TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

I bambini potrebbero aver bisogno di vaccini contro il covid per evitare interruzioni dell’istruzione

Corenty ha dichiarato al The Telegraph: “Se il JCVI esamina le questioni etiche e se pensa all’equilibrio morale – e l’MHRA afferma che c’è un alto grado di sicurezza – allora in un mondo ideale pensiamo che sarebbe meglio se i bambini fossero vaccinati e hanno avuto l’immunità per tre settimane prima che gli fosse data la possibilità di essere al sicuro. Tornano a scuola a settembre”.

Ha descritto l’alto numero di casi nelle scuole come un “grande problema”, aggiungendo: “È qui che si concentra la nostra attenzione. Crediamo che l’interruzione dell’istruzione sia un fattore importante”.

Il signor Courtney ha detto di aver riconosciuto che c’erano “domande etiche” perché i bambini “non si ammalano gravemente”, aggiungendo: “Quindi se c’è un rischio da un vaccino, anche se è incredibilmente piccolo, è una questione etica se gli stavi somministrando qualcosa di rischioso”.

parlando in Conferenza stampa di Downing Street Lunedì sera, il professor Whitty ha affermato che la considerazione principale quando si trattava di vaccinare i bambini era la sicurezza.

“Sappiamo che i rischi in termini di malattie fisiche per i bambini – a parte alcuni bambini con significativi problemi preesistenti o di salute fisica – sono molto inferiori a quelli degli adulti”, ha affermato.

“Quindi non vorresti essere vaccinato a meno che il vaccino non sia molto sicuro e i vaccini ora siano autorizzati in alcuni paesi e stiamo compilando dati di sicurezza sulla sicurezza di questi vaccini nei bambini”.

Il professor Whitty ha affermato che qualsiasi decisione dovrebbe essere presa “con cautela” e ha continuato spiegando che c’erano due possibili ragioni per cui i bambini dovevano essere vaccinati.

“I primi sono quei gruppi che sono davvero a rischio di contrarre Covid, e penso che la JCVI consiglierà su questo, e quei bambini dovrebbero essere vaccinati specificamente per ridurre il loro rischio di malattie gravi e in un numero molto piccolo di – ma lo fa – deceduti.”

READ  Mars Express e il caso di una grande ed enigmatica nube vulcanica di Marte

“Ma la domanda più ampia riguarda l’impatto sull’istruzione dei bambini e i molteplici disturbi che possono verificarsi e avranno un impatto molto negativo sulle loro possibilità di vita, compreso l’impatto sui rischi a lungo termine di malattie fisiche e mentali e sulla salute”.

Un portavoce del Dipartimento della Salute ha dichiarato: “Non è stata ancora presa alcuna decisione sull’opportunità di offrire regolarmente i vaccini Covid-19 alle persone di età compresa tra 12 e 17 anni. Saremo guidati dai nostri consulenti esperti e il governo ha ha chiesto alla JCVI di fornire la sua raccomandazione ufficiale. Aggiorneremo in tempo”.