TRVPPINAPLES

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Hubble trova vapore acqueo sulla gelida luna di Giove Ganimede, un potenziale luogo per la vita extraterrestre

Hubble ha rilevato vapore acqueo su Ganimede, la luna ghiacciata di Giove, la luna più grande del sistema solare e possibile luogo di vita extraterrestre

  • La NASA ha confermato che il vapore acqueo è presente sulla luna ghiacciata di Giove, Ganimede
  • I ricercatori hanno analizzato i dati presi dal telescopio spaziale Hubble con una differenza di 20 anni
  • Gli esperti ritengono che la temperatura di Ganimede vicino all’equatore “diventa così calda che la superficie ghiacciata rilasci piccole quantità di molecole d’acqua”.
  • La temperatura della superficie di Ganimede varia e intorno a mezzogiorno può diventare abbastanza calda che la superficie ghiacciata rilasci tracce di molecole d’acqua.

La NASA ha confermato I ricercatori hanno scoperto la prima prova di vapore acqueo sulla luna ghiacciata di Giove, Ganimede, dopo che i ricercatori hanno analizzato i dati presi dal telescopio spaziale Hubble a 20 anni di distanza.

Gli esperti hanno esaminato le osservazioni ultraviolette di Ganimede prese nel 1998 e nel 2010 dallo Space Telescope Imaging Spectroradiometer (STIS) e le hanno confrontate con le osservazioni fatte nel 2018.

1998 Le immagini ultraviolette di STIS hanno mostrato ammassi dell’atmosfera lunare che assomigliano all’aurora boreale. C’era una contraddizione nelle osservazioni precedenti che all’epoca gli scienziati pensavano che fosse dovuto alle alte concentrazioni di ossigeno atomico.

Vai al video

La NASA ha confermato che i ricercatori hanno scoperto la prima prova di vapore acqueo sulla luna ghiacciata di Giove, Ganimede, dopo che i ricercatori hanno analizzato i dati che li separano da 20 anni.

I ricercatori ritengono che la temperatura sia vicina all'equatore di Ganimede

I ricercatori ritengono che la temperatura vicino all’equatore di Ganimede “diventa abbastanza calda che la superficie ghiacciata rilasci alcune piccole quantità di molecole d’acqua”.

Gli esperti hanno studiato le osservazioni ultraviolette di Ganimede prese nel 1998 e nel 2010 dallo Space Telescope Imaging Spectrograph di Hubble e le hanno confrontate con le osservazioni fatte nel 2018 dallo Spectrograph Cosmic Origins di Hubble

Gli esperti hanno studiato le osservazioni ultraviolette di Ganimede prese nel 1998 e nel 2010 dallo Space Telescope Imaging Spectrograph di Hubble e le hanno confrontate con le osservazioni fatte nel 2018 dallo Spectrograph Cosmic Origins di Hubble

Osservando le osservazioni ultraviolette del 2018 catturate dal Cosmic Origins Spectrometer (COS) di Hubble, i ricercatori non hanno trovato molto ossigeno atomico nell’atmosfera di Ganimede, il che significa che c’era un’altra ragione per le differenze nelle immagini dell’aurora ultravioletta.

Ora, pensano che la temperatura vicino all’equatore di Ganimede “diventa così calda che la superficie ghiacciata rilasci alcune piccole quantità di molecole d’acqua”, ha detto l’Agenzia spaziale europea su affermazione.

Ganimede: Luna più grande di Mercurio e Plutone

Dalla sua scoperta nel gennaio 1610, Ganimede è stato oggetto di frequenti osservazioni, prima da parte di telescopi terrestri, e successivamente da voli e veicoli spaziali in orbita attorno a Giove.

Questi studi descrivono un complesso mondo ghiacciato la cui superficie è caratterizzata da un forte contrasto tra i due principali tipi di terreno: regioni scure, molto antiche, craterizzate e regioni più chiare, più giovani (ma ancora più antiche) caratterizzate da un’ampia varietà di canyon e creste. .

Ganimede ha un diametro di 3.280 miglia (5.262 chilometri), che è più grande del pianeta Mercurio e del pianeta nano Plutone.

È anche l’unico satellite del sistema solare noto per avere una propria magnetosfera.

L’autore principale dello studio, Lorenz Roth del KTH Royal Institute of Technology, ha dichiarato in una dichiarazione affermazione Rilasciato dalla NASA.

Questo viene prodotto quando le particelle cariche erodono la superficie del ghiaccio. Il vapore acqueo che abbiamo ora misurato deriva dalla sublimazione del ghiaccio causata dalla fuga termica del vapore di H2O dalle regioni ghiacciate calde.

READ  Covid-19: più di 60 milioni di dosi di vaccino sono state somministrate nel Regno Unito, dice Matt Hancock a UK News

“La temperatura superficiale di Ganimede varia notevolmente durante il giorno e intorno a mezzogiorno vicino all’equatore potrebbe diventare abbastanza calda da rilasciare alcune piccole quantità di molecole d’acqua dalla superficie ghiacciata”, ha aggiunto l’Agenzia spaziale europea nella sua dichiarazione.

In effetti, le differenze osservate tra le immagini UV sono direttamente correlate a dove si prevede che l’acqua si trovi nell’atmosfera lunare.

Il telescopio spaziale Hubble è una partnership tra la NASA e l’Agenzia spaziale europea.

Roth ha aggiunto che la prossima missione JUpiter ICy Moons Explorer (JUICE) dell’Agenzia spaziale europea (ESA) dovrebbe essere lanciata il prossimo anno e raggiungere Giove nel 2029, con gli ultimi risultati di Hubble che potrebbero essere incorporati nella sua missione.

“I nostri risultati possono fornire ai team di strumenti JUICE informazioni preziose che possono essere utilizzate per migliorare i loro piani di monitoraggio per migliorare l’utilizzo dei veicoli spaziali”, ha aggiunto Roth.

L’Agenzia spaziale europea ha aggiunto che, nell’ambito della missione JUICE, studierà il pianeta più grande del sistema solare, nonché tre delle sue lune più grandi, “con un’attenzione particolare a Ganimede come corpo planetario e mondo abitabile”.

I risultati sono stati pubblicati lunedì sulla rivista astronomia naturale.

Le lune più grandi di Giove, Io, Europa, Ganimede e Callisto, sono conosciute come lune galileiane, dopo essere state scoperte dall’astronomo italiano Galileo Galilei nel gennaio 1610.

Ganimede non è solo la più grande luna di Giove, ma la più grande luna del nostro sistema solare e l’unica luna con un proprio campo magnetico.

Il telescopio spaziale Hubble della NASA è ancora operativo e ha effettuato oltre 1,3 milioni di osservazioni dall’inizio della sua missione nel 1990.

Il telescopio Hubble è stato lanciato il 24 aprile 1990 tramite lo space shuttle Discovery dal Kennedy Space Center in Florida.

READ  La sonda spaziale Voyager 1 della NASA rileva uno spaventoso "ronzio" al di fuori del nostro sistema solare

Prende il nome dal famoso astronomo Edwin Hubble, nato nel Missouri nel 1889.

È probabilmente più famoso per la sua scoperta che l’universo si sta espandendo e la velocità con cui viene fatto – ora ha coniato la costante di Hubble.

Il telescopio Hubble prende il nome dal famoso astronomo Edwin Hubble, nato nel Missouri nel 1889 (nella foto)

Il telescopio Hubble prende il nome dal famoso astronomo Edwin Hubble, nato nel Missouri nel 1889 (nella foto)

Hubble ha effettuato più di 1,3 milioni di osservazioni dall’inizio della sua missione nel 1990 e ha contribuito a pubblicare più di 15.000 articoli scientifici.

Orbita intorno alla Terra a circa 17.000 miglia all’ora (27.300 chilometri all’ora) in un’orbita terrestre bassa ad un’altitudine di circa 340 miglia.

Hubble ha una precisione di guida di 0,007 secondi d’arco, che è simile a essere in grado di far brillare un raggio laser focalizzato sulla testa di Franklin D. Roosevelt su una moneta a circa 200 miglia (320 km) di distanza.

Il telescopio Hubble prende il nome da Edwin Hubble, responsabile della creazione della costante di Hubble ed è uno dei più grandi astronomi di tutti i tempi.

Il telescopio Hubble prende il nome da Edwin Hubble, responsabile della creazione della costante di Hubble ed è uno dei più grandi astronomi di tutti i tempi.

Il Basic Mirror di Hubble è largo 2,4 metri (7 piedi, 10,5 pollici) e ha una lunghezza totale di 13,3 metri (43,5 piedi), la lunghezza di un grande scuolabus.

Il lancio e la pubblicazione di Hubble nell’aprile 1990 hanno segnato il progresso più significativo nell’astronomia dai tempi del telescopio Galileo.

Con cinque missioni di servizio e più di 25 anni di attività, la nostra visione dell’universo e il nostro posto in esso non è mai stata la stessa.

annuncio pubblicitario