TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I costi di trasloco salgono mentre i prezzi delle aziende di traslochi nel Regno Unito salgono | Proprietà

Il costo del trasloco è in aumento poiché le società di traslochi sono costrette ad aumentare i prezzi in seguito Difficoltà ad assumere autisti.

Alcune aziende di traslochi hanno aumentato i prezzi fino al 25%, secondo gli operatori, in linea con gli aumenti salariali imposti per trattenere e attirare i lavoratori. Nel bel mezzo di un’intensa competizione Per quelli con una patente di camion specializzata.

Angus Elphinstone, CEO e fondatore di AnyVan, ha affermato che i prezzi in tutto il settore sono aumentati del 10-15% con una forte domanda di camioncini. continuato dopo il picco di giugno Prima della fine dell’esenzione dall’imposta di bollo.

Ha detto che la domanda è aumentata del 200% a giugno e che da allora l’interesse per il trasloco non è diminuito tanto quanto previsto. “Dalla nostra esperienza l’imperfezione non è dovuta solo a Grande richiesta da parte degli operatori domestici“, ha detto. “Abbiamo visto che dopo la Brexit, un certo numero di squadre di rimozione ha lasciato il Regno Unito per andare in Europa, il che ha portato a una diminuzione del numero disponibile”.

Diversi operatori di società di traslochi hanno confermato di dover aumentare i prezzi per i clienti dal 10% al 25% e hanno faticato a tenere il passo con la domanda a causa della carenza di autisti.

Mark Chudley, di Movers Chudley International, ha affermato di aver aumentato gli stipendi di almeno il 25% per attirare più conducenti, ma è stato comunque in grado di svolgere circa la metà del numero di lavori che si aspettava in quel periodo dell’anno a causa della mancanza di autisti. .

“C’è ancora una maggiore domanda di energia”, ha detto. “Ad agosto avremo meno personale anche durante le vacanze e penso che continuerà per il resto dell’anno, anche se non sarà così male come giugno”.

Cicero Almeida, che gestisce Dumond, un traslocatore di mobili con sede a sud di Londra, ha affermato che avrebbe potuto svolgere almeno il 30% di lavoro in più se gli autisti fossero stati disponibili. Ha spinto i salari dal 25% al ​​30%, ma ha affermato che l’industria sta lottando per competere per i lavoratori qualificati.

“I conducenti di autocarri pesanti hanno molte opzioni per il posto di lavoro. Possono andare a consegnare merci o guidare camion con casse di stoccaggio o autocarri per cemento dove non devono fare lavori pesanti”.

Almeida ha affermato di essere stato costretto ad aumentare i prezzi per i clienti perché non solo ha dovuto aumentare gli stipendi dei conducenti, ma ha anche visto il costo dei cartoni e del nastro da imballaggio gonfiarsi a causa dell’elevata domanda dovuta all’elevata consegna a domicilio e alle difficoltà di importazione delle merci a causa della carenza di container di spedizione. Ha detto che la società doveva anche accumulare più articoli in uscita poiché era difficile organizzare il trasporto.

Ma Matt Vaese di M&G Transportation and Warehousing nelle Midlands ha affermato di non essere stato in grado di aumentare i prezzi per i clienti al di fuori del frenetico periodo di giugno, nonostante quest’anno abbia dovuto aumentare gli stipendi dei conducenti di circa l’8%, inclusi i bonus.

“L’aumento dei salari è qui per restare e questo avrà un impatto sui guadagni”. Ha detto che non poteva aumentare i prezzi in quanto c’era molta concorrenza da parte di operatori “uomo con un camioncino” senza licenza che avevano veicoli più piccoli e che erano disposti a operare a un prezzo inferiore.

READ  Ultimo Coronavirus: le compagnie aeree statunitensi affermano che la ripresa sta accelerando con il ritorno dei passeggeri