa 100 miglia a nord della capitale, Kabul, la valle è dominata dalle montagne dell’Hindu Kush con strade strette ideali per agguati.

Gul Haider, un residente lì, ha detto a TOLO News: ‘Hanno interrotto i servizi di telecomunicazione nel Panjshir negli ultimi due giorni.

“I residenti di Pangshir affrontano sfide in questo senso e non possono contattare i loro parenti che vivono in altre parti del paese”.

Altri che vivono a Kabul e hanno amici e familiari nella zona hanno affermato di non essere stati in grado di contattare.

I rapporti indicano che i talebani hanno chiuso le strade e tagliato le forniture di cibo nell’area, causando un aumento dei prezzi.

Si dice che entrambe le parti vogliano risolvere la situazione pacificamente, ma il Wall Street Journal ha riferito ieri che i colloqui non stavano andando bene.

Non è noto se il taglio delle comunicazioni sia un segnale dell’intenzione dei talebani di imporre un assedio all’area.

Ahmed Masoud, leader dell'Alleanza del Nord e figlio del

Ahmad Shah Massoud è stato assassinato dalla rete Al Qaeda di Osama bin Laden nel 2001

Ahmed Masoud (a sinistra) figlio di Assad Panjshir (a destra) è il leader dell’Alleanza del Nord.

Gruppi di combattenti camminano attraverso le montagne e si allenano nella provincia del Panjshir, con il signor Masoud, dicendo che nessun combattente talebano passerà attraverso lo stretto stretto nella valle

Gruppi di combattenti camminano attraverso le montagne e si allenano nella provincia del Panjshir, con il signor Masoud, dicendo che nessun combattente talebano passerà attraverso lo stretto stretto nella valle

Ahmed Massoud, figlio del defunto comandante militare Ahmed Shah Massoud, guida la resistenza contro i talebani nel Panjshir.

L’impegno delle forze di resistenza a continuare la loro lotta contro i talebani è stato rivelato ieri mentre venivano fotografati mentre si allenavano nella valle del Panjshir.

READ  Discorso di Trump Live News: l'ex presidente si rivolge ai repubblicani della Carolina del Nord

Centinaia di combattenti, che non si sono mai arresi ai nuovi governanti di Kabul, sono stati visti guadare in acqua con tronchi sulla schiena mentre altri si sono addestrati con i loro fucili mentre si preparavano per il possibile arrivo delle forze talebane.

D’altra parte, elementi della resistenza, che indossavano uniformi militari e portavano armi, sono stati visti camminare per le strade deserte dell’enclave montuosa.

Le forze anti-talebane, note come Alleanza del Nord, si sono impegnate a combattere fino alla fine e difendere i 170.000 residenti, per lo più tagiki, che vivono nella valle del Panjshir, che si trova nelle montagne dell’Hindu Kush del nord dell’Afghanistan. capitale.

Annunci