TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I medici di Londra segnalano un aumento di cinque volte nell’ingestione di magneti da parte dei bambini | Scienza

I medici hanno detto che c’è stato un aumento di cinque volte nell’ingestione di magneti negli ultimi cinque anni nei bambini piccoli, in mezzo a un costante aumento dei ricoveri a Londra a causa dell’ingestione di corpi estranei.

Mentre la maggior parte delle cose esce dal corpo naturalmente senza incidenti, le batterie a bottone, i minuscoli magneti permanenti che si trovano nei gadget senza fili, nei dischi rigidi, nelle chiusure magnetiche e in alcuni tipi di giocattoli per bambini sono stati collegati a complicazioni.

Ne vediamo raramente due [magnets] Di solito finiamo per vederne cinque o sei insieme … I bambini tendono a capirne molti. Il dottor Himanshu Thakkar del Dipartimento di Chirurgia Pediatrica, Evelina London Children’s Hospital e NHS Guy and St Thomas Foundation Trust, Londra, ha detto che penso che il massimo che abbiamo ottenuto sia più di 20 anni.

Ha aggiunto che questi tipi di ingestione stavano aumentando anche prima della pandemia, forse a causa della diffusione del marketing del gioco digitale, evidenziando un gioco specifico che è essenzialmente un grande gruppo di sfere magnetiche che possono essere formate in qualsiasi forma.

“Molto è dovuto al modo in cui è commercializzato. Siti web come YouTube stanno promuovendo questi giochi senza dare avvertimenti ufficiali al riguardo”, ha detto Thakkar.

Tra gennaio 2016 e dicembre 2020, c’è stato un aumento del 56% nell’ingestione di corpi estranei – durante questo periodo 251 bambini (con 93 monete, 52 magneti e 42 pacchi batteria a bottone) sono stati ricoverati in quattro centri chirurgici pediatrici nel sud-est dell’Inghilterra: Hospital Bambini all’Evelina London, al Kings College Hospital, agli ospedali della St George’s University e al Royal Alexandra Children’s Hospital.

READ  Essex Covid: gli ultimi tassi di infezione nell'Essex con più della metà dell'Inghilterra che ha registrato un aumento dei casi

Nel 2016, i quattro centri hanno registrato quattro casi magnetici ingeriti, rispetto ai 25 del 2020.

Durante il periodo di studio, un caso di ingoio di batterie a bottone ha richiesto 42 operazioni per recuperarlo, rispetto a 22 casi su 52 ingoi magnetici. Complessivamente, 10 pazienti su 251 hanno avuto complicazioni chirurgiche dopo il recupero dell’oggetto e i magneti hanno causato l’80% di queste complicazioni. (Sebbene l’ingestione di un singolo magnete di solito non richieda un intervento, più magneti tendono ad attrarsi a vicenda, il che può danneggiare l’intestino.)

Nel Regno Unito, le normative richiedono che tutti i giocattoli magnetici siano accompagnati da un avvertimento, ma molti produttori non li visualizzano in modo ben visibile. L’età minima per questi giocattoli era solitamente pari o superiore a 14 anni, ma l’età media durante il periodo di studio per ingoiare un magnete era di sette anni (da quattro mesi a 16 anni), hanno scritto gli autori in una lettera pubblicata online all’indirizzo Journal of Archives of Diseases in Childhood.

I ricercatori stanno analizzando se la tendenza è simile in tutto il Regno Unito, ma secondo alcuni aneddoti, ha detto Thakkar, sembra che questo “non sia solo un problema del sud-est di Londra, è un problema britannico”.