TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I regolatori dell’UE rimuovono gli ostacoli al successore di Alitalia

La Commissione europea ha dichiarato oggi di aver raggiunto un accordo con l’Italia sui criteri per separare la compagnia aerea in perdita Alitalia dal suo successore, un passo fondamentale per ottenere l’approvazione dell’UE per la nuova compagnia aerea ed eliminare i sussidi da Alitalia.

Bruxelles e Roma stanno discutendo a lungo sul destino di Alitalia e del suo successore, Italia Trasporto Aereo (ITA).

Bruxelles ha chiesto all’Autorità internazionale del turismo di essere indipendente dalla prima, per non farsi carico degli aiuti di Stato, che ammontano a miliardi di euro, ricevuti da Alitalia negli ultimi anni.

Il commissario alla concorrenza Margrethe Vestager ha incontrato ieri i ministri dell’Economia e dell’Industria italiani.

“Dopo ampie e costruttive discussioni a tutti i livelli, la Commissione e le autorità italiane hanno raggiunto un’intesa sui principali criteri per garantire la deviabilità economica tra ITA e Alitalia”, ha affermato un portavoce della Commissione.

Le due parti in precedenza erano in disaccordo sulla cessione da parte dell’ITA di metà dei posti di Alitalia all’aeroporto di Milano Linate, il marchio legacy e il programma fedeltà.

La Commissione ha rifiutato di commentare il piano di Roma di prolungare la scadenza di un prestito ponte di 400 milioni di euro ad Alitalia fino a dicembre, secondo una bozza di decreto vista da Reuters.

“Gli Stati membri dovrebbero valutare se la misura include l’assistenza del governo che deve notificare alla Commissione secondo le regole dell’UE”, ha affermato il portavoce.

READ  L'ultimo coronavirus: un quinto degli adulti britannici ha riferito di aver sofferto di depressione