TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I ristoranti di Norwich torneranno “fortemente” il 17 maggio

Gli imprenditori di Norwich hanno spiegato come una combinazione di motivi li teneva rinchiusi, nonostante avessero il permesso di commerciare.

Ma la maggioranza è pronta a riaprire completamente i battenti dal 17 maggio, quando Prossimo importante allentamento delle regole di blocco del coronavirus È destinato ad aumentare la domanda di pasti al coperto.

Una delle attività che non ha aperto per mangiare all’aperto è Benedicts in St Benedicts Street.

Lo chef Richard Bainbridge ha dichiarato: “Siamo vicino alle strisce pedonali e per questo abbiamo avuto spazio per tre tavoli in strada e questa non è un’attività redditizia.

“Questo è il nostro momento per valutare. Quando lo apriamo, vogliamo che sia per sempre e lavoriamo per far sparare tutte le armi per far sentire bene le persone”.

“Le persone sono entusiaste e vogliono tornare alla vita normale. I nostri clienti sono fedeli. Le nostre prenotazioni per venerdì e sabato sono al completo fino alla fine di agosto.”


Pinocchio Italian Restaurant e Benedicts Restaurant in St Benedicts Street a Norwich, nella foto nell’aprile 2021.
Credito: Sophie Willie

Lo chef, grato per i tavoli all’aperto, ha detto che avrebbe continuato i pacchetti di pasti Dine at Home che aveva iniziato con il suo primo arresto.

Permette alle persone di cucinare i piatti del ristorante e si è dimostrato popolare.

Bainbridge ha detto che mangiare a casa è stato un risultato positivo della chiusura e la riapertura della sua azienda dal 19 maggio sembrava che stesse per lanciare un nuovo ristorante.

Altri ristoranti e bar a San Benedetto che non sono aperti a causa della mancanza di spazio all’aperto includono l’italiano di Pinocchio e il negozio di biciclette.

READ  L'ultimo coronavirus: un quinto degli adulti britannici ha riferito di aver sofferto di depressione

Stiamo aspettando perché la situazione sta migliorando e il programma di vaccinazione sta andando bene ”, ha detto Jonario Villia, uno dei proprietari di Pinocchio.

“Abbiamo aspettato molto tempo, quindi se aspettiamo ancora un po ‘per riaprire va bene. Non voglio mettere i nostri clienti al freddo”.

Ha elogiato il sostegno del governo attraverso il piano di pagamento delle ferie e ha detto che lui e suo fratello, Andrea Villia, avrebbero preso le cose con calma quando avrebbero riaperto.

“Il fallimento non è un’opzione per noi perché abbiamo investito così tanto in questo ristorante. Le nostre vite sono state rifiutate, come lo è per tutti gli altri, ma non vediamo l’ora”.

I ristoranti dipendevano anche dal successo di altre attività, inclusa l’economia notturna, secondo Felija, che ha incoraggiato le persone a sostenere il centro della città.

Il negozio di biciclette in St.Benedict Street a Norwich nell'aprile 2021.

Il negozio di biciclette in Saint Benedict Street a Norwich nell’aprile 2021.
Credito: Sophie Willie

Stiamo aspettando questa magica settimana di maggio, ha dichiarato David Potter, manager del negozio di biciclette. “Anche aprile è stato freddo. Stiamo ricevendo telefonate da persone che vogliono prenotare. Siamo così entusiasti”.

L’azienda aprirà i suoi tre piani il 20 maggio e sette tavoli all’esterno, il che, a suo parere, ha dato una spinta all’attività.

Ha aggiunto che lui e il suo team hanno avuto la fortuna di avere una seconda posizione nell’Eaton Park Pavilion, che durante il blocco si è rivelato popolare tra i frequentatori del parco attraverso bevande veloci e cibo.

Richard Hughes presso la Assembly House, Norwich.

Richard Hughes alla Assembly House di Norwich (nella foto prima del blocco del coronavirus).
Credito: Chris Taylor

READ  I profitti sono diminuiti del 91% presso la Bank of America Europe con sede a Dublino

Lo chef Richard Hughes, direttore di The Assembly House in Theatre Street, ha detto di non aver apparecchiato i tavoli per i clienti per il tè pomeridiano e per i pasti serali perché non aveva abbastanza posti coperti o riparo.

Ha detto: “La nostra attività principale è il tè pomeridiano che è ottimo e per quanto mi piace il tè pomeridiano non lo voglio fuori”.

Un altro motivo per non riaprire il 12 aprile è che i mezzi e le attrezzature da lavoro occupano spazio all’aperto per quattro nuove sale che apriranno entro la fine dell’anno.

“Le prenotazioni per i tavoli che iniziano il 17 maggio sono fuori portata. Il telefono è rovente. Apriremo con il botto”, ha detto il signor Hughes.

Oltre al tè pomeridiano, ha aggiunto che c’è una forte richiesta di matrimoni e alloggi.

Continuerà anche il suo servizio di tè pomeridiano da asporto che ha iniziato a chiudere.

James Wingfield e Ella Williams al Frank's Bar, Norwich.  Foto: Bill Smith

James Wingfield ed Ella Williams, comproprietari del Frank’s Bar di Norwich, nella foto nel 2013.
Credito: Bill Smith

Ella Williams, co-proprietaria del Frank’s Bar in Bedford Street, ha detto che il bar ha spazio per due tavoli nel suo patio esterno e ha un’opzione per alcuni tavoli extra all’esterno, ma non può essere aperto finanziariamente in questo momento.

“Ci sono molti posti con grandi birrerie all’aperto e saremo in concorrenza con loro”, ha aggiunto.

Frank Barr a Bedford Street, Norwich, nell'aprile 2021.

Frank Barr a Bedford Street, Norwich, nell’aprile 2021.
Credito: Sophie Willie

La signorina Williams ha detto che lei e il suo team erano entusiasti della riapertura una settimana prima del 17 maggio.

READ  Biden sta visitando Taqueria, dove 186.000 ristoranti chiedono aiuti federali