TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I casi di Covid nel Regno Unito diminuiscono di 10.000 in una settimana, aumentando le speranze che la pandemia rallenti

Nuovi dati hanno mostrato che la Gran Bretagna ha registrato quasi 10.000 casi di coronavirus in meno giovedì rispetto allo stesso giorno della scorsa settimana, alimentando le speranze che l’epidemia possa rallentare.

Sebbene il tasso di casi di sette giorni continui ad aumentare, aumentando complessivamente del 24% in una settimana, i numeri sono sotto i 50.000 da diversi giorni.

Il calo dei casi arriva nonostante diversi eventi di massa, tra cui 60.000 tifosi di calcio che si sono radunati per a Finale Campionato Europeo A Wembley, decine di migliaia in Wimbledon.

I ricoveri e i decessi sono ancora in aumento, ma inizieranno a diminuire nelle prossime settimane se il numero dei contagi continuerà a diminuire.

Per più Secondo quanto riferito, 84 persone sono morte entro 28 giorni di test positivi al Covid-19 giovedì.

Public Health England (PHE) ha avvertito che i tassi di infezione rimangono molto alti tra i giovani, con 1.154 per 100.000 20-29 anni ora infetti, il tasso di infezione più alto per qualsiasi fascia di età dall’inizio della pandemia, rispetto al 60,6 per 100.000. Per chi ha più di 80 anni.

La dottoressa Yvonne Doyle, direttrice medica, PHE, ha dichiarato: “I tassi di casi nelle persone di età compresa tra 20 e 29 anni sono i più alti registrati in qualsiasi fascia di età dall’inizio della pandemia.

“Tutti in questa fascia di età dovrebbero fare domanda Prendi due dosi del vaccino Per assicurarsi che abbiano le migliori possibilità di protezione.

“Grazie al vaccino, i ricoveri ospedalieri e i decessi non stanno aumentando così velocemente come le ondate precedenti. Tuttavia, sono in aumento e continuiamo a monitorare i dati da vicino”.

READ  Il simulatore di incontri con piccioni Hatoful Boyfriend sarà rimosso da iOS, Android e PS Store a giugno • Eurogamer.net

PHE ha anche avvertito che i bambini sotto i cinque anni stanno portando le infezioni respiratorie ai massimi livelli invernali perché non hanno costruito l’immunità durante il blocco.

il numero di virus respiratorio sinciziale Le infezioni da RSV sono aumentate di sette volte nelle ultime cinque settimane, dall’1,2% all’8,9%.

Le infezioni respiratorie raggiungono il picco in inverno e di solito iniziano alla fine di settembre.Il livello attuale di infezione è appena al di sotto del picco dell’inverno 2019/20, quando ha raggiunto il 13,4%.

Sebbene il numero rimanga basso, si prevede che le infezioni respiratorie nei bambini piccoli aumenteranno quest’estate e con l’avvicinarsi dei mesi invernali, hanno affermato i direttori sanitari, aggiungendo che il servizio sanitario nazionale si stava preparando per un aumento del numero di bambini che necessitano di cure.